Cultura

Swarovskazzo!

Sonetto romano

Swarovskazzo!

Sonetto romano

Ammazza si che arbero hanno messo
che ormai ce s’eravamo abbituati,
a vede pe le feste quer cipresso
coi rami tutti quanti spelacchiati!

E invece mo, quest’artro che c’è adesso
co fronne e pizzi tutti illuminati,
a guardallo iersera ve confesso
me cia lassato l’occhi imbrillantati.

Me pare sarvognuno ch’e’ ‘n gioiello
uscito da Swarovski, tale e quale,
sgargiante come piume de ‘n ucello.

Che pure si quest’anno e’ annata male,
finche’ nun s’uscirà da sto bordello,
armeno che risplenna sto Natale !

©Ernesto Pietrella©DirittiRiservati©

Guarda anche
Close
Back to top button