Spettacolo

T R O F E O A R S E N I O 2 0 1 0 – LA MAGICA NOTTE DEL GALA

dalla nostra inviata speciale Eva Castrucci
 
Nell’ambito della 24° edizione del Trofeo Arsenio si è svolto il Gran Gala della magia, indimenticabile! “Che meraviglia!”direbbe il grande Mirco Menegatti!
 mago_Bustric
(Mago Bustric)

Silvan il Maestro in prima fila, Walter Rolfo presente a testimoniare che Saint Vincent 2011 è alle porte, Gianni Loria, Gabriele Merli, Marco Columbro, Francesco Salvi, mago Sales e tanti, tanti maghi e tanto pubblico… non è passata inosservata l’assenza (giustificata!) di Tony Binarelli, a sua volta prestigiatore d’eccezione sul palco del Teatro Lirick di Assisi e di Domenico Dante (presidente del Club Magico Italiano) impegnato all’estero.
 
La formula della riuscita di un Gala non è soltanto un cocktail di abilità, ma è di per sé una magia alchemica, l’armonica sinergia di tutti gli artisti che Franco Silvi è riuscito in pieno a realizzare!
 
L’enorme sala gremita del Teatro Viganò ha accolto questa splendida serata presentata da Bustric: attore/mimo/mago che affascina, sorprende e stupisce con effetti magici al servizio di una solida drammaturgia. Non la drammaturgia del “detto” tanto vituperata da Carmelo Bene, ma la poesia della scrittura scenica in cui il corpo sembra eseguire la partitura nel momento stesso in cui la crea, come fosse disegnata a mano di fronte agli spettatori attoniti. Ricorda, per certi versi, la struggente poesia del recente film francese d’animazione “L’illusionista” di Chomet.
 
Nel vortice di una serata, Bustric ha riscritto scenicamente sé stesso, citando i momenti più belli della sua storia teatrale, facendo diventare piccoli gli adulti e grandi tutti i bambini!
 
Eppoi 7 performance 7 di artisti incredibili… 7 come i giorni della creazione nella Bibbia, 7 come i vizi capitali, 7 come le meraviglie del mondo…
 
Gaetano Triggiano rappresenta la magia del nuovo secolo, ha carisma da vendere, i suoi gesti sicuri fendono lo spazio con la determinazione di un cerimoniere che sfida le leggi della fisica, come un torero nell’arte della tauromachia infilza la paura degli spettatori.
 
Tino Fimiani, il Dario Fo della magia, cabarettista “supermarionetta” alla Craig , con la sua geniale comicità ha divertito moltissimo. Anche con la ventriloquia che non è un semplice gioco di abilità, ma l’occasione per una magnifica prova d’attore in cui Tino, allestendo una drammaturgia polifonica di voci e personaggi, sembra rincorrere il proprio doppio.
 
Eppoi il colore della bella performance di Novas – campione italiano nuove proposte Saint Vincent 2010 – è il rosso, colore della passione e del vestito della bravissima ballerina che sulle note del tango dei Gotan Projet fa apprezzare ancor più l’arte della manipolazione di palline, rosse ovviamente…
 
Remo Pannain, ideatore di Supermagic (riuscite ad aspettare ancora un mese o poco più per replicare forti emozioni al Teatro Olimpico?) si esibisce in un gioco antico “the sympathetic silks” e nel gioco della corda che rende evergreen e originali – con lo stile di chi ben conosce le leggi dell’animo dello spettatore, la sorpresa ed il sublime, il “classicismo della misura”.
 
Leo Nifosi è un artista di grande impatto visivo, come un samurai crea un’atmosfera avvolgente, il pubblico si sente risucchiato nel ritmo dell’apparizione intrigante di originalissime piume e ipnotizzato dal “contact”, una sfera trasparente che prende vita fra le sue mani e sembra non conoscere la forza di gravità. Strabiliante.
 
Paladino: la sua esibizione è una fiaba dove appaiono delicate e colorate marionette che popolano magicamente il palcoscenico.
 
Infine, bellissima, Eleonora Princess of magic, ciliegina sulla torta, fra illusionismo e danza, partecipa a riti tribali che risvegliano ricordi ancestrali, appare in una gabbia sul ritmo di tamburi africani in una cornice coreografica molto trascinante. (Chi desidera rivederla sarà al teatro Greco dal 21 al 26 dicembre con “Grisby” il cavallo magico).
 
A questo punto è d’obbligo citare tutti coloro che dietro (davanti, di fianco, intorno…) le quinte hanno donato la preziosissima collaborazione a questa magnifica serata: Paolo Jacobazzi, Stany Di Amato, Benjamin, Patrizia, Giordana…
 
Sì, il Théatron, luogo di raccoglimento in attesa di qualcosa che accada anche stavolta è stato esaudito….alla grande!
 
La bravura irrefrenabile di Lupis, presentatore del Concorso magia da scena, ha galvanizzato Il Trofeo Arsenio che, ahimé – nonostante i tanti premi e riconoscimenti ai partecipanti – quest’anno non è stato assegnato.

Fra le tante immagini rimaste impresse come fotogrammi nella memoria: l’originale ensemble di Tiziano Cellai e la disinvoltura di Goldman.


Primo posto meritatissimo per il Close-up a Davide Spada.

Ricca d’idee e fermenti l’esibizione dei tanti allievi del Club.

La manifestazione ha avuto il magico successo: grazie  a Franco Silvi ed alla sua famiglia, Oscar Mancini, Maurizio Carolini, Enrico Pilotti, Lorenzo D’Amelio, Giorgio Goroni, tutte le case magiche e a voi tutti che state leggendo e non vedete l’ora che Supermagic, San Marino, S. Martino di Castrozza, Saint Vincent, il Trofeo Sitta di Bologna soddisfino la vostra insaziabile fame di magia!
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button