Spettacolo

“Drogata e violentata da Bill Cosby” questa la denuncia di Barbara Bowman

Sarebbe avvenuto quando aveva 17 anni, 29 anni fa

Bill Cosby

Washington, 30 ottobre – (ansa)  Nuove accuse di violenza sessuale contro Bill Cosby, il ‘papà’ dei Robinson. L’attrice Barbara Bowman, 46 anni, sostiene di essere stata drogata e violentata da Cosby all’età di 17 anni. L’attore, 77 anni, era già stato denunciato in passato per violenza sessuale, ma il racconto della donna contiene dettagli alquanto scioccanti.

“Sono stata drogata e violentata da quell’uomo. È un mostro”, ha detto, riferisce il Daily Mail. “La mia speranza è che altri che hanno subito violenza sessuale non siano intimiditi dal silenzio di una persona famosa, potente e ricca. Se posso aiutare una sola vittima, allora ho fatto il mio dovere”, ha aggiunto.

Secondo il racconto della Bowman, la prima volta che incontrò Cosby fu per un provino nel 1985, in privato, nel suo hotel di Denver. Le chiese di andare in bagno e bagnarsi i capelli. Poi ha voluto che facesse il provino ubriaca mentre lui le prendeva il collo da dietro. La cosa finì li. Ma in poco tempo, gli incontri furono più frequenti e Cosby iniziò a pagarle i voli quando lui era in trasferta. “Diceva che faceva parte della sua valutazione e voleva capire se valeva la pena aiutarmi nella carriera. Poi mi disse che se volevo avere successo dovevo abbassare le barriere. Avevo capito che c’era qualcosa che non andava perché mi diceva di fidarmi di lui come se fosse mio padre”. Nell’incontro del 1986, in Nevada, Cosby la fece sdraiare sul divano, con la mano di lei sul suo pene. “È stato umiliante, ma non potevo dirlo a nessuno”, racconta Bowman pensando che finisse lì. Ma fu invitata a una cena a casa sua a New York, e c’era lo staff. Poi il buio. “Mi fece bere un bicchiere di vino e l’unica cosa che ricordo dopo è che avevo indosso le mutande e una camicia da uomo. Sono sicura che mi abbia drogata e stuprata”.

Anni dopo la donna andò da un avvocato, ma “mi ha riso in faccia”.

Almeno 13 donne lo hanno finora accusato di violenze sessuali, facendo una causa collettiva.

Back to top button