Cronaca

Accoglienza – Agghiacciante rapina a Palagonia: duplice omicidio, lui sgozzato e lei scaraventata dal balcone. Refurtiva addosso a profugo Cara di Mineo

palagonia villa duplice omicidioLa scoperta al suo rientro al Cara

Catania,30 agosto  – L’accurato  controllo effettuato dal personale della Polizia di Stato all’ingresso del Cara (Centri di accoglienza per richiedenti asilo) di Mineo, ha permesso di scoprire un orribile duplice omicidio.

Gli Agenti, nell’ispezionare il borsone di un extracomunitario, originario della Costa d’Avorio,  hanno trovato telefonini, un pc portatile e una telecamera. Alla richiesta di giustificare gli oggetti, l’ivoriano non forniva spiegazioni. Gli accertamenti sul cellulare, permettevano di accertare che l’intestatario del telefono, Vincenzo Solano, era residente a Palagonia.

Una pattuglia di Carabinieri si è recata a casa dell’uomo, “Villa  Solano”, una costruzione su tre tre piani nella centrale via Palermo di Palagonia, per accertare cosa fosse accaduto, facendo così una macabra scoperta.

L’uomo,  68enne, era morto sgozzato. La moglie, Mercedes, 70enne, era sfracellata nel cortile perchè buttata giù dal balcone.

L’extracomunitario, mentre sono in corso approfonditi accertamenti, è accusato di ricettazione del materiale rubato

Back to top button