Menu
Flash - Operazione "Anno Zero". 22 provvedimenti a carico del clan del latitante Matteo Messina Denaro

Flash - Operazione "Anno Zero…

Trapani, 19 aprile 2018 -...

Serie A, 33ma giornata 2018. Brividi in testa, fuochi d'artificio a Firenze. CLASSIFICA

Serie A, 33ma giornata 2018. Brivid…

Roma, 8 aprile 2018 - Paz...

Men in Pink Gala - VIDEO - GALLERIA FOTOGRAFICA

Men in Pink Gala - VIDEO - GALLERIA…

dalla nostra corrispond...

Serie A – 32ma giornata. Altra giornata pro-Juve - CLASSIFICA

Serie A – 32ma giornata. Altra gior…

I bianconeri volano a +6 ...

Accademia Filarmonica Romana - “Tierra y Alma” M.Ángel Berna e Manuela Adamo

Accademia Filarmonica Romana - “Tie…

Danza di passione e di me...

La Siria è vicina, ma sta lì.

La Siria è vicina, ma sta lì.

Roma, 14 aprile 2018 - Le...

Serie A, 32ma giornata 2018. Inter, avanti piano.

Serie A, 32ma giornata 2018. Inter,…

Roma, 14 aprile 2018 - An...

Rugby Eccellenza. Padova, Fiamme Oro e Calvisano-Rovigo sono le due semifinali scudetto 2018

Rugby Eccellenza. Padova, Fiamme Or…

Roma, 14 aprile 2018 - Ne...

I veti incrociati complicano la soluzione della crisi

I veti incrociati complicano la sol…

Roma, 13 aprile 2018 - Da...

Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Alexander Sladkovsky dirige autori russi

Accademia Nazionale di Santa Cecili…

Paganini v/s Mefistofele ...

Prev Next

Attualita.it - Articoli filtrati per data: Martedì, 06 Marzo 2018

Pesante sconfitta del Pd che perde consensi e credibilità

Elezioni simboli 2018Roma, 6 marzo 2018 - Gli imprevedibili risultati delle elezioni politiche dei giorni scorsi, hanno creato un vero e proprio terremoto tra i leader dei vari partiti e dei rispettivi organismi strutturali che lottavano per la conquista e la conservazione del potere nei prossimi cinque anni

La delusione più amara e più scottante è toccata all’effervescente ed esuberante (forse anche troppo), Matteo Renzi, segretario del PD e Presidente del Consiglio per oltre un triennio.

L’incalzare degli eventi lo ha costretto a fare un passo indietro, ma imponendo, però, condizioni molte dure per la sua successione.

Infatti. ha chiesto subito la convocazione di un congresso straordinario del partito, lo svolgimento delle primarie e soprattutto restare al suo posto finché non si sarà insediato il nuovo governo.

Sullo stesso fronte dei delusi troviamo il movimento del presidente del Senato Pietro Grasso “Liberi e Uguali”, la lista della radicale Emma Bonino con “+ Europa” ed altri personaggi prima esclusi e successivamente ripescati grazie ad una pessima legge elettorale tra le peggiori di quelle fin qui conosciute.

Anche nel Centro-Destra si sono verificate fatti e circostanze quantomeno imbarazzanti e non di poco conto, perché il presidente di Forza Italia, Berlusconi, non pensava nemmeno lontanamente di essere scavalcato dalla Lega di Salvini, conquistando, così, il diritto ad indicare il candidato Premier che molto probabilmente non sarà più il Presidente del Parlamento Europeo Tajani.

Alquanto sorprendente anche la ulteriore avanzata del M5S che molti ritenevano avesse già raggiunto l’apice dei propri consensi rimanendo così non solo il 1° partito in Italia, ma anche quello che n’è uscito ancor più rafforzato

Per onestà intellettuale bisogna riconoscere che il quadro complessivo era già stato tratteggiato e sbandierato da quasi tutti i sondaggisti, i quali davano per scontato il rafforzamento del “tripolarismo” con alcune variazioni sul tema che si sono puntualmente verificate.

Adesso la “palla” è passata nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale dovrà dipanare la complicata matassa e dare agli Italiani un Governo in grado di governare il nostro Paese.

Sicuramente non sarà un’operazione semplice nè facile, perché gli interessi personali e di bottega sono pressanti ed alimenteranno lotte durissime senza esclusione di colpi.

Sarebbe, inoltre, un errore gravissimo sottovalutare o trascurare un aspetto interessantissimo della vicenda rappresentato dalle furibonde lotte dei parlamentari eletti, tutti sul piede di guerra al solo sentir parlare di un ritorno alle urne, temendo, giustamente, di non venirne più ricandidati e, quindi, uno struggente addio alle poltrone di Montecitorio e di Palazzo Madama appena conquistate.

Leggi tutto...

Racconti di sport: “Sapore di mare”

sapore di mare filmRoma, 6 marzo 2018 - Il titolo del nostro racconto è liberamente preso dalla famosa canzone di Gino Paoli, che poi fu oggetto di un film di Carlo Vanzina in programmazione nel 1983 esattamente trentacinque anni fa.
Cosa centra con un racconto di sport, direte voi? Centra perché il 6 marzo del ’83 il sottoscritto ha vissuto una delle più belle giornate di rivincita calcistica “laziale” nei confronti della tifoseria romanista che stava per conquistare il suo secondo scudetto, mentre la mia Lazio era al terzo anno di purgatorio in serie B.
A Roma si viveva una disparita inaccettabile ormai da tre anni perché ai guai laziali, dovuti al precipitare nella serie inferiore per lo scandalo del primo calcio-scommesse, si contrapponeva la crescita dei giallorossi verso traguardi impensabili fino a qualche anno prima e si sa che in una città come Roma il derby è vissuto dal primo gennaio fino al trentuno dicembre…
Quella domenica all’Olimpico si giocava lo scontro diretto tra Roma e Juventus, crocevia per la lotta per il titolo, ad otto giornate dal termine, con i padroni di casa in vantaggio di cinque punti quando la vittoria ne valeva due; la Lazio invece stava lottando per tornare in serie A e giocava a Cremona, contro una squadra anch’essa in competizione per la promozione nella massima serie, una gara molto delicata.
Ero sposato da poco meno di un anno e quella domenica, con la Lazio in trasferta, andai a pranzo a casa dei miei suoceri con l’idea di rimanere fino a metà pomeriggio con loro per poi andare a vedere un film allo spettacolo delle ore 18. Naturalmente dopo pranzo, mentre mia moglie conversava amabilmente coi suoi parenti stretti, mi trasferii da solo in salotto per ascoltare “Tutto il calcio minuto per minuto” che all’epoca era l’unico mezzo per conoscere i destini della propria squadra del cuore, anni-luce distanti dalle attuali pay-tv.
Le gare cominciavano alle ore 15 e verso le 16,20 un boato squarciò l’incedere radiofonico col mitico Enrico Ameri che sanciva il vantaggio romanista dall’Olimpico, rete di Falcao; grande entusiasmo col vantaggio che diventava rassicurante sulla Juventus di ben sette punti.
Da Cremona nessun sussulto, con la Lazio, in una partita senza infamia e senza lode, che stava rischiando poco e tutto sommato ci stava bene un pareggio in una trasferta molto insidiosa. Il fascino della radio e della trasmissione in questione è che stava tutto nell’immaginare come si stesse svolgendo quello che ascoltavamo, il vivere le emozioni raccontate dalle storiche voci, con situazioni che non potendole vedere potevano cambiare radicalmente nel giro di pochi minuti, se non secondi.
Ancora Ameri da Roma all’83° dava il pareggio della Juve con goal di Platini, quindi tutto rimaneva invariato coi cinque punti di vantaggio giallorossi ed una giornata di meno da giocare. Da Cremona nessuna novità.
Ecco però che si scatenava l’imponderabile con ancora Ameri dall’Olimpico che raccontava, con viva emozione, l’inaspettato vantaggio della Juve con Brio all’86° e pochi secondi dopo quasi in simultanea la voce lontana di Ezio Luzzi che da Cremona dava il vantaggio Lazio con goal di Giordano!
Descrivere la mia gioia irrefrenabile è usare un eufemismo, perché la mia Lazio aveva violato un campo ostico per la corsa alla promozione in A e contemporaneamente la Roma vedeva ridotto a soli tre punti il vantaggio per la corsa allo scudetto; una domenica di respiro dopo mesi di continuo sfottò sempre e comunque in un solo senso.
Ma la giornata non era finita perché, come detto, uscii con mia moglie per andare al cinema, tranquillo e rilassato, già col pensiero che l’indomani avrei massacrato gli amici romanisti, in special modo uno,Fabrizio, il mio antagonista per eccellenza con cui la presa in giro era una prassi consolidata fin dal ’70, cioè dai tempi della scuola.
La scelta cinematografica cadde su “Sapore di mare”, un film leggero in programmazione al cinema Capitol sala che si trovava vicino allo stadio Olimpico, che ben si sposava per chiudere al meglio una trionfale domenica. Un godimento fu anche vedere, mentre mi stavo dirigendo verso il cinema nella corsia opposta alla nostra, il fiume di macchine bardate di giallorosso, di ritorno dalla partita, in silenzio come se tutte andassero ad un solenne funerale.
Il bello però era di là da venire perché poco dopo le ore 20, a programmazione conclusa, nell’uscire dalla sala ti vado ad incontrare proprio il mio amico Fabrizio con la moglie che inutilmente lo sosteneva, nell’invano tentativo di rianimarlo dopo la botta pomeridiana. Un segno del destino che mi diede la possibilità di rifarmi di mesi e mesi in cui avevo solo subito, con Fabrizio, ridotto ad uno straccio, che sopportò in silenzio la mia rivalsa.
Per la cronaca quel campionato poi la Roma lo vinse e la Lazio faticosamente raggiunse la serie A, con ulteriori patimenti futuri che avrebbero trovato fine qualche anno più tardi.
Sapore di mare di Carlo Vanzina, con protagonista Marina Suma, Jerry Calà e Christian De Sica, sarà sempre nel mio ricordo come la domenica della rivalsa, di un sano sfottò, classico di noi romani, che forse oggi si è perso insieme a tante cose del nostro passato.    
Leggi tutto...

Almanacco del 06 marzo 2018

  • Pubblicato in Marzo
ALMANACCO NEW 3
alman farfalla viola
OGGI
Martedì, 06 Marzo 2018
È il 65º giorno del calendario gregoriano 
Mancano 300 giorni alla fine dell'anno
alman farfalla viola
NASCE
1938: Guidone, (Guido Crapanzano ) cantante e attore
(Se bruciasse la città) Diventa imprenditore, ricercatore
scientifico e numismatico, consulente Banca d'Italia
1953: Gianfranco De Angelis, cantante e
 attore (Il mio viaggio in Italia)
1956: Franco Pistoni, musicista, regista
e attore (Ora non ricordo il nome)
1960: Antonietta De Lillo, regista, fotografa e
giornalista (Oggi insieme, domani anche)
1998: Patricia Varvari, attrice
(R.I.S. - Delitti imperfetti - serie tv)
MUORE
2007: Lina Buffolente, fumettista italiana
(Calamity Jane) (n. 1924)
2009: Pierluigi Ciriaci, regista (L'amico del cuore)(n.1946)
2013: Andrea Romagnoli, inventore, progettista e
imprenditore (macchina per sacchetti filtro a doppia
camera la cui chiusura è ottenuta con un nuovo nodo
del filo ed etichetta) (n. 1928)
2016: Aldo Ralli, attore italiano
(Youth - La giovinezza)(n.1935)
2017: Alberto Zedda, musicista e direttore d'orchestra. Fu
direttore artistico "Teatro alla Scala" di Milano (n. 1928)
STRANIERI
1947: nasce Rob Reiner, regista (Harry, ti presento Sally)
1972: nasce Shaquille O'Neal, cestista, attore, cantante
statunitense (Un weekend da bamboccioni 2)
2014: muore Barbro Kollberg, attrice e insegnante di
recitazione svedese (Så som i himmelen, 2004)
(n. 1917)
2016: muore Nancy Davis Reagan, nata Anne Frances
Robbins , attrice e first lady statunitense, moglie di Ronald
Reagan, 40° presidente degli Stati Uniti d'America
(Le pantere dei mari) (n.1921)
alman farfalla viola 
ACCADDE
1475: nasce Michelangelo Buonarroti, scultore, pittore
e architetto italiano (David) († 1564)
1677: nasce Pietro Micca, eroico soldato italiano.
A Torino si fece saltare in una galleria per non far
passare le truppe francesi (m.1706)
1779: nasce Giovanni Battista Bugatti, detto Mastro Titta,
noto come "er boja de Roma", celebre esecutore di 
sentenze capitali dello Stato Pontificio († 1869)
1836 – Rivoluzione texana: Il generale Santana 
dell'Esercito Messicano,alla testa di 3.000 uomini,dopo un
assedio di 13 giorni a Fort Alamo,sconfigge i 189 volontari
texani a difesa del forte, uccidendoli tutti. Nella battaglia
muore anche Davy Crockett. Viene suonato il "Degueyo",
che significa decapitare, sgozzare, nel senso di
nessun prigioniero
1899:  Felix Hoffmann, la Bayer,    brevetta l'Aspirina
1902 – Viene fondato il Real Madrid, la squadra calcistica
che ha vinto il maggior numero di  Coppe dei Campioni
1918 – la nave Cyclops della Marina degli Stati Uniti 
scompare nel triangolo delle Bermude
1936: nasce la squadra di basket Olimpia Milano
1975: In Italia la maggiore età viene abbassata
da 21 a 18 anni
1987 - Il traghetto Herald of Free Enterprise si
capovolge poco fuori dal porto di Zeebrugge.
L'incidente costa la vita a 193 persone.
1992: Il Virus Michelangelo inizia ad infettare i computer
2014 – L'orbiter Cassini della Missione spaziale
Cassini-Huygens effettua il centesimo fly-by di Titano,
il più grande satellite naturale di Saturno.
alman farfalla viola
TEMPO AL TEMPO
1971: la stazione meteorologica di Plateau Rosa
(Aosta - 3.488 metri) registra la più bassa temperatura
mai raggiunta: -34.6° C
2002: una scossa di terremoto di magnitudo
6.8 della Scala Richter colpisce la zona di Mindanao
(Filippine). 15 le vittime accertate
 2007: una scossa di terremoto di magnitudo 6.3 colpisce
 l'area di Sumatra, Indonesia. 82 le vittime accertate
alman farfalla viola
LA CHIESA RICORDA
Santi e Beati
S. Rosa da Viterbo
S. Basilio, S. Cirillo di Costantinopoli, S. Coletta Boylet,
B. Iolanda di Polonia, San Giuliano di Toledo,
San Marciano (Marziano) di Tortona, Sant'Agnese 
alman farfalla viola
SIGNIFICATO DEI NOMI
MARCIANO - Di etimologia sconosciuta,
protettore degli armaioli
alman farfalla viola
PROVERBIO
Colui che conosce gli altri è sapiente;
colui che conosce sé stesso è illuminato;
colui che vince un altro è potente;
colui che vince sé stesso è veramente forte
(proverbio cinese)
alman farfalla viola
AFORISMA
Dio, fa che io possa sempre desiderare
più di quanto io possa mai realizzare.
(Michelangelo Buonarroti)
alman farfalla viola
DITELO CON I FIORI
Il significato di - Ulmaria - è...
- La tua è solo vanità
alman farfalla viola
PENSIERO DEL MATTINO
Non commettere l’errore di credere che raggiungerai
la serenità quando avrai abbastanza denaro per vivere
la vita dei tuoi sogni. Sentirsi sereni è una condizione
dello spirito, non una condizione economica che
permette di fare tutto ciò che si desidera.
(Omar Falworth)
alman farfalla viola
MASSIMA DEL GIORNO DIVERTENTE
Fra anziani sordastri
- Mario... Mario... Mario... Mi senti? Ma perchè continui
a muovere la testa e dici sempre si?
E Mario - Aspetta, riaccendo l'apparecchio acustico.
L'avevo spento prima,
mentre ero con mia moglie che parlava...
(Salvatore Veltri)
alman farfalla viola
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...