Estero

Addestramento delle polizie locali in Libano

cc afghanistan Approccio scena crimineIl Maggiore Francesco Maretto: è importante la loro preparazione per gestire in autonomia, la sicurezza delle loro popolazioni.

Roma, 29 gennaio – Forti dell’esperienza dell’Arma dei Carabinieri che in Italia,  presso il comando di Vicenza dal 1 marzo 2005 svolge attività di formazione e addestramento per le unità di Polizia di altre Nazioni (Center of Excellence for Stability Police Units,CoESPU) formandole sia  il personale di paesi appartenenti alle Polizie e militari di altre Nazioni  per fronteggiare turbative dell’ordine pubblico e terrorismo in contesti post-bellici ma anche su come combattere il crimine organizzato, i Carabinieri  della Special Investigation and Forensic Unit, impiegati nell’ambito della Missione UNIFIL per attività di natura forensica e di Polizia Militare internazionale, hanno curato e predisposto una intensa settimana di corso in favore della Polizia municipale di Tiro e delle città di Marjayoun e Naqoura, per un totale di 21 agenti di Polizia, il cui compito è ora quello della formazione a cascata degli  altri operatori locali.

I militari dell’Arma hanno così ricreato una serie di scene del crimine seguendo un filo logico che collegava tutte le lezioni teoriche impartite con l’applicazione pratica di quanto appreso, sul campo d’azione.  Nello specifico, partendo dal rinvenimento di un cadavere, con l’immediata cinturazione della zona d’intervento investigativo e del conseguente  repertamento, le immediate attività informative per la conseguente ricerca dell’autore del crimine, l’istituzione e modalità di attuazione dei posti di blocco e di controllo (check point), l’individuazione dell’autore all’interno di un edificio, le modalità di isolamento e le tecniche per l’irruzione e la successiva cattura con le tecniche di bloccaggio ed ammanettamento.

L’accurata  preparazione delle scene e le modalità addestrative, hanno totalmente coinvolto ed entusiasmato gli Agenti della Polizia Municipale partecipanti che hanno voluto esprimere ai colleghi italiani tutta la loro stima per l’impegno e l’attenzione loro riservata.

Per la conclusione del corso, han voluto essere presenti il Dottor Albagir Adam, Capo dell’Ufficio Affari Civili di UNIFIL e il Vice Sindaco di Tiro Dottor Salah Sabraoui, che hanno avuto parole di apprezzamento e ringraziamento nei confronti del Maggiore dei Carabinieri Francesco Maretto, Force Provost Marshal di UNIFIL, ufficiale particolarmente apprezzato per le sue capacità professionali ed umane, che devono essere le doti e le qualità di base per un Carabiniere e che lo hanno reso, anche per le popolazioni delle Nazioni nelle quali  opera, quasi un poliziotto locale.

Il Maggiore ha ribadito l’importanza della cooperazione ed addestramento delle Forze di Polizia locali proprio  per consentirgli quell’innalzamento dei livelli di efficienza e sicurezza per garantire e gestire,in prima persona, la sicurezza delle loro popolazioni.

Back to top button