Tematiche etico-sociali

Quando lento è bello

vivere con lentezzaDal 7 al 13 giugno in tutta Italia si celebra la vita “slow”.

Roma, 6 giugno – Chi l’ha detto che vivere di corsa deve essere il nostro modo di affrontare la giornata? Dove sta scritto che i ritmi dell’esistenza moderna siano vincenti?

Basta con questa frenesia che ci attanaglia e, sempre più spesso, angoscia.

Viva la vita “slow”, lenta, che da domani si celebra con la “giornata mondiale della lentezza” e che in tutta Italia, proprio perché lenta, durerà fino al 13 giugno con eventi a scopo culturale o gastronomico, mostre e convegni sul tema.

Andare piano nel fare le cose (tutte) non significa avere dei limiti, ma gustarle fino in fondo se piacevoli o farle bene se doverose.

Questo si prefigge di insegnarci questa kermesse di situazioni che da oggi si potranno vivere dalle Alpi alla Sicilia. A Milano, già domani pomeriggio, a partire dalle 16.00, la Fabbrica del Vapore celebrerà le olimpiadi dei giochi lenti (lo shangai, gli scacchi, le biglie, ad esempio) e più o meno la stessa cosa accadrà a Messina, al Parco Ecologico San Jachiddu, dove si riscopriranno anche i giochi della tradizione. A Modena si andrà in bici con merenda finale per dimostrare che ci si può spostare anche senza automobile, mentre a Città di Castello, in Umbria, si potrà passeggiare alla scoperta di chiese e resti medioevali.

A chi volesse saperne di più di tutto quello che accadrà  fino al 13 giugno,  sul tema consigliamo di collegarsi con il sito vivereconlentezza.it

Tags
Close