Spettacolo

LA RUBRICA DI LUCILLA DI NOVEMBRE


   MODA E…NON SOLO


LA MODA AL COLLO.
Si sono concluse tutte le passerelle di moda , caratterizzate quest’anno da un occhio “sensibile” di alcuni stilisti,  rivolto alla sicurezza personale delle donne. Le modelle di Angela Missoni, terza generazione di una grande famiglia di donne imprenditrici, hanno sfilato con al collo un fischietto d’argento, come un ciondolo. Un accessorio “salvavita” che, come ha ribadito la stilista, è rivolto contro la violenza sempre troppo vicina alla donna e un fischietto antistupro, può servire per chiedere aiuto, e salvaguardare da situazioni incresciose. Non è la prima volta che la moda affianca campagne e sostiene iniziative. Gli appelli umanitari contro la discriminazione razziale e l’anoressia ne sono stati in passato un esempio. Anche il fischietto è un dettaglio che però non è passato inosservato.

LANE DELLA NONNA.
Colorate, soffici, calde, immancabili nel guardaroba invernale, lane lavorate possibilmente a mano come quelle delle nostre nonne!. Una varietà di capi fatti a mano oltre ai classici maglioni e sciarpe sotto la parola d’ordine: morbidezza ! La lana allarga i suoi orizzonti scatenando la fantasia degli stilisti che in passerella hanno fatto vedere di tutto e di più. Grande ritorno per i maglioncini corti tanto di moda negli anni ’90 riproposti dalla stilista inglese Vivienne Westwood. Coprispalle in colorivivaci, poncho o mantelline abbottonate davanti da decorare con spille luccicanti.

GRACE KELLY, ICONA DI ELEGANZA.
Suggestiva inaugurazione a Roma, al Museo del Corso, per la mostra “Gli anni di Grace Kelly”. Il Principe Alberto II di Monaco, figlio della compianta Principessa, ha tagliato il nastro del vernissage con gli organizzatori e curatori, Fondazione Memmo e Federic Mitterand, ministro francese della cultura già Presidente dell’Accademia di Francia a Roma. La mostra che rimarrà aperta fino al 28 febbraio 2010, ripercorre i momenti importanti della vita di Grace Kelly, un ritratto intimo dell’attrice americana, diventata Principessa di Monaco ed icona di stile, moglie e madre perfetta. Foto, abiti, gioielli, borse, locandine, filmati inediti con i suoi figli girati da lei stessa, un interessante materiale messo insieme e curato personalmente dal Principe Alberto e dalle sue sorelle, Carolina e Stefanie. La mostra ideata nel 2007 dal Forum Grimaldi e presentata nel Principato, ha attirato 135mila visitatori, tanto da renderla itinerante: è stata già esposta a Parigi e a Mosca, dopo Roma farà tappa al Victoria&Albert Museum di Londra ed in seguito andrà in Giappone. Il Principe Alberto, nel ricordare l’attaccamento affettivo che la madre nutriva per l’Italia ed in particolare per Roma, ha confessato che negli ultimi tempi aveva anche imparato la lingua italiana.
 
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Guarda anche
Close
Back to top button