Spettacolo

PRESTIGIATORI A ROMA

“Notte magica “al Club Magico Italiano di Roma; “Il paese del sole” al Teatro San Luca;   al Teatro Alba    “Il trucco c’è ma non mi dona” e “Gang of magic!!!!” mentre   “Il Mago Giro’… e  qualcosa cambio’!   al  Teatro Sala Umberto
mago_iaio
 (mago Iaio)

“NOTTE DI MAGIA” a Roma al Club Magico – dalla nostra inviata speciale Eva Castrucci
Quante emozioni in questa bella serata al Club!! Tantissimi spettatori riempivano la sala, addirittura molti in piedi…tutti in attesa di vivere lo spettacolo in un magico “do ut des” nel gioco di scambio fra chi si esibisce e chi partecipa con lo sguardo sorpreso e divertito! Oscar Mancini, comme d’habitude, ha presentato affabilmente le esibizioni dei maghi tutti presi dall’atmosfera effervescente dell’andare in scena, “ora tocca a me!” mentre si accalcavano sul fondo alias “pit stop” di macchine da corsa che, a turno sul palco avrebbero avuto il loro momento di gloria! Magic Douglas ci ha condotto in un bar dove, tra il fumo e l’alcool, le passioni e la magia si sposavano piacevolmente, Mago Lollo ha divertito grandi e piccini con tanta fantasia, Angelik ha miracolosamente fatto sgorgare dell’acqua dal braccio di uno spettatore e magico Lucien affina sempre più il suo modo di soprendere il pubblico… Pablo, sfidando tutte le consuetudini teatrali sì è esibito in una splendida mise viola con le sue colombe manipolando palline e carte e Novas, campione Juniores Italiano ha incantato con l’eleganza dei suoi movimenti. Le lezioni dei maestri stanno veramente dando ottimi frutti! Grazie a Andrea Boccia, Alessio Masci, Vittorio Marino e ovviamente a Franco Silvi insostituibile anche sul palco in qualità di “perfetto regista” dei tempi fra un’esibizione e l’altra! Grazie anche a Lucio Lalli, decano della magia italiana che ha concluso la serata con il classico ma sempreverde gioco delle carte stanche!
 
“IL PAESE DEL SOLE” Teatro San Luca – dalla nostra inviata speciale Eva Castrucci
Flavio Iacobini – in arte mago Iaio – ci ha piacevolmente sorpreso in questo spettacolo che per i non romani ha un titolo non facilmente comprensibile: sembrerebbe il “paese del sole” ma, in realtà è il paese delle “sole” che in romanesco significa delle fregature! Bè, ci tengo a specificarlo perché so che abbiamo molti lettori “all’estero” che mi auguro possano in futuro vedere questo spettacolo ricco di divertissement e satira socio-politica. E il bello è che tutto è condito da uno spirito di équipe (compagnia Punto e Virgola) che trascina con forza e convizione nella musica dal vivo, con le imitazioni azzeccatissime di Gianna Martorella e con la magia di mago Iaio per il quale conierei una nuova definizione “Magattore”…sì, perché la sua bravura attorica si sposa magnificamente con gli effetti magici che abilmente intesse nella struttura narrativa e così la sparizione della radio e la sorpresa di luci nell’aere fanno parte dello stesso gioco che esiste da sempre, il teatro!
 
“IL TTRUCCO C’E’ MA NON MI DONA” Teatro Alba dalla nostra inviata speciale Eva Castrucci
Nel caso in cui oggi il bicchiere vi sembri mezzo vuoto, sarebbe cosa buona e giusta andare a vedere uno spettacolo di Lupis. E’ impossibile uscire dal teatro senza aver cambiato il proprio punto di vista. La sua carica di entusiasmo è contagiosa. Consiglierei a tutti i terapeuti che tanto si dannano prescrivendo farmaci antidepressivi a rotta di collo ai poveri pazienti tristi, di gettare nel fuoco quanto finora prescritto e cominciare sulla ricetta a scrivere “vedere uno spettacolo di Lupis al bisogno” e “ emularlo nella sua vitalità”….. Sprizza simpatia da tutti i pori.
Non c’è tempo per distrarsi, spiazza i modi di dire, li riformula con ironia, crea una spirale continua di giochi magici che scatena rocambolescamente risate fragorose e, allo stesso tempo fa spalancare gli occhi intrigati dal mistero…Sorprende meravigliando sé stesso, come un camaleonte passa dalle note di “maga maghella” a colonne sonore da thriller per coinvolgere spettatori che porteranno indelebilmente nel cuore la sua grande magia. Mago Lupis ha veramente una marcia in più.
 
“GANG OF MAGIC!!!! “– Teatro Alba – dalla nostra inviata speciale Eva Castrucci
Serata strepitosa, tutto esaurito al Teatro Alba! La Gang of Magic ha colpito ancora! Atto terzo di una stupefacente saga che si perpetua ogni due mercoledì per deliziare quanti sono alla ricerca di magico divertimento irresistibilmente inarrestabile!
Il magico numero 7 è l’emblema della gang…come i giorni della settimana, come i colli e i re di Roma, come il numero dei continenti, come i termini della scala di fusibilità dei minerali e come i colori dell’arcobaleno…Prendete 7 maghi, shakerateli al ritmo di sorprese inaudite e il divertimento è assicurato…. Come in una scatola cinese ogni mago ha presentato un altro mago et voilà lo spettacolo nasce come per prodigio: Novas, campione italiano Juniores incanta e appassiona sulle note di un tango metropolitano, Mucca Pazza esilarante varietà no-stop del non-sense dallo humour sagace, Alain crea l’atmosfera per intrigare tutti sulla strada del mentalismo, Davide Spada comicità magica originale ha i tempi giusti di chi è sempre più convincente, Norbert abile con le “manette dei pazzi” fa impazzire le persone normali…”figuriamoci Paolo” (citazione dell’autore), mago Alvi bravissimo e trascinante con i suoi giochi incredibili e mago Lupis – last but not least – adrenalina allo stato puro con la sua carica di entusiasmo contagiosa…. Senza dimenticare Miriam, spettatrice-assistente modello che ogni mago vorrebbe accanto nella sua performance! In prima fila il grande “mago da legare”, Gabriele Gentile, unico nel suo genere …ma è un mago pianista o un musicista che fa magie? Signori, è chiaro che sapete cosa potrebbe capitarvi con la Gang of Magic atto quarto mercoledì 17 novembre!!
  
“IL MAGO GIRO’…E QUALCOSA CAMBIO’!” Teatro Sala Umberto – dal nostro inviato Giorgio Enea.
Tutto esaurito e magica atmosfera al Teatro Sala Umberto per “Il Mago Girò e qualcosa cambiò” uno spettacolo con Guido Marini e Isabella Raponi (I Disguido) che si avvale della sapiente regia di Alvaro Cifri, meglio noto a tutti come Mago Alvi. Lo spettacolo, ispirato liberamente alle favole di Gianni Rodari, è la storia del Mago Girò, un mago in crisi che un giorno incontra la principessa Apollonia che gli fa riconquistare la fiducia in sé stesso e soprattutto lo fa innamorare. Il risultato è una commedia magica divertente e poetica che emoziona bambini e adulti in cui Guido e Isabella mettono la magia al servizio del testo teatrale in maniera fantasiosa, elegante e originale.  La storia si sviluppa in quadri sempre diversi in cui vengono inseriti nel contesto narrativo grandi illusioni come il baule della metamorfosi, la levitazione Ashra e diversi effetti magici come la farfalla zombie che trascina quasi in volo il Mago Girò da un lato all´altro della scena o una routine con il D´Lite eseguita a ritmo di danza da Apollonia. Lo spettacolo è una continua alternanza di momenti emozionanti come l´innamoramento tra i due protagonisti e momenti esilaranti come l´apparizione del grande coniglio bianco nella parte del re di Mangionia che parla in dialetto napoletano. Non resta che augurare lunga vita al Mago Girò sperando di incontrarlo di nuovo presto a teatro.
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button