Tematiche etico-sociali

Benedetto il Presepe della Casa di Cura “Villa Tiberia” ambientato al paesaggio di Matera, stesso soggetto del Presepe che verrà realizzato quest’anno a San Pietro

Villa Tiberia

Roma – In occasione della festa dell’Immacolata Concezione, celebrata  nella Cappella dedicata alla Madonna di Lourdes, della casa di cura Villa Tiberia di Roma, via Emilio Praga nr.26, è stata impartita la Santa Benedizione al Presepe della clinica, ambientato a  Matera, la città dei sassi, già allestito lo scorso anno e rinnovato in alcuni particolari.

Come da tradizione, la festività dell’Immacolata Concezione è stata festeggiata nella Casa di Cura “Villa Tiberia” di Roma, via Emilio Praga nr.26, con la presenza di S. Ecc. Mons. Lino Fumagalli, Vescovo della Diocesi di Viterbo che, al suo arrivo, accolto dall’ Amministratore Comm. Antonio Foligno, ha fatto visita ai reparti intrattenendosi con i ricoverati. L’alto prelato ha poi presieduto la S. Messa solenne,  concelebrata da monsignor Emilio Messina, cappellano della clinica e dal parroco padre Antonio Votta. Gli inni Sacri, sono stati eseguiti con la solita bravura dai cantori della Basilica dei SS. 12 Apostoli diretti dal maestro P. Gennaro.

Al fine di consentire ai pazienti che non potevano muoversi e desideravano seguire la funzione religiosa, la S. Messa solenne   è stata teletrasmessa in circuito chiuso.

Mons. Fumagalli

Al termine, Mons. Fumagalli è sceso sul piazzale della Clinica,  ha reso omaggio alla statua della Madonna, dedicata proprio all’Immacolata Concezione ed  ha benedetto e visitato l’adiacente presepe.Il Presepe, costruito per il Natale 2011, è la meticolosa ricostruzione artigianale di Matera, ad opera del maestro Emanuele Pastore, di Albano Laziale, e si estende su circa 30 metri quadri. L’opera,  ormai permanente, è stata oggetto di migliaia di visite da parte di fedeli, scolaresche  e pazienti della clinica.

PresepeL’interno è allietato da canti che fanno da cornice all’alternarsi delle fasi del giorno e della notte, con il continuo mutamento del paesaggio, consentendo di ammirare le case che al tramonto si illuminano ed in cielo appare la stella cometa che attraversa la volta celeste. Lentamente, le luci si spengono per la notte e al giungere dell’alba, si rimane affascinati da una stupenda realistica nevicata.

Piace osservare che quest’anno, il Presepe di Piazza San Pietro, sarà ambientato ad  uno scorcio di paesaggio dei Sassi di Matera, ad opera di Francesco Artese, uno tra i più conosciuti maestri della scuola presepistica meridionale.

 

{gallery}presepevillatiberia2012{/gallery}

Back to top button