Cultura

Er Rimpianto

Sonetto romano

Er Rimpianto

Sonetto romano

Che nun ce se po vive, senza amore
senza ‘n abbraccio, ‘n bacio, na carezza,
senza nemmanco ‘n po de tenerezza
che scioje drento ar core ogni dolore.

Ce semo condannati su sta tera
dar folle desiderio d’esse amati,
se lo portamo drentro appena nati
è’ l’urtimo penziero de la sera.

Nun se po vive senza na speranza
de riprova’ quello che piu’ nun provi
e ‘n sentimento chiuso in ne la stanza
e’ come ‘n frutto oppresso da lì rovi.

M’ hai dato oro a chi valeva argento
magari avrai sbajato quarche accordo,
co note che risonano ner vento.

Ma come spesso accade ne la vita,
sarai amato forze in quer ricordo
o ner rimpianto, quanno ch’e’ finita !

©Ernesto Pietrella©DirittiRiservati©

Back to top button