Tematiche etico-sociali

I Carabinieri intensificheranno la lotta anticorruzione. Firmato protocollo d’intesa con Autorità Nazionale Anticorruzione

anticorruzione firma carabinieri 2015Individuate particolari aree di collaborazione

Roma, 18 giugno 2015 – Proseguendo  nel piano anticorruzione nella Pubblica Amministrazione, stamattina presso Palazzo Baracchini, presente il Ministro della Difesa, Sen. Roberta Pinotti, si sono incontrati il Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), Dott. Raffaele Cantone, e il Comandante Generale dell’Arma, Tullio Del Sette.

Le due Autorità,  hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa, di durata biennale,  finalizzato a incrementare l’efficacia delle misure in tema di prevenzione e contrasto della corruzione nella P.A..

Sono state individuate alcune aree prevalenti, ma non esclusive, di collaborazione, tra cui, la sicurezza nei rapporti di lavoro instaurati nell’esecuzione di contratti pubblici, la vigilanza in tema di obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni e la verifica dell’osservanza delle disposizioni concernenti l’adozione del Piano Nazionale Anticorruzione, dei Piani Triennali di Prevenzione della Corruzione, del Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità, nonché del codice di comportamento dei dipendenti.

Per l’applicazione del protocollo, verrà costituito un apposito Comitato operativo, composto da tre rappresentanti per Istituzione, con compiti di programmazione, coordinamento e monitoraggio delle iniziative. Ciò agevolerà lo scambio reciproco di dati funzionali all’espletamento delle attività di vigilanza svolte.

In particolare, con l’intesa, l’Anticorruzione potrà usufruire delle capacità operative e informative proprie dei reparti territoriali dell’Arma che, con la loro ramificata presenza sul territorio nazionale, potranno assicurare un fattivo contributo in chiave preventiva e di contrasto ai fenomeni corruttivi nonchè il contributo offerto dai reparti dell’organizzazione speciale operanti per la tutela della salute, del lavoro, dell’ambiente, del patrimonio culturale e delle risorse agro-alimentari, strutture di eccellenza unanimemente riconosciute, che garantiranno un valore aggiunto in termini di esperienza e professionalità.

Back to top button