Tennis

Tennis, Roma capitale dello sport mondiale

Superano il turno Sinner, Sonego e Paoloni

Roma, 14 settembre 2020 – Oggi, presso il complesso dello Stadio del Tennis al Foro Italico di Roma, ha preso il via l’edizione numero 77 dei Campionati Internazionali d’Italia di Tennis, diventando così la capitale del tennis mondiale. Infatti, è questo l’evento di maggior spessore sportivo sul globo, in programma in questi giorni.
Il tennis, infatti, è sport universale e è praticato in tutte le latitudini o angolo del mondo.
Non teme il Corona Virus perchè il distanziamento sociale è garantito dal fatto che ci sia una rete a dividere i concorrenti. Quanto agli spettatori, la fetta decisiva di introiti che proviene dal tennis è rappresentata dai diritti televisivi. Il tennis è lo sport televisivo per eccellenza. Garantisce il massimo di spettacolarità e di potenziale pubblicitario. Gli incassi del botteghino sono una quota quasi marginale. Sono un contorno n necessario ma non indispensabile. Ci sono organizzatori che hanno rinviato sine die l’evento come per i Tornei di Montecarlo e Parigi. Altri come Flashing Meadow e Roma che hanno rinunziato agli introiti di botteghino ed hanno organizzato.

La rinuncia dei francesi e del Principato di Monaco, ha fatto si che il Torneo italiano sia diventato da uno dei tre Torneo ATP Masters del “Grande Slam Rosso” a vero e proprio ed unico campionato del mondo di tennis su terra battuta.
Prima, l’onore di designare il Numero Uno su Terra Rossa, si doveva suddividere fra i tre paesi latini – più uno con la recente aggiunta di Madrid quindi ora tutti guardano verso l’Italia che ha optato per accettare lo spostamento dell’evento da maggio a metà settembre per radunare, a livello maschile, le migliori racchette del mondo a prescindere dalla superficie (erba, cemento, terra battuta ) su cui sono impegnati.
Per l’interesse e l’eco suscitato, quello di Roma diventa il Mondiale di tennis in tv. C’è una curiosità morbosa in giro per vedere la reazione del Numero Uno , Djokovic squalificato a New York per il lancio involontario di una pallina che ha colpito alla gola una anziana Giudice di linea. Il simpatico campione serbo è stato quasi linciato.

Il Numero uno , imbattuto quest’anno prima della squalifica, vorrà rifarsi senz’altro, ma trova sul suo cammino il Numero Uno su Terra Rossa, lo spagnolo Rafael Nadal che a Roma ha vinto ben 9 volte contro le 4 di del serbo. In campo maschile sono al via 15 dei 20 classificati nel ranking mondiale. Assenti giustificati, oltre a Federer fermo in Svizzera in questo momento, i quattro finalisti agli US Open appena conclusi a New York.

Si gioca al meglio di tre set, un turno al giorno.

Attenzione internazionale, ma anche casalinga, su diversi azzurri. Fognini e Berrettini devono dimostrare che il rango da loro raggiunto – rispettivamente numero 14 e numero 9 – è meritato e anche migliorabile.
Osservato speciale è Yannick Sinner, diciannove anni considerato il miglior rappresentante della Next Generation mondiale. Al torneo di New York, l’allievo del Maestro Piatti, stava facendo il capolavoro del suo breve cammino agonistico contro il gigantesco russo Khachanov numero 78 mettendo KO in tre set, sovrastandolo per i primi due set con colpi precisi e tatticamente accorti. Poi, un paio di infortuni (caviglia e affaticamento ai reni susseguente) ne hanno dimezzato il rendimento. Il ragazzino altoatesino è rimasto valorosamente in campo (spesso assistito dal medico) cercando fino all’ultimo di battere il suo avversario giocando praticamente da fermo e usando la racchetta come una sciabola con colpi piazzati e precisi, lottando come un leone e dimostrando un grande talento tennistico.
Ma si gioca a Roma ed al massimo per tre set, come in quasi tutti i tornei del mondo.
Ieri Yannick si è allenato con Nadal. Hanno disputato, a porte chiuse, un intero set. Non si sa chi lo abbia vinto. Si sa solo che il grande Rafael ha avuto parole di elogio nei confronti di Sinner. Il suo maggior peccato è il vizio di voler sovrastare qualsiasi avversario. Questa sera alle 19, il primo turno lo ha chiamato a vedersela con il francese Benoit Paire, numero 22 al mondo che è stato anche n.18 tre anni fa. Avversario di quasi due metri molto esperto. Ma anche Sinner è cresciuto negli ultimi anni. Ha quasi raggiunto l’1.90m di altezza ed è destinato ancora ad aumentare la sua statura e potrebbe essere l’uomo del Mondiale TV di Tennis agli Internazionali di Roma.

LE PARTITE – Il match contro il francese non ha avuto, in effetti, storia perchè Yannick ha preso immediatamente le redini del match. Ovvero la storia l’ha avuta nel senso che Paire ha trasformato una partita di tennis in una rissa con tutti arbitri e giudici compresi. Non rispettando i tempi di riposo, passando la pallina avanti ” da sotto” anzichè eseguire la battuta del servizio convenzionale. . . Insomma tutte le provocazioni francesi possibili per fermare e mandare fuori giri l’azzurro.
Sinner non ha battuto ciglio . Se ne è stato tranquillo a giocare il suo efficientissimo tennis, fatto di tecnica e precisione chiudendo la partita in due set (6-3, 6-1) in poco più di un’ora.
Insomma è proprio lui l’uomo nuovo del tennis mondiale e gli Internazionali d’Italia sembrano essere l’occasione più idonea per dimostrarlo.

Molto bene anche gli altri italiani dal torinese Sonego che ha regolato il georgiano Basilashvili con lo stesso punteggio di Sinner.

In campo femminile Jasmine Paoloni ha superato il turno e la romena Sevastova in 2 set 6-2, 6-3.

Ma la partita più intensa ed appassionante della giornata è stata senz’altro, la partita fra la più quotata azzurra Camilla Giorgi e l’atletona ukraina Dayana Yastremska. Tre set drammatici sul filo della massima incertezza con break continui e doppi falli. Alla fine la ragazza marchigiana ha ceduto le armi trafitta dalla superiorità della risposta al suo servizio da parte della biondissima avversaria. Tre ore sono state sul campo a battagliare per un risultato finale di 7-6, 5-7, 6-4 a favore della biondissima ukraina.

Tags
Back to top button
Close