Motori

L’Alfa Alfa Romeo Giulietta compie 60 anni. Doppio compleanno

Celebrate le due capostipiti, Sprint del 1954 e Berlina del 1955

Roma, 27 settembre –  (ansa) Buon ‘doppio’ compleanno Giulietta! Nel 2014 a compiere 60 anni è stata la capostipite Sprint, la coupé realizzata nel 1954 assieme a Bertone per fare da ‘teaser’ (termine che allora non veniva certo usato) alla più popolare berlina 4 porte, presentata al Salone di Torino del 1955 e quindi sessantenne il prossimo anno. In occasione di questo importante duplice anniversario, il Registro Italiano Alfa Romeo (RIAR) organizza un grande raduno internazionale dedicato alla Giulietta, una vera icona che è stata fondamentale per la storia dell’Alfa Romeo ma anche simbolo della rinascita italiana dopo la seconda guerra mondiale. 

L’evento prende avviato ieri, proseguirà fino al 28, tra il Lago di Garda, Mantova – in particolare Castel d’Ario, luogo di nascita del leggendario pilota Tazio Nuvolari – e Verona, la città di Romeo e Giulietta, i personaggi della tragedia di William Shakespeare.

Alcune fonti affermano, al riguardo, che il nome Giulietta sia stato proposto dalla signora De Cousandier (moglie del poeta Leonardo Sinisgalli, in quegli anni consulente per l’immagine e la pubblicità della Finmeccanica) proprio in quanto ‘ispirata’ dal cognome del fondatore della Casa del Biscione, l’ingegner Nicola Romeo, scomparso nel 1938.

Al raduno del RIAR sono attese circa 60 Giulietta, rappresentanti di tutti i modelli realizzati e provenienti da diverse nazioni del mondo: dalla capostipite Sprint alla Sprint Veloce, dalla Berlina” alla variante sportiva ti (turismo internazionale), dalla Spider alla Sprint Speciale, fino alla versione da corsa SZ. Alla manifestazione parteciperanno anche due vetture messe a disposizione dall’Alfa Romeo Automobilismo Storico: una Giulietta SZ del 1960, modello appartenente alla seconda serie e caratterizzato dalla ‘coda tronca’, e il prototipo 750 Competizione del 1955, una barchetta da corsa realizzata in esemplare unico ed equipaggiata con un motore derivato dal bialbero della Giulietta.

Non mancheranno alcuni esemplari dell’attuale generazione Giulietta e della MiTo, due modelli che rappresentano la perfetta alchimia tra lo stile italiano, i motori prestazionali, il vantaggioso rapporto peso/potenza e i contenuti tecnici ‘made in Alfa Romeo’ votati al piacere di guida. Il raduno internazionale Giulietta è anche accompagnato da due esemplari dell’Alfa Romeo 4C, l’icona moderna della Casa del Biscione che rappresenta l’essenza della sportività insita nel DNA del brand.

Associazione senza fini di lucro e riconosciuta ufficialmente dal marchio Alfa Romeo da oltre 50 anni, il RIAR organizza ogni anno importanti manifestazioni in Italia e all’estero – dal Giappone agli Stati Uniti – con le vetture più significative dei propri soci, un vero e proprio museo itinerante che racconta la storia affascinante dell’Alfa Romeo.

Back to top button