Spettacolo

Auguri, Sofia Loren!

Oggi compie 80 anni

(Sofia Loren – dal film “La Ciociara” 1961)

Roma, 20 settembre – Come abbiamo ricordato nel nostro “Almanacco” redatto da Aurelio Palmieri, oggi è il compleanno di Sofia Scicolone Villani, in arte Sofia Loren.

La sua vita è ormai arcinota, essendo una delle 25 stelle del firmamento Hollywoodiano, ma forse in pochi ricordano che “la Napoletana per eccellenza” è di fatto nata a Roma, anche se poi ha vissuto un’infanzia aqnche di stenti, a Pozzuoli, pur essendo figlia  (illegittima ma riconosciuta) del marchese siciliano Riccardo Scicolone Murillo.

La sua, è una  vita da “nata artista”, cominciando con rotocalchi e fotoromanzi, poi piccoli ruoli cinematografici, il concorso di bellezza per “Miss Italia” nel 1950, dove le viene coniato ed attribuito il premio di “Miss Eleganza”, conoscendo il produttore Carlo Ponti, che le fa firmare un contratto in esclusiva nel 1951 e con il quale va inizialmente a convivere essendo lui ancora sposato.

Prime parti importanti con il nome di Sofia Lazzaro e poi il successo internazionale come Sofia Loren, lavorando con mostri sacri del cinema, come Totò, Vittorio De Sica, Marcello Mastroianni per poi approdare ad Hollywood e lavorare sul set con come Cary Grant, Frank Sinatra, John Wayne, William Holden, Tony Perkins e Marlon Brando.

La sua carriera ha tappe tanto precise quanto note: dapprima una quindicina di piccoli ruoli a fianco dei mostri sacri dell’epoca (memorabile la sua apparizione in “Due notti con Cleopatra”; poi il concorso di bellezza che la fa notare al produttore Carlo Ponti e il contratto di esclusiva che per lui firma nel 1951: sette anni per diventare una diva internazionale prima col nome di Sofia Lazzaro e poi come Sophia Loren. Il primo film che farà storia è “Carosello napoletano” di Ettore Giannini (1954) poi a fianco di Totò in “Tempi nostri” (Alessandro Blasetti) e infine con il suo vero pigmalione, Vittorio De Sica, in “L’oro di Napoli” e con il suo partner irripetibile, Marcello Mastroianni in “Peccato che sia una canaglia” ancora di Blasetti. Per la Loren quel ’54 resterà l’anno memorabile e da lì parte tutto: il suo personaggio, la sua icona, la sua anima d’attrice. Dopo essere diventata una diva italiana, una “maggiorata” degna di rivaleggiare con Gina Lollobrigida di cui prende il posto nel terzo episodio della trilogia “Pane amore e…” (Dino Risi, 1956) arriva per lei il successo internazionale grazie alla celebre copertina di “Life” che la incorona come emblema della bellezza mediterranea. Carlo Ponti (che nel frattempo convive con lei dando scandalo perchè non può divorziare dalla prima moglie secondo la legge italiana) la accompagna nell’avventura a Hollywood dove troverà partner come Cary Grant (amico fedele e assiduo corteggiatore), Frank Sinatra, John Wayne, William Holden, Tony Perkins e perfino Marlon Brando ma anche con dive come Marilyn Monroe, Liz Taylor, Ingrid Bergman.

Innumerevoli i premi e riconoscimenti. Con Vittorio De Sica, suo grande maestro, ottenne l’Oscar per “La ciociara” (1962), l’Oscar alla carriera nel 1991 ed il Leon d’oro alla carriera nel 1998.

È entrata nei Guinness dei primati per l’attrice italiana più premiata di sempre!

Interrompiamo, altrimenti ci vorrebbe un’enciclopedia per parlare di Lei.

Così, semplicemente, anche a nome di tutti i colleghi di redazione, diciamo: Auguri Sofia!

Close