Cronaca

Banda composta da cittadini georgiani specializzati nei furti in appartamento. sgominata dalla Squadra Mobile romana. 5 gli arresti. Sequestrata ingente refurtiva e due pistole

Polizia di StatoRomaAvevano svaligiato un appartamento nel quartiere Flaminio, quando i quattro cittadini georgiani sono stati arrestati, dopo un tentativo di fuga, dagli agenti della Squadra Mobile di Roma che hanno recuperato un’ingente refurtiva e 2 pistole.

Erano da poco passate le 16 di ieri pomeriggio, quando personale della Polizia ha notato quattro uomini, di età compresa tra i 25 ed i 43 anni, che si stavano avvicinando a due autovetture parcheggiate.

I quattro, accortisi della presenza dei poliziotti, hanno tentato di fuggire ma sono stati raggiunti e bloccati . Dall’immediata perquisizione, sono stati rinvenuti numerosi oggetti in oro ed un tablet  dal quale, attraverso successivi accertamenti, sono riusciti a risalire al legittimo proprietario ed all’appartamento che era stato appena “visitato”.

Gli investigatori sono poi riusciti a risalire anche al covo utilizzato dai quattro, un appartamento nel quartiere Monteverde, dove hanno sorpreso una cittadina georgiana di 34 anni che ha inutilmente tentato di sostenere di non conoscere gli altri componenti della banda. All’interno dell’abitazione i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato computer portatili, argenteria ed altro materiale elettronico del quale la donna non ha saputo giustificare la provenienza.

L’appartamento veniva utilizzato anche come officina per la lavorazione degli arnesi atti allo scasso, di volta in volta utilizzati per i furti. È stata infatti sequestrata anche una “serratura di prova”, spadini e grimaldelli ricavati dalla “modifica” di utensili meccanici che venivano utilizzati dai componenti della banda per esercitarsi a forzare i portoncini blindati.

Nel corso della perquisizione sono state recuperate anche due pistole nascoste all’interno di un borsone, entrambe provento di furto sulle quali sono in corso ulteriori accertamenti per un eventuale utilizzo delle stesse in occasione di altri reati.

 

Back to top button