Giugno

Almanacco del 23 giugno 2014

OGGI

Lunedì, 23 Giugno 2014

NASCE

1668: Giovan Battista Vico, filosofo

1872: Luigi Orione, sacerdote

1912: Alan Turing, teorico del computer (macchina di Turing)

MUORE

79 d.C.: all’età di 70 anni muore l’imperatore di Roma Vespasiano
(Tito Flavio Vespasiano – Cesare Vespasiano Augusto)

ACCADDE

1794: l’imperatrice di Russia Caterina II concede agli ebrei di stabilirsi nella città di Kiev

1858: per ordine di papa Pio IX, Edgardo Mortara, 
bambino ebreo di 6 anni che vive a Bologna, viene tolto ai genitori per essere
condotto a Roma e cresciuto da cattolico. Il caso Mortara diventerà un caso
internazionale e costituirà uno dei punti di forza dell’esercito piemontese 
nella sua azione di annessione dei territori appartenenti allo Stato Pontificio

1860: nascono i Servizi Segreti Americani

1868: Christopher Latham Sholes brevetta la prima macchina da scrivere

1894: il barone Pierre de Coubertin fonda il Comitato Olimpico Internazionale

1944: Thomas Mann diventa cittadino americano

1990: la Moldavia dichiara la sua indipendenza

1993: Lorena Bobbitt evira il marito mentre dorme nel proprio letto

SI CELEBRA

Giornata delle Nazioni Unite per il Servizio Pubblico – Istituita dall’ONU

Lituania – Jonines Night – (Celebrazione del Solstizio d’Estate)

Danimarca – Incontro del Solstizio d’Estate

TEMPI ANTICHI

ROMA: giorno infausto agli uomini – anniversario della battaglia del Lago 
Trasimento in cui le truppe di Annibale sbaragliarono le armate romane

LA CHIESA RICORDA

Santi

Ss. Martiri di Nicomedia

B. Lanfranco Beccaria, S. Agrippina, S. Eteldreda (Audry), S. Zena

Onomastica

Vinicio

Nome di origine sconosciuta diffuso soprattutto nei Paesi di lingua spagnola

Adespòto: 1 Novembre

Alcuni calendari locali ricordano un San Vinicio il 23 Giugno e uno il 25 Ottobre, 
anche se molti testi di onomastica danno questo nome come Adespòto, cioè senza un onomastico

PROVERBIO

Hai bisogno? Ricorri, implora, prega;

con il bisogno il silenzio non fa lega

AFORISMA

Pecunia non olet.

[Vespasiano]

Per aumentare gli introiti dello stato l’imperatore Vespasiano introdusse
gli orinatoi dislocati nelle pubbliche vie, istituendo una tassa per chi li usava e una multa per chi non li usava.

Al puritano figlio Tito, che protestava, presentò sotto al naso una manciata di sesterzi chiedendo: “puzzano?”

DITELO CON I FIORI

Il significato di Gardenia Jasminoides è…

– Impazienza

– Sono troppo felice

CURIOSITÀ

2002: la temperatura minima si ferma a 27,9°C, 
la minima più alta registrata negli ultimi 20 anni

TEMPO AL TEMPO

1992: viene eseguito un test nucleare (test Americano)

1985: un Boeing 747 della Air India esplode a 9.500 metri sull’Oceano Atlantico, 
nei pressi delle coste irlandesi. 329 le vittime

TERRA

2001: alle ore 15.53 (ora locale – 21.33 ora italiana) un terremoto di magnitudo 8.4 
della Scala Richter colpisce il Perù. 240 sono le vittime accertate.

26 delle vittime sono state uccise dallo tzunami scatenatosi dopo la scossa di terremoto

CLASSIFICA MONTAGNE

2° Gruppo montuoso- K2

Altezza: 8611 m

Paesi: Cina, Pakistan

Prima scalata: 31 luglio 1954

Primi scalatori: A. Compagnoni,  L. Lacedelli

Numero decessi: 80

LATINO IN USO

Cupio dissolvi.

Desiderio d’essere dissolto. – L’espressione ha la sua origine in san Paolo,
il quale nella I^ lettera ai Filippesi scrive, secondo il testo della Vulgata, 
desiderium habens dissolvi et cum Christo esse, avendo il desiderio d’essere sciolto 
dal corpo per essere con Cristo. Col tempo però il senso originario di cupio 
dissolvi si è via via trasformato, per indicare in genere un desiderio di mistico 
annientamento in Cristo, e il motto è stato assunto a simbolo di aspirazione a una vita ascetica, 
di rinuncia alla personalità annullando il proprio io per immedesimarlo in Dio.

Cura ut valeas.

(Cicerone, Ep. ad fam.).

Procura di star sano. – Bella forma di saluto, chiudente le lettere, come questa: 
“Si tu vales bene est, ego quoque valeo”., Se tu stai bene, ne sono lieto; 
anch’io sto bene, – con cui Cicerone spesso iniziava le lettere.

Ab absurdo.

Per assurdo. – Termine filosofico e matematico antico, per dimostrare una verità 
col provare assurdo il suo contrario. La locuzione italiana equivalente è per assurdo, 
usata anche per dimostrazioni matematiche o con valore più generale.

Ab aeterno.

Dall’eternità. – Espressione usata, in teologia e filosofia,
per indicare ciò che non ha alcun cominciamento.
E’ frequente anche nell’uso letterario, con la grafia ab eterno: la materia stessa
niuno incominciamento ebbe, cioè a dire che ella è per sua propria forza ab eterno (Leopardi).

MODI DI DIRE

Acca

È lo stesso che “niente”, nelle espressioni non capire, non sapere un’acca.
Ciò dipende dal fatto che la lettera h non ha un suono proprio e autonomo nella lingua italiana.

Achille sotto la tenda

Secondo quanto narra l’Iliade, Achille, sdegnato contro Agamennone, 
si ritirò dalla guerra rimanendo a lungo appartato nella propria tenda e abbandonando 
l’esercito del re acheo alla disfatta. Fare l’Achille sotto la tenda si usa per lo più in senso
ironico, con l’implicazione che lo sdegnoso appartarsi dell’Achille in questione
è presuntuoso e a sproposito, e che non otterrà l’effetto
di danneggiare l’Agamennone della situazione.

All’ acqua di rose

L’acqua di rose è una delicata soluzione di essenza di rose, 
usata come detergente o emolliente per la pelle. Da qui la locuzione citata,
che si usa a proposito di cose fatte con superficialità, 
di rimedi inadeguati, semplici palliativi.

Tags

Guarda anche

Close
Close