Tematiche etico-sociali

Evviva il latte italiano!! INTERVISTA E GALLERIA FOTOGRAFICA

Cascina 2 bergamaschi carlo lucaDalla Società Agricola Cascina Poscalla di Arcisate,  una lezione di vita.

Arcisate (VA) – Abbiamo incontrato Carlo e Luca Bergamaschi nella loro Società Agricola  Cascina  Poscalla ad Arcisate in provincia di Varese.

Non ci si può che complimentare con il “fondatore” dell’Azienda, Carlo Bergamaschi”, uomo d’altri tempi che ha saputo costruire insieme ai figli e fratelli  una società agricola solida, ma specialmente gestita con passione da tutta la famiglia. Quanti ci riescono?

“Ho cercato d’evitare d’essere un padre padrone, anche se  è difficile non esserlo”. Così ci ha detto Carlo, uomo dalla personalità prorompente, intelligente, attivissimo e simpatico che, parlando del lavoro creato in famiglia, ci ha raccontato un aneddoto della vita di Ottavio Missoni, il campione e stilista italiano.

Abbiamo ascoltato, con piacere, la gratificazione riguardo al lavoro delle donne della famiglia Bergamaschi.  Con grande soddisfazione ci ha portati a visitare il passato del “ rifugio”, così lo ha descritto Carlo,  mostrandoci le foto e  spiegandoci i cambiamenti apportati negli anni di lavoro indefesso .

Mentre si attendeva in rientro delle mucche, Luca Bergamaschi ci ha aperto “il regno” della mungitura. In contemporanea, è avvenuto un parto di due vitellini che ha  preso la nostra l’attenzione. Pare sia un caso abbastanza raro considerando il numero delle mucche che partoriscono alla Cascina Poscalla. Abbiamo filmato l’evento durante la nascita del secondo vitellino, la cui visione non è consigliata a tutti. È stato difficile per me assistere alla mucca mentre partoriva, non un muggito di dolore.. un parto silenzioso… Ho chiesto se soffriva..Tutto è andato bene i due vitellini ricevevano il benvenuto della” mamma”.

Luca Bergamaschi ci ha spiegato come ogni mucca abbia un “sensore” alla zampa, questo riesce a monitorare le necessità dell’animale, avvisando, inoltre, i tempi di mungitura. La tecnologia ha indubbiamente aiutato a snellire il lavoro per la produzione del latte dai tempi della mungitura “manuale”.  Luca ha sottolineato i problemi di produzione e vendita, dovuti all’entrata in Europa .

Un fatto è certo: il nostro latte  è penalizzato dalla concorrenza estera. Ricordo una mia intervista per Linea Verde trasmessa dalla RAI, molti anni fa, quando ancora l’Europa non era “unita”. Sono stata inviata a Vipiteno per scoprire come il latte trasportato, passato il confine, a Vipiteno non passasse  a dei controlli  soddisfacenti . Purtroppo ero, per il malcapitato autista di un camion da trasporto latte, una persona in cerca di un passaggio  ma che in incognito, registravo le sue risposte alle mie domande. Uno di questi mi spiegava come d’estate sia per il caldo e le lunghe file al confine, a volte il latte trasportato si cagliava….. ma ugualmente ci si faceva qualcosa… Fondamentale  era consegnare. Certamente le situazioni saranno  cambiate,  almeno si spera. Comunque il nostro latte, lo ha sottolineato Luca, è penalizzato nel prezzo.

Impariamo a controllare le etichette sui prodotti e supportiamo il latte  e prodotti italiani.

INTERVISTA

{youtube}Hb6jMm5Fnh4{/youtube}

INTERVISTA – NASCITA DUE VITELLINI

{youtube}W-f1F3OF4qw{/youtube}

INTERVISTA – MUNGITURA

{youtube}nwKE2lhvIQI{/youtube}

GALLERIA FOTOGRAFICA

{youtube}dIJh1zUyKMk{/youtube}

 

Back to top button