Cronaca

Sfacciati “Ladri di biciclette” arrestati dai Carabinieri proprio delle location dove fu girato il finale dell’omonimo film. In manette due cittadini romeni

Ladri di bicicletteRoma –Due cittadini romeni sono stati arrestati, questa notte, dai Carabinieri della Stazione Roma Flaminia comandata dal Luogotenente Giovanni Petrone, mentre tentavano di rubare una bicicletta da passeggio in via Pietro da Cortona, location dove fu girata la scena finale del noto film “Ladri di Biciclette”.

Proprio in quella via, infatti,  Vittorio De Sica, nel 1948, ha ambientato la commovente scena finale del film dove,  Antonio con il figlio Bruno, giungono in Via Pietro da Cortona, da una piccola scalinata, dalla quale è visibile, sullo sfondo, lo Stadio Flaminio. Antonio, sopraffatto dalla disperazione, tenterà di rubare una delle  biciclette incustodite rischiando di essere linciato dalla folla uscente dallo stadio.

Ancora oggi, in via Pietro da Cortona, vi è un parcheggio di biciclette incustodite, ma ancorate a terra con catene e, sulla stessa strada, vi è la locale stazione dei Carabinieri, ma questo non ha impressionato i due delinquenti stranieri di 21 e 26 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, che stanotte si sono presentati sul posto armati di una grossa tronchese con la quale hanno attaccato la catena della bici più bella.

Ma non tutte le ciambelle riescono col buco e così i due sfacciati ladri sono stati sorpresi ed ammanettati dai Carabinieri, con l’imputazione di “concorso in tentato furto aggravato”.

Ma a differenza del film, i due moderni “ladri di biciclette”, portati in udienza, hanno patteggiato e … sono stati  scarcerati!

Back to top button