Tematiche etico-sociali

Le nuove Alfa Romeo assegnate alla Polizia Stradale – AMPIA GALLERIA FOTOGRAFICA

polstrada 17 giulia lug 17 9Roma, 31 luglio 2017 – Nel cortile del Compartimento per il Lazio e l’Umbria in Via Magnasco 60, Roma, sono state presentate le nuove Alfa Romeo Giulia e Giulietta, assegnate alla Polizia Stradale di Roma.

Il Dirigente del Compartimento Polstrada Lazio e Umbria, Dott. Mario Nigro, ha ricevuto il Prefetto Roberto Sgalla Direttore delle Specialità della Polizia di Stato e il  Dott. Giuseppe Bisogno Direttore del Servizio Polizia Stradale e, alla loro presenza sono state consegnate ufficialmente le nuove 10 autovetture Alfa Romeo Giulia e Giulietta. Queste ultime, pur mantenendo a bordo la dotazione base, sono state alleggerite per essere impiegate dal Reparto Operativo Speciale per i servizi di scorta nei movimenti alle massime Autorità (Santo Padre, al Presidente della Repubblica e ai capi di Stato esteri),  sostituendo le autovetture Bmw finora impiegate, che sono state destinate per i servizi di controllo del territorio.

Il Dott. Nigro ha poi spiegato alla stampa che, in ossequio alle direttive del Ministro Minniti e del Capo della Polizia Gabrielli, sono state effettuate modifiche all’ordinamento della specialità, unificando il Compartimento dell’Umbria in quello di Roma (lo stesso  a Napoli con il compartimento della Basilicata), recuperando così unità operative che svolgevano attività meramente burocratica-amministrativa, da impiegare nell’attività operativa. Un  esempio pratico, è stato l’accorpamento del Distaccamento Polizia Stradale di Cassino con la locale sottosezione, consentendo così il recupero di ben 24 uomini, destinati alla vigilanza e sicurezza stradale e autostradale permettendo, in 45 giorni, la proiezione esterna di ben 21 pattuglie in più.

Il Dirigente ha poi parlato dell’assegnazione di 4 Top Crash, strumento che consente il rilevamento satellitare degli incidenti stradali, riducendo i tempi dei rilievi e blocco delle carreggiate e sganciando prima le pattuglie impegnate in tali operazioni, e il Trucam, il nuovo sistema di rilevamento della velocità di ultima generazione. Infatti, è operativo a 1200 metri (il doppio degli attuali!) e permette anche di rilevare l’utilizzo del telefonino alla guida e delle cinture non allacciate.

Il Dottor Bisogno, ha poi integrato le spiegazioni del dott. Nigro, precisando l’impegno della Polizia Stradale a livello nazionale e la particolare specializzazione dei motociclisti.

{youtube}YQnpO_-z8Cc{/youtube}

Presente alla cerimonia, il Dott. Alessandro Ciotti, comandante del Reparto Operativo Speciale a cui i nuovi  mezzi sono stati assegnati.

Tags
Back to top button
Close