Spettacolo

MAGGIO A TEATRO A ROMA: ANCORA INTERESSANTI PROPOSTE

Nei teatri romani ….

 

Teatro Parioli: Storia strana su una terrazza napoletana: Il Teatro Parioli Peppino De Filippo presenta dal 3 al 13 maggio,Storia Strana Su Una Terrazza Napoletana, commedia in due parti scritta e diretta da Luigi De Filippo.  Storia strana su una terrazza napoletana andò in scena per la prima volta proprio al Teatro Parioli nel 1973 e in quell’occasione ad affrontarsi sulle tavole del palcoscenico c’erano Peppino De Filippo e il giovane Luigi assieme. Il successo, di critica e di pubblico, fu grande e i due interpreti si rivelarono in gran forma, gareggiando in bravura e comicità. Dopo quasi quaranta anni, tornano dunque sullo stesso palcoscenico le vicende surreali che vedono come teatro una “terrazza napoletana” , una di quelle terrazze situate nel centro storico di Napoli, che affacciano sull’incanto del golfo. È questa una divertente commedia che, pur restando profondamente radicata nella tradizione della sottile ironia defilippiana, è anche anticonformista e originale: si ride, si riflette, si sogna e si spera. La pièce è incentrata sulla stravagante vicenda di una bizzarra famiglia della piccola borghesia napoletana: un ex pasticciere con moglie, figlia, genero, domestica e cane, che vive in un attico affacciato sul mare. Luciano, il genero, un tipo burbero e originale, sempre in lite con moglie e suoceri, da qualche giorno afferma di comprendere l’abbaiare del cane di casa che si chiama Scugnizzo. Il guaio è che questo cane chiacchierone, testimone innocuo e insospettato delle azioni più intime dei protagonisti, poco a poco rivela verità scabrose che infastidiscono e compromettono non poco il campionario umano della piccola società di quartiere, della quale vengono messi a nudo segreti e bugie, vizi e desideri, colpe e misfatti. Questi avvenimenti danno vita in scena ad infinite situazioni comiche e paradossali che sfociano in un sorprendente finale. Anche in questo lavoro, Luigi De Filippo dimostra appieno di aver fatto sua la lezione della grande commedia napoletana, capace di abbinare il riso alla riflessione, insieme al segreto di questa immensa tradizione teatrale: costruire situazioni e caratteri in cui la comicità rivela sempre un fondo di umanità e di malinconia.
Teatro Sala Uno: Difesa di Dama: Un interessante spettacolo alla Sala Uno con Daniela Giordano, Arnaldo Ninchi e Lorenzo Gioielli con la regia di Tullio Pecora. Nel gioco degli scacchi si chiama “difesa di dama” la mossa che consiste nel salvare la regina a costo del sacrificio delle altre pedine. Nel 2011 Isabel Carmona e Joaquin Hinojosa scrivono Difesa di Dama dopo vari mesi di investigazioni su 38 casi di maltrattamenti e violenza contro donne, nascoste e rifugiate in luoghi clandestini, per essere state minacciate di morte dai compagni. Nel 2012 primo allestimento italiano: secondo i dati presentati alla “2nd World Conference of Women’s Shelters”, tenutasi a Washington dal 27 febbraio al 1° marzo, 1 donna su 3 nel mondo è stata vittima di violenza domestica e per questo motivo 1 donna muore ogni 3 giorni.  Maria vive con l’anziano padre, mentre attende che il marito esca dal carcere dove sta scontando la pena con l’accusa di tentato omicidio. E’ lei la donna vittima della violenza del marito. Una storia familiare di amore violento, dove le donne sono vittime silenziose. Un aspro confronto tra modi differenti di intendere l’amore, fino al colpo di scena finale. La violenza domestica sulle donne è una costante che fa notizia solo quando si conclude con la morte per mano del marito, padre, fidanzato o convivente. Il tema duro dei maltrattamenti delle donne e della violenza tra le mura domestiche. In questo caso una moglie maltrattata da due uomini, padre e marito, vive in una spirale di violenza, incomprensione e dipendenza. L’opera ci espone con crudezza l’inferno che vivono milioni di mogli nel mondo per la violenza dei mariti. Lo spettacolo è pensato come un appuntamento rivolto alle città e alle persone, e vuole avvalersi della collaborazione dalle istituzioni cittadine per affiancare alla visione dello spettacolo una serie di azioni rivolte alla sensibilizzazione sul tema: incontri cittadini, produzione di materiali informativi, seminari di approfondimento, per aumentare l’ attenzione e la presa di coscienza sui mali sotterranei che spesso si consumano nel segreto delle mura domestiche.
Teatri di Cintura: La Trappola di Pirandello : Dopo l’allestimento di Tutto per bene presentato lo scorso gennaio al Teatro Argentina, Gabriele Lavia torna al teatro di Luigi Pirandello con La trappola, testo del 1912 del quale oltre all’adattamento e alla regia è anche interprete nel ruolo del protagonista, accompagnato da Giovanna Guida e Riccardo Monitillo. Un omaggio esclusivo dedicato al pubblico, per ringraziare della costante attenzione dimostrata nel corso del progetto che ha visto impegnato il Teatro di Roma nella gestione e nella programmazione dei Teatri di Cintura. Lo spettacolo in scena in prima nazionale sia al Teatro Biblioteca Quarticciolo che al Teatro Tor Bella Monaca.La trappola è il discorso interiore di un uomo che confessa la propria ossessione di essere umano ingabbiato dalle convenzioni, dalla famiglia, addirittura dall’obbligo della riproduzione. Per il nostro protagonista, infatti, le donne sono lo strumento che attira l’uomo spingendolo a riprodursi e generare così altri infelici, altre maschere del gran ballo della società. Anche lui naturalmente è vittima del tranello: una donna sposata, che non può avere figli da suo marito, lo seduce, gli strappa una gravidanza per poi abbandonarlo e tornare dal marito. Così rimane da solo con il vecchio padre malato e paralizzato, condannato a quella sorte dal padre, suo nonno, che lo generò 76 anni prima. Per il protagonista ogni genitore è il boia della creatura che genera e che dice di amare perché la condanna a morte.
 
Teatro Brancaccio: Stomp : Grande ritorno dellospettacolo Stomp al Teatro Brancaccio fino al 13 maggio. Con la sua combinazione unica di teatro, danza e musica, questa produzione pluripremiata continua a richiamare pubblico in tutto il mondo. Stomp trova la bellezza e la sua essenza nella realtà quotidiana in cui viviamo. Trasforma scope in strumenti, battiti di mani in una conversazione, bidoni della spazzatura in percussioni; il disordine della vita urbana diventa fonte di stupore e ritmo contagioso. Lo spettacolo ha girato più di 40 paesi. A Parigi lo spettacolo è rimasto per 43 settimane, riscuotendo notevole successo. Tra gli altri premi, Stomp ha vinto un Premio Laurence Olivier per la Migliore Coreografia ed è stato nominato per un Premio Laurence Olivier per il Miglior Spettacolo. Dopo l’eccezionale successo ottenuto nel tour italiano nel 2009, torna Stomp, uno tra i più rivoluzionari ed entusiasmanti eventi spettacolari degli ultimi anni.Senza trama, personaggi né parole, Stomp mette in scena il suono del nostro tempo, traducendo in una sinfonia intensa e ritmica i rumori e le sonorità della civiltà urbana contemporanea.Con strofinii, battiti e percussioni di ogni tipo, i formidabili ballerini percussionisti attori acrobati di Stomp danno voce ai più “volgari”, banali e comuni oggetti della vita quotidiana: bidoni della spazzatura, pneumatici, lavandini, scope, spazzoloni, riciclandoli ad uso della scelta, in un “delirio” artistico di ironiatravolgente. Sfidando continuamente ogni convenzione sui confini di genere, Stomp è danza, teatro e musica insieme. È un elettrizzante evento rock, un anomalo concerto sinfonico in stile “videoclip”: senso rapido del tempo, visualizzazione della musica, vortice ritmico nella scansione delle immagini. È comunicazione forte, diretta, capace di coinvolgere ed entusiasmare il pubblico di ogni lingua, cultura, generazione. È sfida ecologica allo spreco urbano. È trasgressione heavy metal e satira anti-inquinamento. La loro missione? Liberare, attraverso il ritmo, i suoni più comuni e per questo più sconosciuti dell’epoca contemporanea.
 
Teatro Trastevere: Il mistero dell’assassino misterioso: Dopo lo strepitoso successo de Il Letto ovale e di Parole parole parole, La Compagnia I Panni Sporchi festeggia il decimo anno di attività teatrale con la divertente e surreale commedia scritta da Lillo&Greg. Dal 9 al 20 maggio al Teatro Trastevere, Alessandro Perini, Alessandro Ibba, Laura Cirioni, Monica Ceruti, Andrea Rettagliati, Andrea Filosa saranno i protagonisti del Mistero dell’assassino misterioso. Lo spettacolo è diretto da Barbara Lalli. Un giallo dai toni brillanti dove il vero protagonista, insieme agli attori, è il metateatro tanto caro al noto duo comico romano. Il detective Mallory ha riunito nel salone principale del castello i sospetti assassini della Contessa Worthington. Dopo pochi minuti accade qualcosa che cambierà il corso della narrazione. Sul palco le atmosfere del giallo più tradizionale, i duetti noir, le scene corali più coinvolgenti della commedia nonsense. Verità e finzione verranno mescolate, la quarte parete sfondata e ricostruita. Sei personaggi in scena accompagneranno dolcemente lo spettatore alla scoperta della verità.
 
Teatro Cometa Off : Punti di vista : Al Teatro Cometa Off in scena la  piece Punti di Vista scritta e diretta da Sara Caldana. Lo spettacolo vede sul palco Giulia Bornacin, Michele Albini, Guido Saudelli e Veronica Milaneschi, con le musiche dei Ghost, gruppo musicale vincitore del Wind Music Awards a fare da sottofondo al lavoro di Sara Caldana già conosciuta come autrice dello spettacolo teatrale Erba Voglio e del libro Efrem: fiaba per adulti. Al centro della sua nuova pièce un condominio e gli stravaganti personaggi che lo abitano. Immancabile la vicina di casa, la religiosa e terrorizzante Marisa per la quale c’è sempre qualcosa che non va, qualcosa di sospetto. Come in ogni palazzo che si rispetti anche in questo è presente Gustavo il portiere che conosce le vite e le dinamiche di tutti i condomini. Mentre Italo ed Anna rappresentano una coppia incrinata dalla noia della quotidianità. Punti di vista: una commedia che parla di ciò che sembra e di ciò che è.
Perché niente è come appare!

 
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button