Cinema - NEWS FROM HOLLYWOOD by STELLA S.

Film Indipendenti più che mai alla conquista di Hollywood con DWF – INTERVISTE

Alicia Slimmerdalla nostra corrispondente da Los Angeles, Stella S.

La gara tra film indipendenti  ai numerosi festival in Hollywood e non, si può paragonare ad una corsa di cavalli al galoppo si segnalano  i favoriti e capita che tagli il traguardo un cavallo a sorpresa.
Il Festival Dance with Filmalla sua 19esima edizione promuove i film indipendenti  o indie film dal 2 al 12 Giugno .  Quest’anno il festival  presenta 117 films che includono feature film,  Documentari, e Shorts film. Quest’anno i film degli indipendenti  sono stati  premiati  agli Awards più importanti e facilmente distribuiti per il basso costo di produzione .
Tra tanti impossibile film, benchè si vorrebbe,  abbiamo scelto  alcuni fimmakers di Feature film, Documentari e short.
Il film,“ Dinner With The Alchemist” è da considerarsi decisamente unico per il basso costo impensabile per la qualità delle immagini , gli effetti speciali , la cinematografia, le musiche, la recitazione, la regia  e specialmente i set cinematografici. Il film racconta di un ricco alchimista,Jacques St. Germaine il quale decide d’incontrare a New Orleans la leggendaria woodoo Marie Laveau per intensificare le sue capacità alchimistiche. Tra fatti storici eimmaginazione“Dinner with the Alchemist” è un misterioso dramma soprannaturale.
“Il  risultato- ci  spiega- il regista, Kevin Good, inizia dalla storia e sceneggiatura scelta da mia moglie, Jenna St. John.  Ci siamo sposati proprio durante la preparazione del film. Il costo totale ha toccato i 40.000mila dollari. Questa cifra contenuta per il genere di film è dovuta al lavoro volontario di attori e collaboratori i quali hanno creduto nelle possibilità del film. Abbiamo trovato gli attori perfetti per interpretare i personaggi specialmente Dan Istrate e Megan Graves , giovane attrice , insieme hanno  trovato l’equilibrio recitativo necessario alla storia. Dionne Audain sebbrava nata per quella parte . Ci sono voluti quattro anni per terminare il nostro film. La parte che ha salvato il budget è stata la ricerca di foto d’epoca, essendo la storia nel inizio 1900, con le foto scelte abbiamo creato i set cinematografici usando il green screen. Praticamente sono “set virtuali” utilizzati senza avere i mezzi che la tecnologia richiede. Inoltre ho cercato di dare movimento alle immagini di fondo per renderle credibili. Sono stati usati molti effetti speciali.  Noi, cioè io mia moglie e Gus, il nostro direttore della fotografia, ci conosciamo da anni, abbiamo lavorato insieme in molti shorts e specialmente siamo stati, si può dire , i primi portare si youtube delle serials webs. Ci siamo fatti molta esperienza finchè ci siamo sentiti pronti al grande passo, ed ecco“Dinner with  the Alchemist”. Alla prima mondiale del film, noi veniamo da Washington DC, pensavamo di non avere pubblico in sala, al contrario siamo rimasti sorpresi dall’affluenza avuta.
 JennaSt. John,autrice della sceneggiatura -ci dice – “Abbiamo trovato gli attori perfetti per interpretare i personaggi specialmente Dan Istrate e Megan Graves , giovane attrice , insieme hanno  trovato l’equilibrio recitativo necessario alla storia. Dionne Audain sebbrava nata per quella parte. Megan Graves  è stata per noi l’attrice ideale è riuscita a indentificarsi in “Mary” nelle fasi dei suoi cambiamenti. I costumi  sono stati disegnati dal nostra produttrice  e production designer, Erin Goldstein. Essendo la storia realizzata  tra il periodo Vittoriano ed Eduardiano e ubicato nel sud  dell’America , Erin ha dovuto ricreare dopo ricerche i costumi in stile con il gusto dei luoghi scelti,  dove la storia implica prostitute, persone di alto rango e donne atte alla magia Woodoo…Nei costumi di Jacques (Dan Istrate) si è voluto vestisse abiti di era differente Regency e giacca di style Eduardiano. Gus, direttore della fotografia, ci ha detto “ Non ho usato più di 3 luci per scena in modo  da illuminare i campi richiesti in modo efficente  . Avendo  noi necessità di seguire l’ordine del giorno  richiesto per essere a passo con i tempi di produzione , ho cercato di  usare la luce nel modo più semplice possibile.”Trailerhttps://www.youtube.com/watch?v=zhcQOItXKnI
.
Film” Creedmoria”scritto e diretto dalla giovane Alicia Slimmer racconta l’esperienza di Candy in una famiglia disfunzionale . Dopo anni di tentativi di salvare il salvabile nei rapporti personali con la famiglia e  le convenzioni Candy decide di salvare se stessa.
Tu hai scritto e diretto e prodottto  ” Creedmoria ” come giovane donna e determinate filmmaker cosa vuoi portare nel mondo cinematografico?
“Io voglio dare voce alle donne derelitte. Voglio fare film che abbiano sentimenti. Adoro il cinema perchè ti porta in un viaggio, nel  caso di, Creedmoria, dove s’intersecano diverse storie in una famigli disfunzionale c’è un’inevitabile bisogno di cercare la libertà e l’indipendenza.”
È stato difficoltoso per te trovare gli interpreti che potessero interpretare nel film I tuoi personaggi?
“Questo passo non è avvenuto  Immediatamentesono passati dei mesi. La nostra protagonista di talento, Stef Dawnson, ci ha trovati online inviandoci la più incredibile audizione self-taped per impersonare il personaggio richiesto, completata da abiti e girata in posti diversi.  Nessuno ci aveva inviato un tape cosi preciso. Purtroppo abbiamo capito che l’attrice non viveva vicino a noi ma a Los Angeles  mentre noi eravamo dalla parte opposta a New York. Non ero in grado di pagarle il biglietto di viaggio . Ebbene se lo è pagato di tasca propria pur di lavorare nel film e vederso New York per la prima volta… Stef si è trovata benissimo a lavorare con il giovane e nuovo  incredibile attore , Steve Cavanaugh,e l’abbiamo assunta”.

Pensi sia ancora difficile per una giovane donna farsi strada come regista nel mondo dello spettacolo?
Penso sia diffficile per tutti ma bisogna seguire i propri sogni e non lasciare che nulla te lo impedisca. Io non sono una ragazzina uscita dal college.  Dopo che ho girato intorno al mio vicinato un pò di volte non ho trovato nulla che potesse impedirmi di fare il mio film. Si trovano nel percorso tante difficoltà, ma bisogna essere persistenti, questa è la chiave.E trovare buoni consigli. Io sono stata fortunata perchè ho incontrato in Film Fatales persone che mi hanno sostenuta , consigliata specialmente quando ero insicura su delle scelte da prendere ed è importante avere un aiuto. Il sostegno che ho ricevuto dalla donne dell’organizzazione mi ha dato la possibilità di finire il film più velocemente, da sola il percorso sarebbe stato  più lungo.Non bisogna aver paura di chiedere aiuto. Si possono evitare errori  nel fare quel che si vuole bisogna credere in se stessi ma domandare se si ha bisohgno a chi ci può aiutare
I tuoi personaggi alla fine del film trovano una risposta per le loro necessità, la libertà. Questa scelta rappresenta qualcosa di te.?
“Si, qualche volta per me è importante continuare ad essere me stessa ed è necessario scappare dale persone e dale cosec he ti circondano per ritrovare la propria idea d’identità… Candy e Sean sono caraggiosi a scappare o megli a cambisre vita, ci riescono, molte persone non ce la fanno, incluso il loro fratello maggiore.”
Indefesso ed energeticoMichael David Lynchha dimostrato d’essere uno sportivo, è un giocatore d’ hockey, anche come regista, infatti ha scritto, diretto e prodotto il film‘ “Dependent’s Day”una divertente commedia dell’avventura del protagonista ( Joe Burke) di barcamenarsi tra amore e lavoro per realizzare i suoi sogni . Lynch non si è accontentato di un film ha diretto anche il documentario“ Victor Walk”è l’esempio di Stanley campione Olimpionico e Theo Fleury nei 10giorni di marciada Toronto a Ottawa a favore delle vittime di abusi sessuali invitando a difendersi  dagli abusi ed a promuovere leggi  contro i predatori di innocenti. Meritevole è l’impegno e i risultati ottenuti dal regista.
 
“Killing Lazarus”è diretto daDesmond Faison  coadiuvato da un ottimo cast tra gli attori principali, Deji LaRay e Tracey Dukes nella parte di Lazarus. Il regista, al suo primo feature film, ha voluto scrivere e dirigere questa storia toccante in un esempio di caduta libera umana ma anche dagli errori si può imparare,volendo, e  riprendersi. Eppure come dice il poeta TuPac Amaru Shakur. “ Quando vedi una rosa crescere nel cemento con dei petali danneggiati bisogna celebrare la tenacia del suo voler aprirsi al sole”trailer
 
DWF, ha portato fortuna al film“Ìm a Gangster” , scritto e diretto daMoritz Rechendberg ha già trovato una distribuzione. Il film è un intreccio di situazioni in cui viene coinvolto David ,un poliziotto idealista. Purtroppo qundo i conti non tornano specialmente se si ha a che fare con componenti di gangs. Il film , per il suo genere, è piaciuto al publico.
 
Giovanissimi in” BreakingLegs”scritto e diretto da Michael Brandt interpretato da ‘ Chris Kattan,Lee Meriwether, Liv Southard, Sarah Rochelle, William leon, Aaron Landon, Alexa Sutherland, Mark Marchillo, Richard Riehle, Lizz Carter, Maria Pallas.
Una giovane ragazza vive il passaggio dalla metropoli all picola città dopo la morte della madre e per una danzatrice le opportunità di carriera sono minime e specialmente faticoso misursrsi con una nemica a fianco. Ma le lezioni aiutano anche con la gambe rotte.
 
“OH Em GEE” È unoshort in 8 minuti nella categoria Fusion , diretto daJonhatan Chase, interpretata da  Camille mena e Libby Ewing . Intelligente idea, Deborah con l’aiuto del cielo riesce a eliminare la dipendenza dalla tecnologia: telefonino, computer per ritrovare una dimensione umana dimenticata.Chase ha esperienza come attore ha lavorato con Sandra Bullock in “ All About Steve” e in ” Love Thy Neighbor” per la Oprah Winfrey network  nella parte di Sam Parker.
“Future Boyfriend”,  Short  in 12 minuti scritto da A.Vincent Ulariche diretto daBen Rock
Una possibile storia d’amore appane iniziata tra Suard e Kaylie scuote la loro intesa  la sincerita di Stuard forse fatta a proposito… c’è il twist finale….
“Return To Zanskar” È un documentario interessante scritto daBryan Liptzine diretto daDaniel Bull. Bryan ha voluto sperimantare i ricordi di un viaggio fatto 30 anni prima con un amico in un monastero buddista nell’Himalaya. La realtà del momento non combacia con  riporta a galla le sensazioni  dei ricordi del passato.
“Burns”è una digita series diretta  Daniel Applegatee scrittta da Nicole DuPort
La serie ti racconta in modo divertente la vita di giovani ragazze e della loro “banda” annoiate e concentrate in superficialità vogliono mantenere il loro campo d’azione contro i loro vicini. Difficile non immaginare come tra sesso e droga passano la giornata. Meglio averle amiche che nemiche. Il loro trailer Burns  è in youtube.
 

GALLERIA FOTOGRAFICA

{youtube}_xU_EtNFQPA{/youtube}

 
Tags
Close