Cronaca

Marocchino in possesso di banconote false e merce rubata, denunciato in stato di libertà

In Italia, ormai, non si può arrestare più.

Roma, 8 giugno – Aveva venduto il proprio motorino ad uno straniero  che l’aveva pagato con banconote false. Il 30enne romano si è rivolto ai Carabinieri della Stazione Roma Nuovo Salario, comandata dal Luogotenente Andrea Marrese, sporgendo regolare denuncia.

Gli investigatori dell’Arma, dopo certosine indagini, riuscivano ad identificare l’uomo, un marocchino 26enne, con precedenti penali e noto alle forze dell’ordine.

Raccolti gli elementi utili per ottenere l’autorizzazione ad una perquisizione domiciliare, i Carabinieri entravano nell’appartamento dell’uomo che veniva trovato in possesso, occultati nel materasso della camera da letto, altri 320 euro falsi, ovvero 11 banconote da 20 euro ognuna ed una banconota da 100 euro. Nell’appartamento, poi, sono stati rinvenuti e sequestrati, oltre alle banconote,  numerosi smartphone, tablet, pc e navigatori satellitari, tutti di dubbia provenienza,  per un valore complessivo superiore ai 15 mila euro, nonché una speciale attrezzatura medica sofisticata del valore di 5 mila euro, rubata nel mese di maggio scorso.

L’uomo è stato denunciato, in stato di libertà, per i reati di  “truffa, ricettazione e detenzione e spendita di banconote false”.

I Carabinieri, dopo aver tanto investigato per la sua identificazione, non hanno nemmeno potuto procedere al suo fermo di P.G.  grazie alle leggi che ormai tutelano la sola delinquenza e non più i cittadini onesti, consentendo così ad un malvivente, di poter continuare a delinquere nel nostro Paese.

E poi ci chiediamo pure perchè la delinquenza straniera viene in Italia?

Back to top button