Tematiche etico-sociali

La contrada del Drago conquista il Palio di Siena

Il Palio della Madonna di Provenzano è stato vinto dalla Contrada del Drago.

Siena, 2 luglio (ansa) – Fino al secondo giro era in testa il cavallo della Contrada dell’Aquila che poi è stato superato alla curva del Casato dal cavallo della Contrada del Drago, arrivato trionfante al bandierino.

Insieme allo scoppio di mortaretto che ha segnato la fine della corsa è esploso il boato della folla. Immediatamente i contradaioli del Drago si sono riversati sul tufo di piazza del Campo per festeggiare cavallo e fantino.

Il Drago ha vinto con il cavallo Oppio montato dal fantino Alberto Ricceri detto ‘Salasso’. L’ultima vittoria della Contrada dai colori rosa antico e verde con liste gialle risaliva al 16 agosto 2001. In totale con questo trionfo, il Drago ha totalizzato 37 vittorie.

Il cavallo Oppio è un castrone bigio di 7 anni, al suo secondo Palio, il primo dei quali corso nell’agosto di un anno fa con la Contrada del Nicchio. Il fantino Alberto Ricceri, nato a Siena 39 anni fa, ha corso 17 Palii e ne ha vinti tre.

Ogni anno ci sono due appuntamenti: il primo il 2 luglio e il secondo il 16 agosto in onore dell’Assunta. In corsa dieci contrade sulle 17 totali. Corrono di diritto le sette che non hanno disputato la Carriera l’anno precedente nella stessa data, mentre le altre tre vengono sorteggiate tra le dieci che avevano invece preso parte alla stessa competizione dell’anno precedente.

Mercoledì mattina, intanto, la contrada del Drago ha vinto la Provaccia. Ecco tutti gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi in base alla sequenza Contrada-Cavallo-Fantino: Bruco-Ondina Prima-Francesco Caria detto Tremendo, Selva-Quit Gold-Giovanni Atzeni detto Tittia, Aquila-Polonski-Giuseppe Zedde detto Gingillo, Giraffa-Naikè-Enrico Bruschelli, Tartuca-Mocambo-Sebastiano Murtas detto Grandine, Lupa-Querino-Antonio Siri detto Amsicora, Drago-Oppio-Alberto Ricceri detto Salasso, Pantera-Indianos-Andrea Mari detto Brio, Chiocciola-Porto Alabe-Jonatan Bartoletti detto Scompiglio, Onda-OsvaldoSilvano Mulas detto Voglia.

Tra gli ospiti il ministro Giannini e il sottosegretario Lotti – Il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi non è potuta intervenire al Palio di Siena, per impegni parlamentari. Lo ha comunicato lo stesso ministro telefonando al sindaco Bruno Valentini. Boschi, ha fatto sapere il primo cittadino, farà di tutto per intervenire al Palio dell’Assunta del 16 agosto.

Tra gli ospiti del sindaco anche la cantante giapponese Namie Amuro, il diplomatico francese Jerome Lokhart, l’artista francese Clet Abraham, il banchiere americano Jeff Records, presidente e ad di MidFirst Bank, e Len Blavatnik proprietario della Warner Music. Per il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Luca Lotti una vista dalle finestre di Palazzo Sansedoni, sede della Fondazione Mps. Qui, tra gli invitati, saranno presenti anche i nuovi soci del patto siglato con la Fondazione Mps per il controllo del 9% del capitale della Banca Monte dei Paschi (Btg-Pactual e Fintech). E’ stato invitato anche il banchiere Carlo Salvatori, presidente di Lazard Italia. Alle finestre del Palazzo si affacceranno, naturalmente, Alessandro Profumo, presidente della banca, e l’ad Fabrizio Viola.

Per la prima volta il Comune vende 20 biglietti per il palco – La Giunta comunale ha deliberato la vendita, per la prima volta, di 20 biglietti, a 150 euro ciascuno, per il palco comunale collocato tra via Duprè e Casato di Sotto, riducendo così il numero dei posti destinati agli ospiti del Comune.

Il drappellone della vittoria dedicato a 70° anniversario Liberazione – E’ dedicato al 70° anniversario della Liberazione di Siena il drappellone consegnato alla contrada che ha vinto il Palio. L’opera è stata realizzata dall’artista Rosalba Barrini e celebra una pagina di storia da ricordare, come ha detto il sindaco Bruno Valentini, quella del 3 luglio 1944, quando Siena fu liberata dalle truppe angloamericane. Il drappellone raffigura il volto della Vergine, assorto ma sereno, una colomba, simbolo di pace, che abbandona la gabbia dove era stata rinchiusa dalla tragedia della seconda guerra mondiale. Sempre sullo stesso lato del drappo di seta sono raffigurate le teste di dieci cavalli che si proiettano sulla Piazza del Campo.

 

Tags
Back to top button
Close