Una gita a ...

Una gita a … Il trenino del Renon

In carrozze stile “Belle Epoque” tra boschi e laghi dell’Alto Adige.

Bolzano, 3 novembre – C’è un trenino in Alto Adige che ci riporta indietro nel tempo.

È quello che viaggia sull’altopiano del Renon partendo dalla Stazione Sovrabolzano, raggiungibile con la funivia che parte dal capoluogo di provincia. Dopo pochi minuti, in carrozza, ci si immerge in un clima da favola, tra boschi, montagne e il Lago di Costalovara, splendido nella cornice naturale nella quale è inserito.

Oltre alla scoperta della natura, però, la cosa più bella di questa esperienza alto-atesina sono le carrozze stile “belle époque” sulle quali si può viaggiare al posto di quelle normali (costo di 3,50 euro a persona, bambini gratis sotto i 6 anni, info renon.com).

Una volta arrivati a Costalovara si può seguire la Freudpromenade, un sentiero dedicato a Sigmund Freud, che soggiornò da queste parti nel 1911.

Oppure, per regalare una piacevole sosta-svago ai propri bambini, ci si può riposare nel parco giochi vicino alla chiesetta bianca e poi circumnavigare il lago e fare una visita al Museo Plattern, maso di seicento anni fa con un annesso percorso didattico.

Sull’altopiano del Renon, infine, si possono ammirare le piramidi di terra o la cima del corno del Renon, dalla quale si ammira un panorama stupendo sulle Alpi.

Ma affrettatevi, perché tra un po’ arriverà la neve e allora ogni discorso sarà rimandato a primavera.

 

Back to top button