Meteo

Allerta meteo – Allarme rosso in Veneto, Friuli V.G., Umbria, parte della Toscana, Lazio, Molise, Calabria, Basilicata, Puglia e Sicilia – Roma riaprono le scuole

La Metropolitana della Capitale è allagata, rallentamenti a Fiumicino

Metro Colli Albani. Foto da Facebook (profilo Roma fa schifo) (foto: ANSA)

Roma, 6 novembre – La Protezione Civile comunica che è ancora allerta maltempo in gran parte del Paese, con “criticità rossa” che riguarderà il bacino Veneto del Livenza, Friuli Venezia Giulia, Umbria, bacino toscano dell’Albegna, Lazio meridionale e parte del Molise, Calabria, buona parte della Basilicata, Puglia meridionale e gran parte della Sicilia.

La Capitale, in allarme rosso fino alla mezzanotte, è stata sottoposta oggi a grandinate con vento forte a Roma-Nord, con numerose bombe d’acqua  che hanno paralizzato Roma, provocando anche l’allagamento e la chiusura di quattro stazioni della linea “A”. Dopo essere state rimesse in sicurezza, tre sono state riaperte mentre quella di Porta Furba è ancora chiusa mentre infiltrazioni d’acqua sono state riscontrate in due stazioni della nuova linea metropolitana C che, dopo l’autorizzazione della Regione,  dovrebbe essere inaugurata entro Domenica.

Chiusa la Panoramica, per timore di frane, dopo l’evento dello scorso anno. Interdetto al traffico una parte di via dei Cerchi, vicino a Circo Massimo, e in un senso della Galleria Giovanni XIII.

Innumerevoli gli interventi dei Vigili del Fuoco per strade allagate, alberi e rami pericolanti.

Problemi anche all’aeroporto intercontinentale di Fiumicino dove, per allagamenti delle piste,  le operazioni di decollo e atterraggio risultano rallentate a causa della scarsa visibilità e della portata eccezionale di acqua.

Dalla mezzanotte l’allerta passerà ad arancione e le scuole della Provincia, chiuse per oggi, domani riapriranno.

 

Ma nonostante le avversità atmosferiche, su un’ambulanza del “118”, stamane si è verificato un lieto evento: da una stazione di servizio di via Empolitana, nel comune di Tivoli, è stato richiesto l’intervento dell’ambulanza in quanto, nel bel mezzo del nubifragio, Vanessa, 22enne, aveva forti doglie. Il mezzo di soccorso è giunto prontamente e gli operatori sanitari si sono resi conto che la giovane stava per partorire e non c’era più tempo per portarla in ospedale. Caricatala sull’ambulanza e mantenendosi in contatto con il medico, hanno assistito Vanessa nel parto. Infatti, dopo pochi minuti è nata una femminuccia. Mamma e figlia, in buona salute, sono state trasportate all’ospedale di Tivoli, per le ulteriori incombenze sanitarie.

Back to top button