Politica

Le conclusioni sconclusionate del Vertice Ecofin

Lussemburgo ,10 aprile 2020 – Si è concluso ieri il Vertice dei ministri economici e finanziari dell’Eurogruppo, (Ecofin) dopo ripetuti e deludenti fallimenti fatti registrare dai precedenti Vertici.
Bene, ma che cosa hanno infine concluso? Beh, per la conclusione della telenovela bisognerà attendere almeno fino al prossimo Vertice dei Capi di Stato e di Governo!
Orbene, in realtà qualcosa hanno deciso ma si tratta di provvedimenti quantitativamente inadeguati, su cui era ampiamente scontato l’accordo.
La vigilia era stata caratterizzata da oscuri eventi premonitori. Facciamo quindi un passo indietro.
Il partito anti europeista (!) olandese (forte di ben due parlamentari!) ha presentato in parlamento una mozione volta a vietare ai rappresentanti del Governo al Vertice Europeo, l’adozione degli Euro bond ! Verrebbe da sorridere, se non fosse che la mozione è stata poi sorprendentemente votata dal 100% dei parlamentari della compagine governativa!
Contemporaneamente, Frau Merkel ha dichiarato a Berlino che non avrebbe autorizzato eurobond di sorta!
Da parte sua, il settimanale “Die Zeit” invitava il Governo germanico a non consegnare i soldi dei contribuenti tedeschi nelle mani della Mafia Italiana!
Sulla scia di queste notizie si è poi aperto il Vertice suindicato, chiamato a trovare una soluzione miracolosa ai problemi irrisolti sul tappeto!
In conclusione un accordo è stato poi trovato ma, ovviamente, non come poteva e doveva essere!
Veniamo al dunque: quantitativamente i quasi 500 miliardi messi a disposizione in varie forme sono certo meglio di niente; tuttavia non sono con certezza abbastanza! Ad esempio, gli Stati Uniti hanno immesso nell’economia (tramite la FED, vera banca centrale) oltre 3.000 miliardi di dollari. La FED ha poi annunciato ai mercati finanziari che “le sue munizioni non sono affatto finite”!
Quanto alla prevista approvazione futura del Recovery Fund, che servirebbe alla ricostruzione delle economie europee, si sa solo che ne è ignota la dotazione finanziaria, ne’ si sa chi dovrebbe finanziarlo e con quali modalità!
Sicuro è che servirebbero almeno 1.000 (mille) miliardi! Ci spieghino allora “lorsignori “come hanno intenzione di agire a tale riguardo!
Mario Centeno, Presidente dell’Eurogruppo, ha però dichiarato che tale fondo entrerebbe in azione solo alla fine della pandemia. Pertanto, al malato verrebbero somministrati i farmaci soltanto dopo la scomparsa della malattia!
Scusandoci del precedente paradosso, non possiamo a questo punto non osservare che l’idea di ricostruire un’economia morta, quando si potrebbe ora ragionevolmente mantenerla in vita, può essere solo il parto di una mente demenziale… ovvero diabolica !!!

Tags
Back to top button
Close