Tematiche etico-sociali

Il nuovo “Dylan Dog”

Dal n.337 lo storico fumetto della Bonelli avrà una nuova veste grafica e di contenuti.

Roma, 27 settembre – Appassionati di Dylan Dog di tutto il mondo unitevi e preparatevi a delle belle novità, perché a partire dal numero 337 (che sarà intitolato “Spazio Profondo”) il vostro eroe cambierà pelle.

Non più in semplice bianco e nero e con i soliti nemici, ma a colori e con avversari tutti nuovi e da scoprire. Una vera e propria opera di restyling alla quale la Bonelli Editrice ha voluto ricorrere per ridare lustro e attualità allo storico personaggio inventato nel 1986 da Tiziano Sclavi.

Un eroe di carta del tutto diverso da quelli ai quali noi fumettari di allora eravamo abituati (il mitico Tex, Zagor, Il Comandante Mark, Capitan Miki, Ken Parker e tutti gli altri), ma che è presto entrato nel cuore di molti.

Il rinnovamento grafico e in copertina, nelle storie e nel linguaggio è stato affidato allo sceneggiatore-editor Roberto Recchioni con l’obiettivo, come dice lui stesso, di “recuperare lo spirito originale un po’ perso negli anni e fare di Dylan di nuovo l’interprete del tempo”.

Le storie saranno tutte autoconclusive, ma suddivise in cicli tematici e per la Bonelli il rilancio di Dylan Dog sarà l’occasione per entrare nel futuro con due nuove serie (Adam Wild, di Gianfranco Manfredi, ambientato nell’Africa nera di inizio 900 e Ringo, sequel di Orfani, di Recchioni-Mammucari). e con la trasformazione in multimediali dei suoi classici.

La Bonelli, infatti, inizierà a produrre serie tv, film, videogiochi ispirate ai suoi eroi di carta.

Back to top button