Tematiche etico-sociali

Previsioni del tempo: forte perturbazione in arrivo

Aprile parte con una forte perturbazione atlantica, anche se molte aree del Paese saranno a malapena lambite dalla nuvolosità che sarà quasi ovunque di tipo stratiforme, mentre qualche temporale localmente anche di forte intensità colpirà Toscana, Lazio, Campania, Umbria, Abruzzo e Sardegna.

La giornata di domani partirà sulla falsariga di quella odierna, con nuvolosità stratiforme, nebbie e qualche cirro, con tanto sole tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio. Le avvisaglie dell’imminente peggioramento cominceranno ad arrivare dal tardo pomeriggio sul Nord-Ovest e sulla Sardegna, sarà infatti questa la regione a beneficiare dei primi rovesci dalla tarda serata, con intensificazione dei fenomeni a partire dalla notte (localmente anche molto forti, con accumuli possibili fino a 40-50 mm).

Venerdì giornata instabile sul versante tirrenico, sul versante adriatico centrale e sulle Isole maggiori. Temporali frontali piuttosto forti colpiranno la Toscana, il Lazio e la Campania tra le 8 e le 13, con accumuli localmente significativi (indici termodinamici elevati, sono gli indici che ci permettono di capire se e quanto saranno forti i temporali, sono il “cape”, il “cin”, il “lifted index”…) e intensificazione dei venti dai quadranti meridionali, con mareggiate lungo la costa. I temporali si sposteranno gradualmente sugli Appennini, con sconfinamenti sul medio versante Adriatico nella seconda parte del pomeriggio, anche grazie alla formazione di temporali sulla catena montuosa per via dei “moti convettivi” (genesi di temporali sulle aree interne per via delle elevate temperature e del meccanismo della convezione). Tornerà a cadere copiosa la neve sulle Alpi piemontesi e valdostane, con accumuli attorno ai 30-40 centimetri al di sopra dei 2000 metri di altezza.

Sabato il minimo di bassa pressione si porterà a ridosso della Campania e poi traslerà verso il Mar Adriatico, perdendo gradualmente intensità. Ulteriori temporali, stavolta di intensità debole-moderata, colpiranno Lazio, Toscana, Campania e Sardegna, con interessamento di Sicilia, Calabria e Basilicata occidentale a partire dalla tarda mattinata.


fonte cmt.it

 

Tags
Close