Motori

Ayrton Senna, 20 anni dopo

Imola, 25 aprile – Lo storico “tempio dei motori” si appresta a ospitare ai primi di maggio il tributo a un mito dello sport, il pilota brasiliano Ayrton Senna, a vent’anni dallo schianto mortale dopo il cedimento del piantone dello sterzo della Williams. Fu, quello dell’1 maggio 1994, Gp infausto: gli incidenti della Jordan di Barrichello alla variante bassa, l’impatto della Lotus di Lamy sulla Benetton di Letho con nove spettatori feriti, le morti dell’austriaco Roland Ratzenberger alla curva Villeneuve e di Senna al volante alla curva del Tamburello. 

A rendere immortale il mito di Senna, oltre ai grandi successi in pista (41 vittorie e 80 podi in 161 Gp), resterà anche il suo lascito in tema di sicurezza. Dopo quell’1 maggio la F1 ha compiuto notevoli progressi per rendere le macchine e i tracciati più sicuri: da allora nessun incidente mortale. 

Questa l’anteprima del programma: 
– Mercoledì 30 aprile – ore 18: Messa nel duomo di Imola in memoria di Senna e Ratzenberger. 
– Giovedì 1 maggio: ore 9, tributo a Senna in pista con auto e moto; ore 13.45 cerimonia di commemorazione alla curva del Tamburello; ore 15: inaugurazione mostra auto e cimeli Ayrton Senna nel Museo Checco Costa; ore 18: partita del cuore nazionale Piloti; ore 21: cena di gala di beneficenza. 
– Venerdì 2 maggio: dalle 9.30 Kart Race Memorial Senna. 
– Sabato 3 maggio: dalle 9 parate ed esibizioni di Formula, sportcars e granturismo; visite guidate; ore 21: proiezione del film “Senna” di Asif Kapadia. 
– Domenica 4 maggio: dalle 8,30: Run memorial Senna; bike memorial Senna; Transappeninica con gran parata auto storiche.

Back to top button