Spettacolo

John Lennon (1940 – 1980)

john lennonOggi il grande Beatle avrebbe compiuto 75 anni.

Roma, 9 ottobre – Sbaglia chi pensa che Lennon fosse un artista geniale ma intrattabile. John era, al contrario, persona assai spiritosa.

Ve ne do un esempio.

Nel bel mezzo del concerto per i Reali Britannici del 1965, Lennon improvvisamente si rivolge al pubblico: “Per la prossima canzone, quelli dei posti economici possono battere le mani. Voi altri (rivolgendosi al palco reale) potete limitarvi a far tintinnare i gioielli!”. Applauso fragoroso.

Lennon era così. Irriverente, spiritoso, intelligente, non cattivo. Si comportava da duro ma la sua era una corazza. Dentro di sé lui era, per sua stessa ammissione, “così molle da non riuscire a spiegarlo”.

Nel giorno del suo compleanno, lo vogliamo ricordare così. Perché ci manca. Perché John era lo zio che porta le pastarelle la domenica, l’amico più grande di te col quale combini le prime marachelle, il poeta al quale t’appassioni, a scuola, quando non riesci a star dietro ai professori, il musicista al quale tutti ma proprio tutti quelli che hanno fatto musica dagli anni ‘70 ad oggi, siano essi direttori d’orchestra o chitarristi di rock’n roll, si sono ispirati e che ritengono i Beatles “il momento in cui tutto ebbe inizio”.

Per questo ti ricordiamo. Riposa in pace John!

Back to top button