Menu
Flash - Operazione "Anno Zero". 22 provvedimenti a carico del clan del latitante Matteo Messina Denaro

Flash - Operazione "Anno Zero…

Trapani, 19 aprile 2018 -...

Serie A, 33ma giornata 2018. Brividi in testa, fuochi d'artificio a Firenze. CLASSIFICA

Serie A, 33ma giornata 2018. Brivid…

Roma, 8 aprile 2018 - Paz...

Men in Pink Gala - VIDEO - GALLERIA FOTOGRAFICA

Men in Pink Gala - VIDEO - GALLERIA…

dalla nostra corrispond...

Serie A – 32ma giornata. Altra giornata pro-Juve - CLASSIFICA

Serie A – 32ma giornata. Altra gior…

I bianconeri volano a +6 ...

Accademia Filarmonica Romana - “Tierra y Alma” M.Ángel Berna e Manuela Adamo

Accademia Filarmonica Romana - “Tie…

Danza di passione e di me...

La Siria è vicina, ma sta lì.

La Siria è vicina, ma sta lì.

Roma, 14 aprile 2018 - Le...

Serie A, 32ma giornata 2018. Inter, avanti piano.

Serie A, 32ma giornata 2018. Inter,…

Roma, 14 aprile 2018 - An...

Rugby Eccellenza. Padova, Fiamme Oro e Calvisano-Rovigo sono le due semifinali scudetto 2018

Rugby Eccellenza. Padova, Fiamme Or…

Roma, 14 aprile 2018 - Ne...

I veti incrociati complicano la soluzione della crisi

I veti incrociati complicano la sol…

Roma, 13 aprile 2018 - Da...

Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Alexander Sladkovsky dirige autori russi

Accademia Nazionale di Santa Cecili…

Paganini v/s Mefistofele ...

Prev Next

Attualita.it - Articoli filtrati per data: Venerdì, 06 Aprile 2018

Teatro Eliseo – Circus Don Chisciotte di e con Ruggero Cappuccio

teatro circus don chisciotteIl Professor Cervante erudito e dottrinario
Al Teatro Eliseo “Circus Miguel de Cervantes”, scritto, diretto e interpretato da Ruggero Cappuccio è un percorso visionario in una Napoli notturna, ctonia, buia e spettrale, all’interno di una stazione abbandonata.
Qui giunge il professore Michele Cervante, vagabondo erudito e dottrinario. Come l’antenato (presunto) Miguel de Cervantes e il suo personaggio, il celebre Don Chisciotte, egli ha la mente popolata di letture alla rinfusa, come accade a chi è famelico di conoscenza, compulsivo di sapere, ma il nostro napoletano malinconico può vedere e toccare molti ma molti più libri, valicare oceani di sapienza bibliografica e approdare nelle Americhe di Sepulveda, di Saramago, giocare con la filosofia, con la letteratura, passando da Kant, Spinoza a Eco, e utilizzare quei volumi come sassi che lo sostengano nello stagno del suo presente, per non naufragare nel nulla.
Un cavaliere che guarda al mondo secentesco pronto a combattere ingiustizie e abusi, mentre l’immaginazione riscrive la realtà trasformando semplici pale eoliche in mulini a vento, mostruosi giganti da combattere, o un carrello abbandonato nel focoso destriero Ronzinante.
Come il vecchio “cavalier dalla trista figura”, anche il nostro vagabondo napoletano troverà nella stazione dismessa il suo fido scudiero, pronto a cavalcare con lui il sogno. Si chiama Salvo, era un infermiere che ora, perduto nei meandri della società, si è ridotto a vivere da barbone. Basta aggiungere un Panza al suo nome e il gioco è fatto.
Incomincia l’avventura, che è anche e soprattutto avventura nella parola, dove Cervante ha il ruolo dell’addottrinatore, quello che fu della sua professione e che può trascinare ed esaltare e persino coinvolgere nel “disparate” il molto più concreto Salvo Panza, facendogli lumeggiare un futuro da governatore di un’isola. La macchina teatrale di questo lavoro vive di due apporti: il linguaggio utilizzato e la scena.
Il linguaggio è il personaggio segreto, ma anche il punto più interessante, a cominciare dal differente spessore del napoletano quale è parlato dal dotto professore Cervante in contrapposizione con quello del suo scudiero Salvo Panza, meno ricercato e ricco di referenti, ma affascinante proprio per le ricchezza di proverbi, modi di dire, immagini e assonanze popolaresche, mentre il Duca decaduto (Giulio Cancelli) parla la dolce lingua veneta, e i due ristoratori napoletani falliti (Ciro Damiano e Gea Martire) usano il dialetto di oggi. Il linguaggio diventa estremo, pittoresco e paradossale quando giunge in stazione il vagone trascinata dal vento con Dulcinea del Toboso che, nell’inversione significativa, è la principessa siciliana (Marina Sorrenti), appassionata di astrologia e dal linguaggio trash e stregonesco. Ma vi sono anche citazioni in francese, in inglese, in spagnolo.
Tutti i personaggi si incontrano in questa stazione immaginata in modo creativo da Nicola Rubertelli, minuziosamente descritta con oggetti abbandonati e alla rinfusa e quasi decorata con la scomposizione della parola amore in lettere singole incollate qua e là che Salvo interpreta con referenti attinti alla sua cultura contadina; qui possono trovare ricetto le logiche più folli – ed è la follia erasmiana -, dove la razionalità è piegata ad un universo onirico e visionario.
Tra un passato libresco vissuto come rimpianto e un presente per certi versi becero, si annida la logica di questo spettacolo che molto deve alla vis comica di Giovanni Esposito (Salvo Panza) che domina i momenti di stanca, diventando a volte esilarante.
Ruggero Cappuccio tratteggia il suo personaggio malinconico e sognatore offrendo al pubblico i suoi motivi di riflessione.
Tutti sono vestiti egregiamente e in modo pittoresco con i fantasiosi costumi di Carlo Poggioli.

Leggi tutto...

Coppa Davis, Italia in corsa con Fognini

  • Pubblicato in Tennis
tennis Fognini coppa davis 2018Roma, 6 aprile 2018 - Uno ad uno è il risultato della prima giornata dei quarti di finale di Coppa Davis  fra Italia e Francia, in corso   Genova  sui campi di Villetta di Cambiaso, quelli dove Fabio Fognini è cresciuto e si è affermato.
Ed è proprio grazie al ligure  se gli azzurri sono in condizione di superare gli eterni rivali transalpini.  Infatti nel match di apertura Andrea Seppi, dopo una stupenda rimonta  ( 0-2, 2-), è riuscito a portarsi al quinto set contro il più accreditato dei tennisti presenti in questa sfida.  Quel Lucas Pouille che nel ranking mondiale figura attualmente al numero undici, mentre il migliore italiano Fabio Fognini risulta ventesimo anche perchè dopo l'infortunio, ha ripreso a giocare  solo da poche settimane.
Il numero 2 azzurro  Seppi, invece, figura 62°, mentre l’altro singolarista francese Jeremy Chardy è numero 80.
Nonostante la differenza di  classifica, sul campo Seppi ha tirato fuori  tutto il meglio di sé sospinto dal tifo genovese. Persi nettamente i due primi set (6-3, 6-2), con grinta eccezionale, buone gambe ed ottima testa, è riuscito a conquistare gli altri due abbastanza nettamente (6-4, 6-3), portando la partita al quinto set. Qui però pagava l’esubero di energie immessa per fermare il francese. Stanchissimo per oltre due ore e mezza  di gioco impegnativo, Seppi crollava e riusciva a portare a casa soltanto un game.
Situazione 1-0 per la Francia quando scendevano in campo Fognini e Chardy. Sugli spalti ad incitarlo anche Mrs Fognini, al secolo  la supertennista azzurra Flavia Pennetta. Senza pargoletto al seguito, però.
Fra  Fabio e Chardy non corre buon sangue per alcune acide  dichiarazioni rilasciate dal francese alla vigilia. Frasi destinate a provocare nervosismo nell’azzurro,  facile nel perdere le staffe se “lavorato” a giusta maniera.
Nervoso Fognini, attento il francese dotato di buon servizio, discreti scambi e buona mobilità, la partita procede con entrambi capaci di mantenere il servizio e giungere al tie-break.
L’azzurro, come spesso accade, è lento  a carburare, "a sentire la palla", come lui ama dire. Sicchè il primo set va a Chardy 7-6 in un’ora e 15 minuti.
Si ha l’impressione che Fabio voglia quasi  spendere meno energie possibili per disputare domani sabato, alle 12, il doppio (per il momento già designati Bolelli e Lorenzi). Ma l’inciampo lo obbliga ad aumentare il ritmo. Rapidi gli epiloghi dei due set successivi. Appannaggio dell’azzurro che ritrova il famoso "braccio",
Al quarto, Fognini  parte a razzo. Strappa subito il servizio al francese portandosi sul 3-0. A questo punto, convinto che i giochi siano ormai fatti, smette di correre e prende a giocare di braccio da fermo.
Non doveva  svegliare il can che dorme. Chardy  infila tre giochi di fila e si porta sul 3-3, obbligando Fognini agli straordinari.
Umilmente Fabio impara la lezione e riprende a macinare lasciando un solo punto al francese: 4-3.
L’ottavo game del  quarto set, è il più spettacolare ed emozionante del match.  Sul proprio servizio,  Fabio perde i primi 3 punti concedendo all’avversario tre occasione di operare il break e portarsi 4-4.
Ma il ligure trova concentrazione, classe ed energia  per rimontare e mettere a segno 5 punti consecutivi che lo portano sul 5-3.
Il francese è  stroncato e finalmente si arrende. Conquista un solo 15 ed il quarto set ed il match sono di Fabio,  di Flavia, del pargoletto, di Genova  e dell’Italia.
Domani il doppio. Quindi domenica si affrontano fra di loro Numeri Uno e Numeri Due. L’equilibrio è tanto. L’esito del doppio non offre un verdetto definitivo.  Sulla carta, stando ai ranking attuali, Pouille dovrebbe superare Fognini, mentre Seppi dovrebbe battere Chardy. In  realtà sul campo è un'altra cosa. I match sono entrambi equilibratissimi. C’è da ritenere che il doppio non sarà affatto decisivo, a meno che non vincano Bolelli-Lorenzi. Perché? Perché Fognini è più forte di  Pouille e Seppi di Chardy !
L’Italia del tennis ha ogni possibilità di entrare in semifinale di Coppa Davis. Il che non è poca cosa per lo sport italiano, che non è solo calcio…
Leggi tutto...

Operazione "Mare Sicuro". Elicottero Marina precipita. Morto membro equipaggio. Salvati altri 4

  • Pubblicato in Cronaca
nave borsiniRoma, 06 aprile 2018 - ore 07:18NEWS - Nel corso di attività addestrativa notturna programmata nel Mare Mediterraneo, un elicottero imbarcato sulla nave pattugliatore  d'altura classe Comandanti "Costantino Borsini", unità della Marina impegnata nell'operazione 'Mare Sicuro' con cinque uomini a bordo, è precipitato in mare. Nell'ammaraggio, uno dei componenti dell'equipaggio è morto.
Lo Stato maggiore della Difesa comunica che "le attività di soccorso sono scattate con immediatezza e sono stati prontamente recuperati gli uomini a bordo. Sono in corso gli accertamenti per stabilire i motivi dell'incidente".
"www.attualità.it" esprime le sue condoglianze alla Famiglia della Vittima del dovere e alla Marina Militare.
Leggi tutto...

Almanacco del 06 aprile 2018

  • Pubblicato in Aprile
ALMANACCO NEW 3
alm crisantemi colorati
OGGI
Venerdì, 06 Aprile 2018
È il 96º giorno del calendario gregoriano 
Mancano 269 giorni alla fine dell'anno.
alm crisantemi colorati
NASCE
1957: Paolo Angelo Nespoli, astronauta, ingegnere e 
ufficiale, missione con lo Space Shuttle Discovery
1961: Simone Colombari, attore
(Premonizioni serie tv Don Matteo)
1963: Clelia Rondinella, attrice
(Il commissario Montalbano - serie tv)
1967: Emma Dante, attrice, regista teatrale e
drammaturga (Via Castellana Bandiera)
1974: Elisabetta Pellini, attrice (Infernet)
MUORE
2005: Francesco Laudadio, regista
cinematografico (Signora)(n. 1950)
2007: Luigi Comencini, regista e sceneggiatore, sposato
con la principessa Giulia Grifeo di Partanna
(Buon Natale... buon anno) (n. 1916)
2015: Ciro Giorgini, critico cinematografico e
autore televisivo (Le età di Rossellini)(n. 1952)
2016: Emiliano Liuzzi, giornalista, opinionista
televisivo (Domenica Live) (n. 1969)
2016: Fabio Amodeo, giornalista, scrittore
e storico (Il gatto) (n. 1945)
STRANIERI
1928: nasce James Dewey Watson, biologo
statunitense, Nobel, scopritore molecola Dna
1942: nasce Barry Levinson, regista statunitense,
Oscar (Rain Man - L'uomo della pioggia)
1949: nasce Janet Agren, attrice svedese
(Quella villa in fondo al parco)
2013: muore James Best, attore statunitense
(Il lato dolce della vita - 2013) (n. 1926)
2017: Don Rickles, attore, comico e doppiatore
statunitense(Non c'è festa senza Rex) (n. 1926)
alm crisantemi colorati
ACCADDE
648 a.C.-Gli antichi greci registrano la prima eclissi solare
1520 - muore Raffaello Sanzio, pittore e architetto
Italiano (Cupola della cappella Chigi) (n. 1483)
1814 – In Francia abdica Napoleone
1832 – Guerre indiane: Falco Nero, capo guerriero della
Nazione Sauk entra in guerra con gli Stati Uniti
1874 – Milano, durante un congresso medico viene
stabilito di chiedere al Parlamento
la possibilità di cremare i defunti.
1896 – Ad Atene, aprono i primi Giochi olimpici dell'era
moderna; erano stati vietati 1500 anni prima
dall'imperatore Teodosio I. L'americano James Connolly
vince la prima medaglia d'oro della storia
1912: muore Giovanni Pascoli,  poeta e accademico
italiano (La cavalla storna) (n. 1855)
1934: nasce Mario Merola,cantante, attore, compositore
noto come "il re sceneggiata napoletana"
(Zappatore) († 2006)
1949 – Il capitano Charles Yeager dell'aviazione USA 
raggiunge i 1770 km/h con l'aereo Bell X-1
1972: Telebiella incomincia le trasmissioni via cavo:
è la prima televisione privata in Italia
1993 – Incidente nucleare in Russia (Tomsk 7)
1994 – Ignoti abbattono l'aereo su cui viaggiano il
presidente del Ruanda Juvénal Habyarimana e il 
presidente del Burundi Cyprien Ntaryamira: è di fatto
l'inizio del genocidio del popolo tutsi che farà da qui al 
18 luglio 800.000 vittime
alm crisantemi colorati
TEMPO AL TEMPO
1667 - Ragusa di Dalmazia (Croazia) viene rasa al suolo
dal devastante terremoto
 2009 - Violento terremoto in Abruzzo, avvertito in tutto il
centro Italia; devastati L'Aquila e buona parte dei paesi
vicini. La magnitudo della scossa principale è stata di 5.9
sulla scala Richter (ML), seguita poi da più di 1000 scosse
di assestamento. Il terremoto causa 308 morti, 65000
sfollati e 1500 feriti. Scosse avvertite anche a Roma con
danneggiamenti alle Terme di Caracalla.
alm crisantemi colorati
CHIESA RICORDA
Santi e Beati
San Pietro da Verona
S. Marcellino, S. Giuliana di Cornillon, San Guglielmo,
Beata Caterina Morigi di Pallanza, Beato Michele Rua,  
Beata Pierina Morosini 
alm crisantemi colorati
PROVERBIO
Quando il dito indica la luna,
lo sciocco guarda il dito
(proverbio cinese)
alm crisantemi colorati
AFORISMA
Io non temo i computer,
temo la loro mancanza.
[Isaac Asimov]
alm crisantemi colorati
DITELO CON I FIORI
Il significato di Papavero Rosa è...
- Serenità
- Il mio cuore è sopito
alm crisantemi colorati
FRASE DEL GIORNO
L'ovvio é quel che non si vede mai, 
finchè qualcuno non lo esprime con
la massima semplicità
(Kahlilk Gibran)
alm crisantemi colorati
DAI GUINNES DEI PRIMATI
Il 70enne John Evans è entrato nel Guinness dei primati
per aver mantenuto una vecchia Mini in equilibrio
sulla testa per 33 secondi 
alm crisantemi colorati
PENSIERO DEL MATTINO
Il pensiero positivo ti permetterà di fare ogni cosa
meglio di quanto possa il pensiero negativo.
(Zig Ziglar)
 alm crisantemi colorati
MASSIMA DEL GIORNO DIVERTENTE         
Fra colleghi di lavoro.
- Basta. Devo decidermi andare dall'oculista!
- Perchè?
- Perchè in ufficio tutti continuano a dirmi che non vedo...
l'ora di andarmene dall'ufficio!
(Salvatore Veltri)
alm crisantemi colorati
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...