Formula 1

GPF1 – Ferrari e Leclerc KO

GP Spagna a Verstappen

Roma, 22 maggio 2022 – Nel GP di Spagna, la Ferrari disfa e ridisfa tutto da sola: conquista la Pole Position; Parte prima e terza. Charles Leclerc domina fino al Giro 26.

Poi, il bolide rosso del pilota monegasco a Barcellona, perde senza preavviso potenza, per regalare il GP di Spagna al campione del mondo Max Verstappen.

Ancora un flop clamoroso proprio quando meno ce lo si aspetta.

Infatti Leclerc, superata indenne la convulsa partenza, mentre l’altro ferrarista Carlos Sainz perdeva due posizioni, viaggiava sempre più solo al comando, aumentando il proprio vantaggio di qualche decimo al giro.

Il pilota monegasco poteva così cambiare per primo le gomme al giro 21, rientrando in pista ancora con una buona manciata di secondi su tutti gli inseguitori: tutti ancora con le gomme (soft) iniziali.

Il successo italiano sembrava un gioco ormai fatto, a scanso di incidenti od interventi della Safety Car e quanto altro.

Nessun inconveniente, invece, nonostante la superficie stradale bollente a 50 gradi, tutto è sempre filato liscio.

A parte le consuete disavventure della seconda guida Ferrari di Sainz che, al Giro 7, trovava il modo per fare un mezzo testa coda in curva, con conseguente uscita dal tracciato, sabbia e perdita di altre posizioni.

Sorte tutto sommato benigna per la Ferrari che continua ad avere due vetture attive e competitive dopo una uscita di strada.

Anche perchè due giri dopo, nella medesima curva, il Campione del mondo Verstappen, (impegnatissimo nel duello con Leclerc) trova modo di copiare la disavventura occorsa a Sainz incappando nel medesimo scherzetto.

Il Campione del Mondo olandese riusciva, comunque, a riprendere l’abbrivio. Perdeva un paio di posizioni rispetto a Perez e Russel, ma il suo duello con Leclerc era ormai tramontato.

La Ferrari di Leclerc è lanciatissima verso il terzo successo in stagione e verso il rafforzamento del primato in classifica.

Anzi ora che il Campione del Mondo è ormai lontano e paga ad ogni giro qualche centesimo di secondo, Leclerc può tranquillamente mirare al bonus per il Giro Veloce.

Il crono giusto arriva al Giro 26,

Euforia in casa Ferrari.

Ma ecco la doccia inattesa. Più gelata che fredda.

Al Giro 27 la Rossa di Maranello, infatti, si accascia all’improvviso. Rallenta. Leclerc ed il Gran Capo si scambiano in cuffia concitati segnali!

Niente da fare: il guasto alla Unità di Potenza è irreparabile. Il motore ha perso assurdamente potenza.

Leclerrc raggiunge lentamente il box, ma solo per raccogliere il volante, alzarsi e ritirarsi.

Sul tracciato di Barcellona, i nuovi padroni sono le Red Bull di Verstappen e Perez.

Sainz riesce a conquistare la quarta piazza dopo l’acceso duello con Hamilton.

Drammatica, pure, la situazione della classifica dopo la doppietta Red Bull.

Il Campione del Mondo Max Verstappen scavalca Leclerc fermo a 104 punti raggiungendo quota 110.

Sergio Perez è terzo ad 85 punti, quarto Russell (Mercedes) 74 p., quinto Sainz (Ferrari) a 65 p.

Ora è veramente tutto da rifare. Ma con maggiore attenzione, però perchè la materia prima esiste ed è abbondante in vetture e piloti….

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Back to top button