Spettacolo

Al Teatro Belli si incontrano Roma, Liverpool e Real Madrid, grazie a Paolo Triestino

Paolo Triestino locandinaRoma, 7 gennaio – Un doppio appuntamento al Teatro Belli con il talento istrionico di Paolo Triestino.

Due testi appassionanti di Giuseppe Manfridi: dal 12 al 17 gennaio in scena Roma-Liverpool 1-1 ovvero l’irresistibile evocazione della finale della Coppa Campioni disputata il 30 maggio dell’84.

Segue dal 19 al 24 gennaio Real Madrid-Roma, sempre di Giuseppe Manfridi; in video Ariele Vincenti.

Entrambi i lavori nascono da un’idea di Daniele Lo Monaco. Per due settimane Paolo Triestino sarà mattatore assoluto sul palco del Belli,  per raccontare e rivivere, in due spettacoli, due partite, due momenti storici differenti, che a prescindere dalla tifoseria, dimostrano come il gioco del calcio possa essere metafora di vita.

Il primo appuntamento sul palcoscenico del Teatro Belli, vede Paolo Triestino protagonista e regista di Roma-Liverpool.  Giuseppe Manfridi ha guardato negli occhi quel momento altissimo della storia di una squadra e della sua tifoseria, avvinte l’una all’altra come mai prima, e coinvolte in un sogno destinato a svanire ma non senza aver fatto percepire il profumo intenso dell’impresa irripetibile. È tempo di farlo per scoprire qualcosa che riguarda la partita stessa, quella squadra, il suo capitano, gli altri suoi protagonisti, e che riguarda un’Italia ritratta nel cuore degli anni Ottanta. Ma che riguarda pure un singolare momento di crescita vissuto dal Narratore in consonanza col clamore di un evento sportivo che ha segnato in modo indelebile la memoria di chi c’era e di chi, poi, ne ha ricevuto testimonianza. Ridendo, soffrendo, e credendoci ancora. Roma-Liverpool,  un kolossal dell’anima!

Dal 19 al 24 gennaio in Real Madrid-Roma, Paolo Triestino ci conduce nel cuore pulsante di quelle che furono le emozioni vissute in una serie di incontri tra il 2001 ed il 2008; la sorte ha messo di fronte Real Madrid e Roma diverse volte, alternando partite senza storia ad altre pregne di Storia, come quella dell’11 settembre 2001, quando, ad ogni passare di aereo sullo Stadio Olimpico, gli occhi volgevano su, sospesi, verso il cielo.  Fino a quella del 5 marzo 2008, quando la Roma, andando a vincere al Santiago Bernabeu di Madrid, si assicurò il passaggio ai quarti di finale della Champions League.  In mezzo c’è tanto, un mondo cambiato per sempre, speranze, sogni, delusioni.  

Manfridi possiede capacità non comuni, esaltando l’epos presente in ogni gesto sportivo, piccolo o grande che sia. Gesti che ne richiamano altri, dalle Olimpiadi dell’era antica fino ai giorni nostri.

Giuseppe Manfridi ci regala così pagine deliziose ed importanti di teatro, con il suo stile prezioso ed inconfondibile.

Paolo Triestino racconta questa storia che si snoda sulla rotta Roma-Madrid, con ironia e divertimento. E rispetto.     

Tags
Back to top button
Close