Tematiche etico-sociali

Il ministro Minniti fa visita al Comando Generale dell’Arma, in occasione del protocollo d’intesa fra i Carabinieri ed i Vigili del Fuoco – AMPIA GALLERIA FOTOGRAFICA

cc vvff intesa 9 1 firmaRoma, 5 aprile 2017 – L’occasione è stata quella della firma del protocollo d’intesa tra l’Arma dei Carabinieri ed il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in relazione alle rispettive attribuzioni stabilite dalla legge con la soppressione e l’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato da parte dell’Arma.
Così, stamattina, il Ministro dell’Interno, Sen. Marco Minniti, accompagnato dal Vicario e Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Prefetto Franco Gabrielli, si è recato in visita al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri ove è stato ricevuto dal Comandante Generale Tullio Del Sette e dal personale dello Stato Maggiore.
Accompagnato dal novello “Virgilio” Del Sette, Minniti  ha visitato la Sala Operativa, cuore pulsante dell’intero servizio istituzionale che, nel corso di un briefing sulle attività dell’Arma, in territorio nazionale e all’estero, ha reso partecipe il Ministro del sistema operativo funzionale dell’Arma, ricevendo in omaggio la statua riproducente il monumento al “Carabiniere” di Torino.
 
Al termine della visita, la firma dell’importante accordo da parte del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale Tullio del Sette e del  Capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Prefetto Bruno Frattasi, siglato poi dal Ministro Minniti.
Con tale accordo, vengono ribadite e stabilite le linee guida del decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177,  attuando le competenze attribuite in materia di antincendio boschivo, prima devoluti al disciolto Corpo Forestale dello Stato e pertanto la competenza ai Vigili del Fuoco per la lotta attiva agli incendi boschivi con mezzi aerei e terrestri, e all’Arma se attinenti alla prevenzione e repressione delle violazioni in materia di incendi boschivi e al monitoraggio del territorio in genere con raccolta, elaborazione, archiviazione e diffusione dei dati relativi alle aree percorse dal fuoco, con ampia discrezionalità alla reciproca collaborazione e consulenza.
 
Al termine, lo scambio di omaggi fra gli Enti interessati.
GALLERIA FOTOGRAFICA
{youtube}RMzW9O9MMkA{/youtube}
Back to top button