Cronaca

Nel salernitano, uccide la moglie e si suicida

club fiore salerno

Erano in fase di separazione. Il terribile fatto di sangue è accaduto mentre il figlio stava disputando una gara di nuoto.
 
 
Giffoni Valle Piana (Sa), 1 febbraio – Avrebbe dovuto essere una tranquilla domenica per Giustina Copertino casertana di 29 anni, che aveva accompagnato il figlio  al centro sportivo Club Fiore di Campigliano di Giffoni per partecipare ad una gara di nuoto.
 
La donna era in fase di separazione dal marito  Salvatore Varavallo, 35enne compaesano, muratore.
 
L’uomo era arrivato successivamente. Giunto sul piazzale,  e vista parcheggiata senza nessuno dentro la macchina del suocero, una Bmw, estratta una pistola con matricola abrasa, esplodeva contro alcuni colpi di pistola.
 
Chiamava quindi la moglie, intimandole di uscire fuori.
 
Non appena Giustina era sul piazzale, le esplodeva contro 5 colpi di pistola, ferendola gravemente.
 
Si avviava verso l’auto della moglie sparando contro altri 5 colpi, quindi ritornato verso la donna, riversa a terra, per finirla, le esplodeva a bruciapelo altri due colpi.
 
Mentre la gente accorreva, puntava la pistola contro se stesso ma l’arma era ormai scarica.
 
Sostituito il caricatore, portava la pistola alla tempia, facendo fuoco.
 
Vani i tentativi di soccorrerli. I due erano deceduti per  le gravissime ferite riportate.

Tags
Close