Una gita a ...

Elba: l’isola di Napoleone

Un’isola che al turista offre tanta storia, mare e bellezze naturali.

Roma, 2 maggio 2021: Il 5 maggio 2021 ricorre il bicentenario della morte di Napoleone, al quale Manzoni dedicò la celebre ode che inizia con l’ “Ei fu”.

In occasione di questa ricorrenza e dell’arrivo dell’estate vi portiamo all’isola dell’Elba, che a Napoleone divenne molto cara nel 1814, in occasione del suo primo esilio.

Quello che durò appena 10 mesi, nei quali fu il sovrano del Principato dell’Isola d’Elba e durante i quali pianificò il suo ritorno in Francia per i cento giorni che precedettero Waterloo.

Nella sua permanenza sull’Isola d’Elba Napoleone soggiornò in due residenze che meritano di essere visitate.

Villa dei Mulini, che era il suo palazzo a Porto Ferraio, dal quale poteva controllare tutto in virtù della sua posizione dominante.

Villa San Martino, che era la residenza estiva di Napoleone e che si trova appena fuori a Porto Ferraio.

Porto Ferraio che era la capitale del suo piccolo Principato e che è tuttora la cittadina più importante dell’isola.

Ma l’isola d’Elba merita di essere visitata anche per le sue tantissime bellezze naturali e il per il suo mare meraviglioso, che si insinua in cale e calette molto caratteristiche.

Non dimentichiamo, infatti, che l’Isola d’Elba è la terza più grande d’Italia dopo la Sicilia e la Sardegna.

L’Isola d’Elba può essere anche la base di partenza per le escursioni nelle altre isole del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano: Giannutri, il Giglio, Gorgona, Pianosa, Capraia e Montecristo.

Insomma, se ancora non avete scelto dove passare le vostre vacanze estive prendete in considerazione questa nostra, bella, isola, prima di pensare a mete straniere.

Perché decidere di trascorrere le vacanze in Italia anziché all’estero può anche aiutare i nostri tanti connazionali che lavorano nel turismo e la nostra economia a provare a ripartire.

Back to top button