Tematiche etico-sociali

Anniversario di Fukushima. Stanotte scossa tellurica di magnitudo 6.8 nell’Oceano Atlantico Meridionale

Roma, 11 marzo – Oggi ricorre il terzo anniversario dal devastante terremoto di magnitudo 9.0 della Scala Richter che si verificò ad una profondità di 30 chilometri ed una distanza dalla terraferma di 100 chilometri, che colpì  l’area di Sendai, Giappone. Lo tsunami  che ne seguì, danneggiò la centrale nucleare di Fukushima. La gabbia di contenimento in calcestruzzo del reattore 1,  fu la  prima a cedere esplodendo (apparentemente senza causare danni al nocciolo della centrale).

Successivamente, risultarono danneggiate anche le infrastrutture dei reattori 2, 3, 4 e 5.

La zona è ancora isolata per un raggio di circa 30 chilometri.

Le vittime furono circa 16.000, la maggior parte causate dal maremoto.

Questa notte, alle 3,44, in mare aperto, equidistante tra America del Sud, Sud-Africa e Antartide, gli strumenti hanno registrato una scossa tellurica di magnitudo 6.8 ad una profondità di 10 chilometri senza causare, al momento, danni.

Ieri mattina, invece, una scossa di magnitudo 6.9 è stata registrata ad una profondità di 7 chilometri,  dinanzi le coste californiane, anch’essa senza apparenti danni.

Tags
Back to top button
Close