Racconti di sport

Racconti di Sport- Rugby – Grenoble 1997

rugby Cuttitta Dominguez Troncon 97(foto: Cutitta, Dominguez, Troncon)

Vent’anni fa la conquista italiana della Coppa FIRA

Roma, 11 Marzo 2017  – In attesa della partita di oggi pomeriggio contro la Francia per il quarto turno del RBS Six Nations 2017, ecco come di consueto l’amarcord del giorno. L’occasione è propizia per celebrare il ventennale, che cadrà il prossimo 22 marzo, della finale della Coppa FIRA (Fédération Internationale de Rugby Amateur) vinta dall’Italia (sinora unico trofeo in bacheca azzurra).

La storia è arcinota e più volte rievocata, in quanto svolta epocale per il rugby italiano, ammesso l’anno seguente – proprio sull’onda di questo successo – al nuovo torneo delle 6 Nazioni da inaugurarsi all’alba del terzo millennio. Ma un raccontino in più non guasta, e poi la nostra redazione sportiva ha un debole per gli anniversari. Chissà poi che non possa portar bene agli azzurri, vedremo…

All’inizio della primavera 1997 si disputò a Grenoble, antica capitale del Delfinato ai piedi delle Alpi francesi, la finale del Campionato europeo per nazioni, già Coppa Europa. Si trattava dell’edizione 1995/96, il cui epilogo fu traslato di un anno per ragioni organizzative. A fronteggiarsi l’Italia e i padroni di casa transalpini, nella formazione maggiore fresca vincitrice del Torneo Cinque Nazioni, anche con il fiore all’occhiello del Grande Slam.

Era la Francia, tra gli altri, di Fabien Pelous e Raphael Ibanez, allora ventiquattrenni, e di Philippe Saint-Andrè, poi C.T della nazionale dal 2011 al 2015.

I galletti partivano da strafavoriti, ma l’Italia doveva andare a guadagnarsi il proprio futuro. A guidare la generazione di giocatori, già definiti come i guerrieri degli anni ’90, proprio un commissario tecnico francese, Georges Coste da Perpignan, classe 1944. Senza dubbio una guida che ha lasciato il segno sulla panchina azzurra, poi abbandonata tra le polemiche alle soglie del Mondiale 1999. Ma qui rischiamo di divagare.

La vittoria arrise agli azzurri per 32- 40 (quattro mete di Francescato, Gardner, Croci e Vaccari, il resto dei punti dal piedino fatato di Diego Dominguez). Dopo di allora entrambe le squadre abbandonarono la competizione, messa in ombra dal nuovo torneo d’élite del vecchio continente.

Chiudiamo perciò con l’elenco del XV che scese sul campo di Grenoble: Pertile, Vaccari, Bordon, Francescato, Marcello Cutitta, Dominguez, Troncon,  Gardner, Sgorlon, Giovannelli (capitano), Croci, Cristofoletto, Properzi, Orlandi, Massimo Cutitta (a cui vanno aggiunti Mazzariol e Guidi subentrati dalla panchina).

Appuntamento per Italia- Francia oggi alle 14,30 all’Olimpico, diretta televisiva sul canale DMax del digitale terrestre.

Ai nostri lettori l’augurio di godersi una buona giornata di sport, che ‘www.attualita.it’, comme d’habitude, non mancherà di raccontarvi.

Back to top button