Tematiche etico-sociali

La parrocchia del SS. Redentore in Valmelaina festeggia i suoi 60 anni alla presenza del sindaco di

Gianni Alemanno ha voluto festeggiare con i suoi cittadini, i 60 anni della Parrocchia del S. Redentore a Val Melaina, nella periferia di Roma.
concelebrazioneautorità

Grande festa alla parrocchia del S.Redentore per i 60 anni della costruzione della Chiesa. Alla Celebrazione eucaristica, presieduta dal vescovo scalabriniano Mons. Velasio De Polis, hanno concelebrato il parroco don Gaetano Saracino ed i Sacerdoti missionari scalabriniani.
Presenti il sindaco dott. Gianni Alemanno, il presidente del IV municipio dott. Cristiano Bonelli, il Consigliere Comunale dott Antonello Aurigemma  e l’Assessore del Municipio Antonino Rizzo, il Comandante dei CC. Luogotenente dott. Salvatore Veltri, i parrocchiani e molti commercianti del quartiere Val Melaina.
Dopo i saluti da parte del parroco don Gaetano, al Sindaco di Roma, alle Autorità presenti ed ai Parrocchiani, è iniziata la celebrazione Eucaristica.
Nell’Omelia il Vescovo, facendo riferimento al Vangelo di Luca 19,31 – la parabola dell’uomo ricco e del povero Lazzaro –   ha spiegato che l’uomo è immagine di Dio e per questo il suo corpo è sacro, appartiene a Dio, ha la dimensione dell’eternità, quindi, il motto è “Carità e Amore fraterno“. L’uomo, quindi, ha bisogno dei beni temporali per poter vivere, ma ha anche bisogno di quelli spirituali.
Ed è ciò che la popolazione di Val Melaina, ha saputo dimostrare con le sofferenze nel dopoguerra, dove si viveva in condizioni indigenti, ma con dignità.
Importante è stato il lavoro dei Padri Scalabriniani in quel triste periodo: nell’assistenza, con amore, alle persone più bisognose che non avevano né un tetto e né un pezzo di pane da mangiare. La Parrocchia, possiamo dire, non ha sostituito la famiglia, ma ha camminato con le famiglie con grande empatia, dando alle persone conforto per i loro cari dispersi in guerra, e per le sofferenze corporali. Le celebrazioni, dentro e fuori della vecchia Chiesa, erano un momento di forte aggregazione, così con i primi campi scuola, la presenza degli scout, ed i raduni in San Pietro. Tali iniziative rappresentavano la miglior soluzione per tenere i giovani lontani dalla droga e dalla delinquenza di strada.
Fra le iniziative parrocchiali, ampio spazio era riservato, specialmente durante il carnevale, ai più piccoli, per sollevare la loro mente dalla miseria sempre crescente ma sempre al centro delle iniziative, la Mensa per i poveri ed il sostegno agli anziani ed agli ammalati.
L’ appartenenza ad un territorio è stata sempre limpida, con gesti generosi e di servizio e volontariato.
Ma come non ricordare le prove dolorose, vissute come una grande famiglia, nel caso dell’esplosione a via Ventotene per via di una fuga di gas, ed il sacrifico di sei vite umane.
I pellegrinaggi hanno irrobustito la fede dei parrocchiani in un territorio da sempre “un cantiere “ in continua trasformazione, ciò è dimostrato dalla costruzione della METRO B1 che collegherà piazza Bologna con la Bufalotta, è un fiore all’occhiello per il Quarto Municipio, che ha un bacino di utenza il più numeroso della Capitale.
Al termine della celebrazione Eucaristica il Parroco ha ringraziato gli Ospiti ed ha illustrato la storia della Chiesa: un piccolo edificio, con vicino quello delle suore Orsoline, entrambi su una collina che dominava la campagna sottostante. Notevoli le trasformazioni subite per rendere la Chiesa fino ai giorni d’oggi: Una Struttura Nuova, accogliente per i credenti di ogni provenienza che domina e simboleggia la Piazza comune, dell’incontro di Dio nella Parola e nella vita, che ogni giorno si rinnova nella Eucaristia.
Il tutto documentato con una mostra fotografica nei locali della Parrocchia, che è stata inaugurata dal Sindaco, accolto da una folla numerosa, dopo il taglio del nastro ed un affettuoso brindisi di auguri.
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button