Roma

Quando lo stato non esiste. Spacciatore stacanovista bangladese con obbligo di firma, entra in caserma con dosi di hashish in tasca. Arrestato

cc arresto 3A tradirlo, il forte odore dello stupefacente
Roma, 26 dicembre 2017 – Con l’obbligo di presentazione in caserma  per “spaccio di stupefacenti”,   un pregiudicato 29enne bangladese, si è presentato alla Stazione Carabinieri di Roma Tuscolana per ottemperare alla noiosa perdita di tempo.
Ma, nonostante l’inverno, i Carabinieri non erano raffreddati e così,  nelle sue vicinanze,  hanno percepito il forte inconfondibile odore di hashish.
L’immediata perquisizione personale, portava al rinvenimento nelle sue tasche, di circa 50 dosi di hashish, già pronte ad essere vendute e per un peso complessivo di 46 grammi.
L’uomo, spacciatore stacanovista con l’inutile incombenza di andare a firmare e sicuro dell’impunità garantitagli dalle leggi italiane, con spavalderia, non aveva avuto nemmeno la remora di non presentarsi in Caserma con la droga.
Per lui, si sono aperte le porte della camera di sicurezza fino a domani mattina, quando certamente in applicazione delle non leggi, verrà nuovamente scarcerato ed autorizzato a continuare la sua attività illecita.
Per lui, non ci sarà nemmeno un ordine di espulsione.
Back to top button