Racconti di sport

Racconti di sport- RUGBY – Il Grande Slam gallese del 2005 – GALLERIA FOTOGRAFICA

rugby trofeo 2005Dieci anni fa i Dragoni conquistavano il loro primo Sei Nazioni.
Roma, 20 marzo – Eccoci alla vigilia della quinta ed ultima giornata del Torneo delle 6 Nazioni 2015. Rendiamo omaggio ai nostri avversari ricordando la loro prima grande impresa in questa competizione.
È il 2005, il Galles sino ad allora non ha brillato nelle precedenti edizioni, appannaggio alternativamente di Francia e Inghilterra nei dieci anni precedenti (unica eccezione, la Scozia che nel 1999 si aggiudica l’ultimo Cinque Nazioni). Prima di allora, l’ultima vittoria gallese del 1994.
A partire dal 2000, con la competizione rinnovata dopo l’ingresso dell’Italia, i dragoni non vanno mai oltre il quarto posto, e nel 2003 finiscono addirittura ultimi dietro di noi, subendo l’onta di Cucchiaio di legno e Whitewash.
Il 5 febbraio 2005, nel match d’apertura al Millennium Stadium di Cardiff, vittoria inattesa contro gli inglesi 11-9, grazie ad un calcio piazzato di Gavin Henson a pochi minuti dalla fine.
Una settimana dopo il Galles è ospite al Flaminio, dove batte l’Italia 8-38; per gli azzurri va in meta Orquera grazie ad un astuto intercetto. Tra i rossi, in grandissima forma, l’ala brevilinea Shane Williams, che con il suo rapido gioco di gambe disorienta la nostra difesa.
Un piccolo ricordo personale della giornata: il muro di panzuti signori in maglia rossa ai bagni del Flaminio a fine di match, apparentemente in fila rispettosa per il loro turno, in realtà già all’utilizzo improprio dei lavandini.
Alla terza e quarta giornata ad essere espugnati sono lo Stade de France di Parigi e il Murrayfield di Edimburgo. La squadra è cresciuta, così come la consapevolezza dell’impresa a portata di mano.
Sabato 19 Marzo è trionfo tra le mura amiche: superata l’Irlanda a Cardiff 32-20, il Galles conquista Torneo, Grande Slam e Triple Crown.
Quella squadra formidabile è guidata da Mike Ruddock, tra i giocatori spiccano il cherubino riccioluto Adam Jones in prima linea, Stephen Jones all’apertura, Peel mediano di mischia, Tom Shanklin e Gavin Henson i due centri, il già ricordato Shane Williams all’ala. Capitano è l’estremo Gareth Thomas, che festeggia le proprie mete dandosi simpaticamente colpetti sulla pelata, e che farà ancora parlare di sé anche dopo il ritiro dall’attività agonistica.
Ma questa è un’altra storia…

 {youtube}9WtHFx3n4O8{/youtube}

Back to top button