Una gita a ...

Viaggi. A Natale nella Foresta Nera

Da fine novembre a Natale è il periodo migliore per visitare questa parte della Germania

Roma, 2 dicembre – “Mo’ vene Natale, non tengo denare, m’accatto o’ giornale e me vado a cuccà” diceva una famosa canzone napoletana del tempo che fu. Ma dato che in questo periodo di cose belle da fare ce ne sono molte (disponibilità di tempo e denaro permettendo) vi consigliamo di andarvi a “cuccare” un’altra volta. Tra le tante mete che ci dovrebbero indurre a non dar retta alla canzone succitata, ad esempio, c’è un bel viaggio nella Foresta Nera, celebre attrazione naturalistica della Germania che in questo periodo pre-natalizio offre mille spunti al visitatore.

Nelle cittadine con le tipiche case a graticcio di questa regione del sud tedesco, infatti, in questi giorni si crea una particolare atmosfera natalizia grazie ai mercatini e alle tradizioni risalenti al Medioevo. Per scoprirle si può partire da Friburgo (al confine con la Svizzera) e salire fino a Baden Baden, in un itinerario che vi porterà ad attraversare antichi borghi e cittadine, valli, cascate e … orologi.

Già, perché questa è anche la regione per eccellenza dei mastri orologiai tedeschi, che soprattutto a Gutach sono specializzati nella costruzione di quelli a cucù. Il più grande del mondo è proprio qui, a Schonach (vedi foto).

Poi ci sono le terme, figlie delle tante acque terapeutiche che qui sgorgano. A Baden Baden, ad esempio, la cultura termale fu introdotta addirittura dagli antichi romani e i bagni “Friedrichsbad” sono famosissimi per rilassarsi con i piaceri del wellness e preparare l’anima e il corpo alla successiva degustazione di una fetta delle tante, ottime, torte offerte dalle pasticcerie locali.

Buon viaggio, dunque, e auf wiedersehen.

Back to top button