Tematiche etico-sociali

SEI GRANDE KAROL – ORATORIO SACRO NELLA CHIESA SANTO SPITIRO IN SASSIA

 Si è celebrato un Oratorio Sacro nella Chiesa di S Spirito in Sassia – Santuario della Divina Misericordia -Roma –  il 32° anniversario dell’elezione al Soglio Pontificio del venerabile Giovanni Paolo II, dal titolo Karol sei grande, in prima esecuzione assoluta, evento trasmesso in diretta da Tele Pace.
Karol_elezione
           

 Il motivo principale di questa composizione è stato il legame spirituale del sacerdote camilliano don Carlo Colafranceschi, con l’amato Papa Wojtyla. Un legame sottolineato quando P. Carlo era priore all’Ospedale San Giovanni in Laterano. In quel ruolo fu più di una volta invitato a mensa dal santo Padre, che s’interessava dell’ospedale e dei malati, che ebbe la conferma con la visita pastorale del Papa, al medesimo Ospedale, il 25 aprile 1992.


In quell’occasione padre Carlo, a nome dei malati, donò al Pontefice un prezioso Ostensorio d’oro massiccio di tre chili, arricchito di perle e smeraldi, realizzato con ex voto dei malati, offerti in svariati anni. L’Ostensorio a parte il valore intrinseco, ne conteneva uno maggior, assommando in sé i misteri dolorosi e gaudiosi di centinaia di persone anonime. L’Ostesorio, scolpito dal maestro Giuseppe Romano, raffigura la SS. Vergine, che sostiene la raggiera e la porge al Figlio vivo e reale nella Sacra Eucaristia.

Da questo legame con il Papa, è sorto questo Oratorio Sacro, che indica i passaggi più significativi della sua esistenza: Un Uomo venuto da lontano, che è stato così vicino al cuore delle genti di tutti i continenti.

All’Oratorio Sacro, diviso in tre parti per Soli, coro Polifonico, Orchestra sinfonica di Roma, testo e musica di P. Carlo Colafranceschi , orchestrazione maestro Ezio Monti, hanno assistito padre Giuseppe Bart (rettore del santuario della Divina  Misericordia), mons. Guido Todeschini (direttore di Telepace), don Claudio Savio (responsabile della sezione romana di Telepace, docenti degli Atenei Pontifici, le suore dell’Istituto Polacco di Roma, numerosi ecclesisastici e fedeli.
 

 

 
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button