Scienza

Biodiversità, motore della vita sulla Terra

Terza conferenza internazionale sull’ambiente dell’Arma dei Carabinieri.

Roma, Martedì 13 Novembre 2018 – Presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma si è aperta la Terza conferenza internazionale sull’ambiente organizzata dell’Arma. Il tema prescelto per quest’anno è la diversità biologica, intesa quale vero motore della vita sul nostro Pianeta.
Il convegno, intitolato “Biodiversity: engine of life on Earth”, si articola su due giornate e tre sessioni tematiche, coinvolgendo esperti e studiosi italiani e stranieri di altissima caratura: specialisti di vari campi delle scienze applicate ai temi ambientali, giuristi, rappresentanti di organizzazioni mondiali, istituzioni comunitarie e agenzie governative, forze di polizia, accolti dal Generale Massimo Mennitti, comandante del V° Reparto del Comando Generale.

cc-convegno-biodiversità (2)

Ad aprire questa mattina i lavori, gli interventi introduttivi del Comandante dell’Arma dei Carabinieri Generale Giovanni Nistri, del Ministro dell’Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare Gen. Sergio Costa e il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta.
A seguire nella mattinata il primo panel, dal titolo “The value of biodiversity”, moderato dal professor Alessandro Chiarucci dell’Università di Bologna, mentre per la sessione pomeridiana (Panel 2 “Conservation of biodiversity”) il chairman è stato il professor Giuseppe Scarascia Mugnozza dell’Università della Tuscia di Viterbo.
La seconda e ultima giornata di studio di domani sarà dedicata alla tutela della biodiversità, con il terzo panel “Protecting biodiversity” coordinato dal Generale Nicola Conforti, Comandante Unità Cooperazione Internazionale Carabinieri.

cc-convegno-biodiversità (3)

Gli argomenti trattati nella conferenza forniscono spunti di riflessione su tematiche di rilevanza
globale, con specifico riferimento alla necessità di mantenere adeguati livelli di biodiversità tramite una corretta gestione degli habitat e degli ecosistemi. In tutti gli interventi dei vari relatori della prima giornata è emersa la priorità assoluta di dare impulso ad ogni livello territoriale – locale, nazionale, continentale e mondiale – ad azioni congiunte mirate alla conservazione delle specie animali e vegetali.

Tags
Close