Menu
Flash - Operazione "Anno Zero". 22 provvedimenti a carico del clan del latitante Matteo Messina Denaro

Flash - Operazione "Anno Zero…

Trapani, 19 aprile 2018 -...

Serie A, 33ma giornata 2018. Brividi in testa, fuochi d'artificio a Firenze. CLASSIFICA

Serie A, 33ma giornata 2018. Brivid…

Roma, 8 aprile 2018 - Paz...

Men in Pink Gala - VIDEO - GALLERIA FOTOGRAFICA

Men in Pink Gala - VIDEO - GALLERIA…

dalla nostra corrispond...

Serie A – 32ma giornata. Altra giornata pro-Juve - CLASSIFICA

Serie A – 32ma giornata. Altra gior…

I bianconeri volano a +6 ...

Accademia Filarmonica Romana - “Tierra y Alma” M.Ángel Berna e Manuela Adamo

Accademia Filarmonica Romana - “Tie…

Danza di passione e di me...

La Siria è vicina, ma sta lì.

La Siria è vicina, ma sta lì.

Roma, 14 aprile 2018 - Le...

Serie A, 32ma giornata 2018. Inter, avanti piano.

Serie A, 32ma giornata 2018. Inter,…

Roma, 14 aprile 2018 - An...

Rugby Eccellenza. Padova, Fiamme Oro e Calvisano-Rovigo sono le due semifinali scudetto 2018

Rugby Eccellenza. Padova, Fiamme Or…

Roma, 14 aprile 2018 - Ne...

I veti incrociati complicano la soluzione della crisi

I veti incrociati complicano la sol…

Roma, 13 aprile 2018 - Da...

Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Alexander Sladkovsky dirige autori russi

Accademia Nazionale di Santa Cecili…

Paganini v/s Mefistofele ...

Prev Next

Attualita.it - Articoli filtrati per data: Domenica, 18 Marzo 2018

Serie A – 29ma giornata. Il Napoli torna se stesso - CLASSIFICA

  • Pubblicato in Calcio
calcio napoli genoa marz 18Azzurri di nuovo a -2 dalla Juve. Roma e Inter allungano sulla Lazio. Quaterna di Icardi alla sua ex Sampdoria. 
Roma, 18 marzo – Il Napoli non si fa scappare l’opportunità di accorciare le distanze dalla Juve fermata a Ferrara. Batte il Genoa al San Paolo con un gol di Albiol e si porta a -2 dai bianconeri. Il minimo scarto non inganni, perché gli azzurri hanno dominato, hanno preso due pali e fallito altre buone occasioni da gol.
Il duello-scudetto continua, così come la volata per un posto nella prossima Champions, che oggi vede la Roma e l’Inter allungare sulla Lazio, fermata sull’1-1 all’Olimpico dal Bologna, che era passato in vantaggio con Verdi al 3’. Lucas Leiva ha pareggiato al 16’.
 
La Roma ha vinto 2-0 a Crotone con i gol di El Shaarawy e Nainggolan, mentre Icardi ha spopola contro la sua vecchia Sampdoria, alla quale ha segnato 4 delle 5 reti con cui l’Inter ha vinto a Genova. L’altro gol è di Perisic.
Alle loro spalle sale il Milan, che batte 3-2 il Chievo al Meazza al termine di una partita spettacolare: vantaggio rossonero di Chalanoglu, pareggio di Stepinski, 1-2 veneto di Inglese, 2-2 di Cutrone grazie al ricorso al VAR e gol-vittoria di André Silva. Alla fine Gattuso dice onestamente che senza l’aiuto del VAR, forse il suo Milan non avrebbe vinto.
L’Atalanta ne fa 5 a Verona, con tripletta di Ilicic e reti di Cristante e Gomez, il Torino perde in casa 1-2 con la Fiorentina(reti di Veretout e Belotti e rigore nel finale di Thereau) e mette in discussione la panchina di Mazzarri, che pere ora resta in sella.  
In coda il Cagliari vince 2-1 a Benevento segnando l’1-1 con Pavoletti al 91’ e il 2-1 con Barella, su rigore, al 94’. In precedenza aveva segnato un gran gol Brignola.
 
Classifica. Juventus 75; Napoli 73; Roma 59; Inter 55; Lazio 54; Milan 50; Atalanta e Sampdoria 44; Fiorentina 41; Torino 36; Bologna 34; Udinese 33; Genoa 30; Cagliari 29; Sassuolo 27; Chievo e SPAL 25; Crotone 24; Verona 22; Benevento 10.
1 partita in meno: Inter, Milan, Atalanta, Fiorentina, Sampdoria, Torino, Udinese, Cagliari, Sassuolo, Chievo, Crotone, Verona e Benevento
Leggi tutto...

MotoGP - Qatar - Vince Dovizioso su Marques e Rossi

  • Pubblicato in MotoGp
motogp qatar dovizioso rossi mar 18
(foto Ansa/Epa)
Roma, 18 marzo 2018 - È tempo di Italia nello sport mondiale. Dopo il successo ieri di Vincenzo Nibali nella classicissima del ciclismo Milano-Sanremo, oggi è stato Andrea Dovizioso a prendersi il successo in Qatar nella gara di apertura del Motomondiale, bruciando sul traguardo il Campione del Mondo in carica Marc Marques seguito da Valentino Rossi.
Come Nibali, anche Dovizioso  si può definire un figlio del Sud, nel senso che è nato, in Romagna a Forlimpopoli dove suo padre Antonio, motociclista agonista dilettante di Cross, era giunto dalla natia Calascibetta (Enna) all’età di otto anni.
Le analogie con lo Squalo dello Stretto non finiscono però qui. Per entrambi bravura tecnica e solidità mentale si sposano con una qualità fondamentale  per chi si cimenta nelle due ruote  a motore  o senza: il coraggio e la lucida temerarietà al limite della incoscienza.
Lo squalo messinese non ha rivali quando si tratta di buttarsi a capofitto per discese a scapicollo   come  ha fatto ieri sul Poggio prima di San Remo, neanche incidenti quasi mortali lo fermano.
La caratteristica più evidente di Andrea Dovizioso è la sua perenne gara contro la forza centrifuga. È li che nasce  la differenza principale  con gli altri competitors magari meglio equipaggiati.  Gomme consumate, pioggia, macchie d’olio. Lui viaggia sempre al limite. Dove gli altri non ci provano. Non vive solo di tecnica e motore, lui ci mette il coraggio speciale a rischio di andare a gambe all’aria. Cosa che succede di frequente, ma che non lo fa cambiare.
Quello odierno in Qatar è stato il suo capolavoro in quanto a matrimonio fra abilità, lucidità, tecnica e coraggio.
Gli ultimi giri del Gran Prix del Qatar  sono quelli che nessuno che li ha vissuti, da attore o spettatore,  potrà dimenticare.
L’allungo a tre dopo  tante schermaglie. Con il pilota della Ducati in testa. Il Campione del Mondo Marc Marques in scia ed il sempiterno Valentino Rossi, dietro,  pronto ad approfittare  di un qualsiasi errore  del duo di testa.
Il centauro spagnolo è davvero il migliore in circolazione con la sua Honda.  Inesorabile in circostanze come quella odierna. Tallona in scia  Dovizioso per togliergli concentrazione e confonderlo  ad ogni curva. Marques sa che la sua Honda   è in grado di uscire improvvisamente dalla scia  in frenata e sorpassare chi lo precede.  Dovizioso lo sa e non può fare altro che attendere ed affidarsi al proprio talento e coraggio.
Così passano gli ultimi giri ed arriva anche l’ultimo. La situazione non cambia. Che Marques non abbia la potenza o le gomme per attaccare una moto di pari prestazioni nonostante il vantaggio della scia?  No il furbo spagnolo (nemico giurato di Valentino) attacca alla penultima curva quando poi Dovizioso non avrà più modo di reagire. Il sorpasso  arriva  all’esterno di una curva a destra. Marques supera e poi stringe. Dovizioso è dietro. Ma il Campione del mondo non ha fatto i conti con il coraggio di Andrea. L’italiano, infatti, riesce ad infilare la sua ruota all’interno. C’è un piccolo spazio fra la Honda ed il cordolo. La Ducati ha la potenza per infilarsi.
Marques deve decidere: o continua a chiudere ed è collisione certa, oppure deve lasciare passare l’avversario.  È la prima tappa del Mondiale. Si può arrivare anche secondi!! Concede lo spazio. Dovizioso passa e vince per 27 millesimi di secondo.
Valentino anche sale su podio. Italia batte Spagna 2-1. Industria motociclistica italiana (Ducati)  batte industria giapponese (Honda e Yamaha). Inno di Mameli cantato a squarciagola dai meccanici italiani.
Eppure ci sono politici che lo sport - e quello che può significare per la crescita di un Paese,  lo scoprono solo adesso. Dovrebbero scoprire anche che il coraggio è una caratteristica italiana nazionale che non conosce latitudini. Un'Italia che si vuole dividere fra Nord e Sud. Fra attivi tassati  e passivi  assistiti. Dimenticando che il coraggio è figlio dell’orgoglio. E questo, certo, non si vende.
 
ORDINE DI ARRIVO:
01) A. Dovizioso (Ducati)
02) M. Marquez (Honda)
03) V. Rossi (Yamaha)
04) C. Crutchlow (Honda)
05) D. Petrucci (Ducati)
06) M. Viñales (Yamaha)
07) D. Pedrosa (Honda)
08) J. Zarco (Yamaha)
09) A. Iannone (Suzuki)
10) J. Miller (Ducati)
11) T. Rabat (Ducati)
12) F. Morbidelli (Honda)
13) A. Bautista (Ducati)
14) H. Syahrin (Yamaha)
15) K. Abraham (Ducati)
16) T. Luthi (Honda)
17) T. Nakagami (Honda)
18) B. Smith (KTM)
19) A. Espargaro (Aprilia)
20) S. Redding (Aprilia)
21) X. Simeon (Ducati)
Ritirati:
Jorge Lorenzo (Ducati)
Alex Rins (Suzuki)
Pol Espargaro (KTM)
 

CLASSIFICA PILOTI

N  Nome-Cognome Punti
1 Andrea Dovizioso 25
2 Marc Marquez 20
3 Valentino Rossi 16
4 Cal Crutchlow 13
5 Danilo Petrucci 11
6 Maverick Vinales 10
7 Daniel Pedrosa 9
8 Johann Zarco 8
9 Andrea Iannone 7
10 Jack Miller 6
11 Tito Rabat 5
12 Franco Morbidelli 4
13 Alvaro Bautista 3
14 Hafizh Syahrin 2
15 Karel Abraham 1
16 Takaaki Nakagami 0
16 Jorge Lorenzo 0
16 Xavier Simeon 0
16 Pol Espargaro 0
16 Bradley Smith 0
16 Alex Rins 0
16 Aleix Espargaro 0
16 Scott Redding 0
16 Thomas Lüthi 0
Leggi tutto...

Stavano per far esplodere un bancomat. Sorpresi, nella fuga finiscono in una scarpata. Un arresto

  • Pubblicato in Cronaca
cc av paletta marmotta bancomatAvellino, 18 marzo 2018 - Operavano sempre con la stessa tecnica: introduzione di una paletta ("marmotta"), contenente dell'esplosivo, nella fessura del bancomat. Dopo la detonazione, i soldi finiscono in parte all’interno degli istituti di credito dove i malviventi li recuperano sfondando le vetrate con auto oggetto di furto. Quindi la fuga con il bottino.
La "banda della marmotta", come era stata denominata, aveva colpito numerosi istituti di credito ed in tal senso, i servizi disposti dall'Arma di Avellino, erano mirati alla prevenzione-repressione di tale fenomeno che creava, oltre al danno economico, allarme sociale, in particolare nei luoghi dove sopra gli istituti bancari vi erano abitazioni.
Così, alle tre di questa notte a Sturno (AV),   la pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Frigento e del Nucleo Operativo di Mirabella Eclano, notavano nei pressi della filiale del BCC Flumeri, un’autovettura Lancia Lybra, poi risultata rubata a Mirabella Eclano, con a bordo tre soggetti.
I Carabinieri si dirigevano verso di loro per procedere al controllo ma il conducente dell’auto sospetta, intuita la manovra dei Militari dell'Arma, ripartiva velocemente, dando vita ad un lungo inseguimento, culminato in un’area privata rurale con il ribaltamento di quella Lancia Lybra.
Mentre i due passeggeri riuscivano a darsi alla fuga e, favoriti dall'oscurità, dileguarsi nelle campagne circostanti, i Carabinieri bloccavano il conducente, un 49enne di Ortanova (FG), pluripregiudicato, ritenuto membro della banda specializzata nei furti ai bancomat con esplosivo.Infatti, nell’auto, venivano rinvenuti e sottoposti a sequestro oggetti da scasso nonché una “marmotta” pronta all’uso, che veniva presa in custodia e neutralizzata dai Carabinieri Artificieri Antisabotaggio del Nucleo di Napoli.
Il fermato veniva arrestato per rispondere dei reati di "resistenza a Pubblico Ufficiale, detenzione illegale di ordigni micidiali, ricettazione, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso nonché tentato furto" e posto a disposizione della Magistratura.
Mentre sono in corso le ricerche per catturare i due fuggitivi, gli inquirenti tentano ora di raccogliere elementi utili ai fini investigativi per provare la responsabilità dell'arrestato per i reati commessi con quel "modus operandi".
Intanto i Carabinieri invitano i cittadini a segnalare tempestivamente al “112”, Numero Unico Europeo per le Emergenze, situazioni inconsuete nonché veicoli o persone sospette in quanto la collaborazione di tutti è essenziale per poter garantire la tranquillità alla popolazione.
Leggi tutto...

Rugby Sei Nazioni - Le Donne e gli Azzurrini vendicano nuovamente gli Azzurri

  • Pubblicato in Rugby
rugby 6N U20 femm 18Roma, 18 marzo 2018 -   Le donne e gli Under 20 azzurri  ribaltano il risultato del confronto Sei Nazioni di Rugby Italia/Scozia con due successi chiari ed incontrovertibili “vendicando”. in qualche modo, l’immeritata sconfitta subita ieri dalla Nazionale Assoluta italiana all’Olimpico.
Proprio come  era accaduto  una settimana a Cardiff, dove l’Italia  si era aggiudicato per 2-1 la contesa Sei Nazioni contro il Galles: sconfitta la Nazionale Uomini, vittoriose le azzurre e gli azzurrini.
Particolarmente significativa l’affermazione delle ragazze allo Stadio Plebiscito di Padova, che,  in diretta TV  su Eurosport,   centrano la seconda vittoria consecutiva nella quinta ed ultima giornata del Women’s Six Nations. 
Il Torneo al femminile è stato vinto dalla Francia. Seconda  l’Inghilterra. Poi, con due vittorie,  seguono appaiate Irlanda ed Italia. Quinto il Galles. Ultima la Scozia.
Partono a spron battuto le Azzurre che con un’azione di forza sull’asse Locatelli-Franco vanno in meta con Melissa Bettoni al 3’, con Michela Sillari che trasforma per il momentaneo 7-0. La squadra guidata da Andrea Di Giandomenico continua ad attaccare e pochi minuti dopo trova la seconda meta del match con Sofia Stefan che sul lato mancino del campo realizza i suoi primi punti del torneo schiacciando l’ovale accanto alla bandierina con un’azione del tutto simile che ha portato Beatrice Rigoni in meta contro il Galles la scorsa domenica. La Scozia prova ad accorciare le distanze, ma la difesa coriacea dell’Italia in due occasioni riesce a mantenere intatto il passivo. Al 22’ l’Italdonne spreca una ghiotta occasione per prendere il largo con un passaggio in avanti millimetrico di Michela Sillari che aveva lanciato in campo aperto Sofia Stefan. La terza meta viene rimandata di soli cinque minuti con Giada Franco che finalizza in mezzo ai pali una grande incursione solitaria di Manuela Furlan. Sul finale di tempo Lauren Harris ha tra le mani la palla per i primi punti della sua squadra, ma un recupero last minute di Franco sventa la minaccia.
La ripresa inizia sulla falsa riga della prima frazione di gioco con le Azzurre che attaccano e conquistano la meta del bonus con la padovana Beatrice Rigoni che si invola in solitaria in meta. I primi punti delle avversarie arrivano al 56’ con una meta del pilone Skeldon che vale il momentaneo 26-5. La Scozia, sotto la pioggia battente, accorcia ulteriormente le distanze con la meta della neo entrata Sinclair trasformata da Malcom.
Ancora più travolgente il successo degli Azzurrini U20  che celebrano la 'prima' barese di un match tra nazionali della palla ovale, battendo con personalità i pari età della Scozia nell'ultima giornata del 6 Nazioni di categoria: 45 a 31 è il punteggio finale del pomeriggio allo stadio Della Vittoria che si è concluso tra gli applausi festanti degli oltre 5.200 spettatori, nonostante l'orario poco felice del match.
Partenza fulminante degli azzurri che realizzano due mete in 11 minuti: al 5' marca Batista seguito poco dopo da Luccardi con Biondelli a realizzare la seconda trasformazione dopo aver fallito la prima. Gli ospiti accusano il colpo ma reagiscono: al 21' è Dewhirst ad accorciare le distanze anche grazie al calcio tra i pali di Thompson per il momentaneo 12 a 7. La reazione italiana è da grande squadra. A salire in cattedra è Forcucci che al 25' e al 30' porta l'Italia al largo grazie a due pregevoli mete: al 30' è già 24 a 7 nel tripudio del Della Vittoria con bonus per le 4 mete realizzate già in cascina azzurra. Gli scozzesi non mollano e si avvicinano grazie a McDowall che fissa, assieme a Thompson, il punteggio sul 24-14 all'intervallo.
La ripresa regala altre emozioni. Il fiato sul collo azzurro da parte degli ospiti si fa più insistente: al 44' è la meta (poi trasformata) di Trotter a riaprire i giochi e a portare la Scozia a meno tre. Il Della Vittoria sente che è il momento di supportare i propri ragazzi e l'Italia ingrana la marcia decisiva: cinque minuti di intensità ed è Lamaro a trasformare in oro una ripartenza micidiale per i cardi. Il calcio di punizione di Thompson al 55' riporta in zona break gli ospiti ma è solo un'illusione: pochi minuti dopo grande azione di squadra dell'Italia che porta in meta Fischetti. Il calcio vincente di Rizzi consente all'Italia di salire sul 38 a 24. Prima della fine c'è tempo per due mete, entrambe trasformate, una per parte, siglate da Fusco e Dewhirst. Finisce tra gli applausi per le due squadre e la festa degli Azzurrini allenati da Roselli che chiudono un bellissimo torneo confermando il pesante successo della settimana scorsa in Galles.
Una giornata storica per il rugby barese che celebra con una splendida vittoria il debutto della città sui grandi palcoscenici ovali, aspettando, magari, un test match degli Azzurri più grandi.
Leggi tutto...

Parco di Colle Oppio - Arrestato pusher malese

  • Pubblicato in Roma
Polizia Locale arrestoRoma, 18 marzo 2018 - Mentre nel tardo pomeriggio stavano effettuando una pattuglia in via del Monte Oppio, gli Agenti del Gruppo Sicurezza Sociale Urbana della Polizia Locale di Roma Capitale, comandato da Ugo Esposito, notavano lo scambio di soldi e una bustina fra due persone.
Gli Agenti si dirigevano verso di loro e, mentre il giovane che aveva ricevuto la bustina riusciva a scappare gettandola a terra, poi recuperata dagli operanti che bloccavano il cedente. Questi, pensando di non essere visto, nascondeva in bocca altra bustina. Alla richiesta dei Poliziotti Locali, la estraeva dalla bocca, consegnandola, unitamente ai soldi ricevuti per la vendita. La bustina recuperata, come l'altra, risultava contenere marijuana.
Il fermato veniva identificato per K. I., 20enne malese, con numerosi precedenti specifici per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, senza fissa dimora.
Sia lo stupefacente che i soldi recuperati, venivano sottoposti a sequestro mentre K.I. veniva arrestato per rispondere di " spaccio di sostanza stupefacente".
L’Autorità Giudiziaria, nel convalidare l’arresto dello spacciatore, nonostante non abbia fissa, dimora, ha disposto a suo carico l’obbligo di firma.
Leggi tutto...

Rugby Eccellenza, risultati XV giornata. Passo falso del Calvisano.

  • Pubblicato in Rugby
rugby femi mogliano meta Matteo Ferro 18Ne approfittano Rovigo e Padova.
Roma, 18 marzo 2018 - La quindicesima giornata doveva essere di routine. Invece il Rugby Sab Dona' mischia le carte. Dopo ottanta minuti di lotta e complice in campo molto pesante, i veneti battono il Rugby Calvisano per 24-19.
Come detto ne approfitta il Rugby Rovigo che superano con bonus il Mogliano per 32-15 e passano in vetta alla classifica.
Anche il Petrarca Padova centra la vittoria che vale l'aggancio del Calvisano.
A Firenze contro I Medicei, il Padova passa per 33-8.
Le fiamme Oro Roma invece vincono un delicato match contro il Rugby Viadana per 11-9 e sperano di riprendere proprio il San Dona che sta avanti di otto punti.
Spettacolo e mete a Roma. La Lazio alla fine batte il Rugby Reggio per 33-31.
 
Eccellenza – XV giornata – 18.03.18
Lafert San Donà v Patarò Calvisano 24-19 (4-1)
Femi-CZ Rovigo v Mogliano Rugby 32-13 (5-0)
Lazio Rugby 1927 v Conad Reggio 33-31 (5-2)
Toscana Aeroporti I Medicei v Petrarca Padova 8-33 (0-5)
Rugby Viadana 1970 v Fiamme Oro Rugby 9-11 (1-4)
 
Classifica: Femi-CZ Rovigo 61; Patarò Calvisano e Petrarca Padova 60; Lafert San Donà 47; Rugby Fiamme Oro 39, rugby viadana 37, Toscana Aeroporti I Medicei 25; Conad Reggio 23; Lazio Rugby 1927 15; Mogliano Rugby 5
 
Tabellini
 
Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” – domenica 18 marzo
Eccellenza, XV giornata
Femi-CZ Rovigo v Mogliano Rugby 32-13 (19-3)
Marcatori: p.t. 6’ m. Momberg tr. Mantelli (7-0), 28’ c.p. Buondonno (7-3), 34’ m. De Marchi non tr. (12-3), 40’ m. Ferro tr. Mantelli (19-3); s.t. 49’ c.p. Buondonno (19-6), 59’ m. Momberg non tr. (24-6), 74’ c.p. Mantelli (27-6), 78’ m. Ferro non tr. (32-6), 80’ m. e tr. Buondonno (32-13)
FEMI-CZ Rovigo: Odiete; Robertson-Weepu, Davies, Van Niekerk (75’ Modena), Cioffi (75’ Biffi); Mantelli (75’ Pasini), Chillon; Ferro, De Marchi, Venco (46’ Lubian); Boggiani (55’ Parker), Ortis; D’Amico (68’ Pavesi), Momberg (cap.) (60’ Cadorini), Muccignat (55’ Vecchini).
all.McDonnell, Casellato
Mogliano Rugby: D'Anna (39’ Ferraro); Buondonno, Da Re (35’ Zanchi), Zanatta, Guarducci (cap.); Giabardo A., Fabi; Baldino (49’ Giabardo G.), Carraretto, Gentile (49’ Corazzi); Flammini, Finotto (65’ Vecchiato); Bigoni (56’ Stefani), Nicotera (46’ Masato), Buonfiglio (49’ Vento). All. Dalla Nora, Filippucci
arb.Bottino (Roma)
Cartellini: 39’ giallo a Nicotera (Mogliano Rugby), 62’ giallo a Robertson-Weepu (FEMI-CZ Rovigo)
Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 3/5; Chillon (FEMI-CZ Rovigo) 0/1; Buondonno (Mogliano Rugby) 3/3
Note: giornata piovosa, circa 10°, campo molto pesante. Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Giampiero Ricci, Azzurro n° 218, e di Dario Barion padre del rossoblù Guido. Spettatori circa 650.
Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 5; Mogliano Rugby 0
Man of the Match: Momberg (FEMI-CZ Rovigo)
 
San Donà di Piave (VE) - domenica 18 marzo 2018
Eccellenza, XV giornata
Lafert San Donà v Patarò Rugby Calvisano 24-19 (14-12)
Marcatori: p.t. 4’ m. Van Zyl tr Ambrosini (7-0), 24’ m. Ambrosini tr Ambrosini (14-0), 33’ m. Venditti (14-5), 40’ m. Venditti tr Mortali (14-12); s.t. 45’ m. tecnica (21-12), 78’ m. Pettinelli tr. Mortali (21-19), 80’ cp Ambrosini (24-19)
Lafert San Donà: Van Zyl; Pratichetti, Lupini, Iovu, Falsaperla; Ambrosini, Rorato (76’ Biasuzzi); Derbyshire (C) (72’ Rigo), Vian GM, Wessels; Van Vuren (64’ Bacchin), Erasmus; Michelini, Bauer (76’ Dal Sie), Zanusso (67’ Ceccato).
All. Ansell
Patarò Calvisano: Tuimavave; Dal Zilio, Paz (45’ Paz), De Santis, Susio (60’ Chiesa); Mortali, Semenzato; Tuivaiti, Pettinelli, D'Onofrio (56’ Biancotti); Venditti, Andreotti (20’ Zanetti); Zilocchi (74’ Biancotti) , Morelli (C) (74’ Giovanchelli), Rimpelli.
All. Brunello
Arb. Bolzonella (Cuneo)
Cartellini: 45’ giallo Susio (Calvisano)
Calciatori: Ambrosini (Lafert San Donà) 3/3; Mortali (Patarò Calvisano) 2/3
Note: giornata nuvolosa, campo in buone condizioni.  305 spettatori
Punti conquistati in classifica: Lafert San Donà 4, Patarò Rugby Calvisano 1
Man of the Match: Ambrosini (Lafert San Donà)
 
Roma, “CPO” Giulio Onesti - domenica 18 Marzo 2018
Eccellenza, XV giornata
S.S. Lazio Rugby 1927 v Conad Reggio 33-31 (30-12)
Marcatori: p.t. 5’ cp Ceballos (3-0), 10’ cp Ceballos (6-0), 13’ m. Panunzi tr Gennari (6-7), 17’ m. Vella (11-7), 25’ m. Freytes (16-7), 30’ m. Guardiano tr Ceballos (23-7), 35’ m. Bonavolontà F. tr Ceballos  (30-7), 40’ m. Manghi (30-12) s.t. 43’ m. Gennari tr Gennari (30-19), 54’ m. Dell’Acqua (30-24), 79’ m. Mordacci tr Gennari (33-31)
S.S. Lazio Rugby 1927: Antl; Bonavolontà F., Guardiano, Vella; Di Giulio, Ceballos, Bonavolontà D (64’ Giangrande).; Freytes; Filippucci (cap), Pagotto; Cicchinelli, Pierini; Forgini, Cugini, Marsella (53’ Amendola).
all. Montella
Conad Reggio: Farolini; Costella (70’ Caminati), Paletta, Suniula; Gennari; Rodriguez, Panunzi; Mordacci; Messori, Balsemin (67’ Gatti); Dell’Acqua, Devodier (67’ Regestro); Celona, Manghi (65’ Perrone), Quaranta (67’ Bordonaro).
All. Manghi
arb. Federico Boraso (Rovigo)
Cartellini: Al 45’ giallo a Filippucci (S.S. Lazio Rugby 1927)
Calciatori: Ceballos (S.S. Lazio Rugby 1927) 5/8, Gennari (Conad Reggio) 3/5
Note: Giornata piovosa. Spettatori: circa 700.
Punti conquistati in classifica: S.S. Lazio Rugby 1927 5, Conad Reggio 2
Man of the Match: Andrea Vella (S.S. Lazio Rugby 1927)

Viadana, stadio L. Zaffanella - domenica 18 marzo 2018
Campionato Eccellenza,  XV giornata
Rugby Viadana 1970 v Fiamme Oro Rugby 3-8 (9-11)
Marcatori: p.t. 3' m Zago FOR (0-5); 11' drop Finco Viadana (3-5); 25' cp Edwardson FOR (3-8). S.t.  45' cp O’Keeffe Viadana (6-8); 60' cp Finco Viadana (9-8); 63' cp Roden FOR (9-11).
Fiamme Oro Rugby: Sepe; Di Massimo (60’ Bergamin); Quartaroli; Gabbianelli; Bacchetti; Edwardson; Parisotto (60’ Calabrese); Amenta ©; Cristiano; Caffini; Cornelli; Fragnito (60’ Roden); Iacob (60’ Ceglie); Moriconi (54’ Kudin); Cocivera (45’ Zago)
All. Castagna
Rugby Viadana: Spinelli; Amadasi, Menon, Pavan, O’ Keeffe; Finco, Gregorio (63’ Bacchi); Denti And. © (33’ Moreschi), Delnevo, Ribaldi; Caila (25’ Chiappini), Orlandi; Brandolini, Ceciliani (60' Silva), Breglia (45’ Denti Ant.).
All. Frati/Sciamanna
Arb. Schipani (Benevento)
Cartellini: 33’ giallo Parisotto (Fiamme Oro)
Calciatori:  O’Keeffe 1/2 (Viadana), Edwardson 1/3 (Fiamme Oro), Finco 2/2 (Viadana)
Note: giornata piovosa, campo in cattive condizioni,  300 spettatori
Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro Rugby 4, Rugby Viadana 1
Man of the MatchAmenta(8) Fiamme Oro Rugby
Leggi tutto...

Almanacco del 18 marzo 2018

  • Pubblicato in Marzo

ALMANACCO NEW 3

ALMAN BUONA DOMENICA LETTORI

alman mazzo fiori

OGGI

Domenica, 18 Marzo 2018

È il 77º giorno dell'anno

Mancano 288 giorni alla fine dell'anno.

alman mazzo fiori

NASCE

1945: Bobby Solo, cantautore, chitarrista e attore

(Una lacrima sul viso)

1953: Ivan Cattaneo, cantautore (Quando tramonta il sol)

1963: Roberto Rondelli, cantautore, attore e poeta

(La pazza gioia)

1962: Massimo Giletti, conduttore televisivo (L'Arena)

1978:Benedetta Massola, attrice, showgirl

(Tv Un amore e una vendetta)

MUORE

2002: Mario Gariazzo, regista (Sapore di donna) (n.1930)

2008: Oreste Rizzini, attore, doppiatore

(Paul Newman in Il verdetto) (n. 1940)

2011: Enzo Cannavale, attore comico

(serie Piedone) (n.1928)

2014: Ottavio Garaventa, tenore. Per le doti di affidabilità

ed eclettismo era definito "tenore sicurezza". Si è esibito

nei più importanti teatri italiani e del mondo (n. 1934)

2016: Carlo Di Carlo, regista e critico cinematografico

(Il gioco degli specchi) (n. 1938)

STRANIERI 

1975: nasce Sutton Foster, attrice, cantante e ballerina

statunitense (Younger - serie TV)

1980: nasce Sophia Myles, attrice inglese

(Transformers - L'ultimo cavaliere)

2009: muore Natasha Richardson, attrice britannica

(Un amore senza tempo) (n. 1963)

2017: muore Chuck Berry, cantautore, chitarrista e

compositore statunitense, padre del rock and roll (n.1926)

alman mazzo fiori

ACCADDE

1223 - Primo Concilio Lateranense, presso la basilica di

San Giovanni in Laterano a Roma (fino all'11 aprile),

convocato dopo il concordato di Worms. Nono concilio

nella storia della Chiesa Cattolica e

primo a svolgersi in Occidente.

1314 – Morte sul rogo di Jacques de Molay, l'ultimo

maestro dell'Ordine dei Templari

1536 – Presunta apparizione di Nostra Signora della

Misericordia nel savonese al contadino Antonio Botta

1662 – A Parigi entra in funzione il primo esempio di 

trasporto pubblico al mondo. Su un'idea di Blaise Pascal

 7 carrozze collegano Porte Saint-Antoine

al Palazzo del Lussemburgo

1844: nasce Nikolaj Andreevič Rimskij-Korsakov,

compositore e docente russo

(Il volo del calabrone) (†1908)

1848 -Dopo che il giorno precedente Venezia era insorta,

a Milano Carlo Cattaneo, ottiene alcune concessioni dal

vicegovernatore austriaco, subito annullate dal generale

austriaco Josef Radetzky. Cattaneo e i suoi insorgono,

iniziando le cinque giornate di Milano

1925 –Un incendio distrugge molti personaggi esposti nel

famoso museo delle cere Madame Tussauds di Londra

1937: A New London, in Texas, una fuga di gas determina

l'esplosione di una scuola e la morte di più di 300 persone

per lo più bambini

1964 – Italia, viene aperto al traffico il traforo

del Gran San Bernardo

1965 – Il Cosmonauta Aleksei Leonov lascia per 12 minuti

la navetta Voschod 2, diventando la prima persona a

 camminare nello spazio

1980: muore Girolamo Minervini, magistrato italiano,

assassinato dalle Brigate Rosse (n. 1919)

1983: muore Umberto II di Savoia,ultimo re d'Italia(n.1904)

1989 – In Egitto, una mummia vecchia di 4.400 anni viene

trovata nella Piramide di Cheope

2015 - Tunisi: attacco terroristico presso il Museo

nazionale del Bardo, che provoca 22 morti.

alman mazzo fiori

LA CHIESA RICORDA

 Santi e Beati

S. Cirillo di Gerusalemme

S. Anselmo II di Lucca, S. Edoardo, S. Frediano,

Ss. Narcisso( Narciso ) e Felice, Sant' Edoardo,

Sant' Alessandro di Gerusalemme,

San Salvatore

alman mazzo fiori

DAI GUINNES DEI PRIMATI

Nel Guinnes dei primati, troviamo anche il peperoncino e

scopriamo che il più piccante del mondo è il "Carolina

Reaper", coltivato nella Carolina del Sud, negli Stati Uniti.

È cresciuto alla PuckerButt Pepper Company grazie a

Ed Currie e ha una media di 1.569.300 unità Scoville,

confermata ufficialmente dal Guinness World Record.

Oltre ad essere molto piccante, sembra avere un gusto

dolce e fruttato con un pizzico di cannella e sfumature di

cioccolato. Il Carolina Reaper, è un misto tra l'Habanero

e il Naga Viper, ed è il frutto di dieci anni di attenzioni e

lavoro meticoloso. Scoperto che la capsaicina - composto

chimico presente nei peperoncini - può essere usato per

combattere il cancro, Ed Currie ha donato metà del suo

raccolto alla ricerca sul cancro.

alman mazzo fiori

PROVERBIO

Cavoli e minestrone

mantengono benone

alman mazzo fiori

AFORISMA

Con la libertà tutto è possibile,

senza libertà tutto è perduto. 

(Umberto II)

alman mazzo fiori

 

DITELO CON I FIORI

Il significato di - Giunchiglia Grande è...

- Sei il mio unico amore

alman mazzo fiori

FRASE DEL GIORNO

L'uomo più saggio non è colui che sa,

ma chi sa di non sapere.

(Socrate)

alman mazzo fiori

PENSIERO DEL MATTINO

Alzati con determinazione,
vai a letto con soddisfazione.

alman mazzo fiori

MASSIMA DEL GIORNO DIVERTENTE

Dialogo nonno nipotina.

- "Nonno, mi puoi accompagnare a casa di una compagna

di classe perchè dobbiamo fare una ricerca?"

- "Giulia, un'altra volta? Di alla tua amichetta che adesso

basta! Se imparasse a mettere le cose in ordine, non ci

sarebbe bisogno di chiamarti e, anzichè studiare, fare

continue ricerche!"

Giulia è quasi svenuta!

(Salvatore Veltri)

alman mazzo fiori

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...