Politica

L’Italia è in saldo/svendita

italia Nazione SvendutaRoma, 10 marzo – Come tutti i periodi dei saldi/svendite che vengono preannunciati, con campagne pubblicitarie e evidenziati dai cartelli apposti sui vetri dei negozi in bella vista, così è stato preannunciato il saldo/svendita del nostro Stato.
Strani avvenimenti ne rendevano noto il suo imminente momento di svendita/saldo poi naturalmente avveratosi.
In primis, in Italia è stata svenduta la democrazia (governo del popolo) ed  esiste il cosiddetto “governo ombra” (che governa con pieni poteri), cioè un governo in carica  non votato dal cittadini, diversamente da come recita invece l’art. 2 della nostra Costituzione (la sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione). Ormai i cittadini hanno solo limiti e non sovranità né alcun potere di nessun genere.
In virtù di questo mandato Presidenziale, tutte le regole sono state riscritte da una parte politica che, non essendo riuscita ad essere eletta dai cittadini prima e dalla Magistratura poi, governa a senso unico. Con arroganza e boria di sapere tutto!
Il Parlamento è stato svenduto e così altre Istituzioni che esistevano proprio per “sorvegliare” l’agire del governo stesso e dei loro governatori.

Che dire poi dei nostri confini e del nostro territorio?

Ancora una volta la Storia si ripete (corsi e ricorsi storici). Invasioni in passato, scorrerie e devastazioni nel presente.
All’improvviso il governo ombra, ha deciso di andarli a prendere direttamente dalle loro case gli immigranti clandestini (ora non più perché legalizzati) spendendo molte risorse pubbliche che potevano essere adoperate per salvare molti cittadini poveri che così sono stati svenduti, in nome di un buonismo relativo e assurdo.
Inoltre, che dire delle misure di sicurezza da adoperarsi affinché non ci siano infiltrati terroristici e, peggio ancora, sabotatori della nostra stessa unità statuale?
Inoltre, sono aumentati anche i furti nelle nostre abitazioni! Qualunque persona delinquente voglia mangiare, rubare e violentare, assalta una casa e ivi trova tutto quello di cui necessita.
Di fronte a tutto questo cosa succede? Nulla!
Tutti ne parlano, tutti dicono, tutti si fanno ritrarre in immagini da postare, tutti fanno i sapientoni, tutti dicono che l’avevano già detto loro quello che, ora, qualche timido politico dice di sapere e cioè: ”È serio il pericolo che tra gli immigrati clandestini vi siano destabilizzatori e terroristi islamici e non solo!”.
Allora, il buon senso suggerirebbe che venissero intraprese, da chi ne ha il potere,  serie e severe misure di controllo della sicurezza pubblica e dello Stato (parlo del nostro Stato e non di quello degli altri dei quali ci stiamo intensamente, fortemente, vivamente, calorosamente e severamente interessando!).
La dimostrazione che siamo uno Stato in svendita/saldo è l’assistere alle accuse di responsabilità che si fanno tra di loro le nostre stesse Istituzioni che si rimbalzano le colpe. Sembra di stare in America dove esistono limiti federali!
Infatti, lo scacco di Roma è stato perpetuato da  frange violente della tifoseria del Feyenoord che, certi di non pagare con la galera, come succede in altri Stati per fatti analoghi, si son permessi di distruggere e di offendere tutti e tutto, orinandoci (rectius:pisciandoci) pure sopra.
Ma proprio come si fa con le svendite/saldi, tutti hanno detto che la colpa non si capisce di chi è: dei poliziotti, dei politici, dei giudici, del sindaco di Roma, del Prefetto, del Capo della Polizia, del Ministro degli Esteri.
Non si capisce di chi! Nessuno ha colpe specifiche!
Secondo le loro dichiarazioni i comportamenti tenuti sono stati adeguati ed hanno permesso che non ci sia stato/cascato alcun morto. Quindi tutti bravi ed eroici gestori della nostra sicurezza che si prodigano affinché l’Italia, se pur in svendita/saldo, almeno non è in fallimento o, come si dice oggi in una cultura globalizzata, in default.
Ora si attende anche l’ennesima distribuzione di medaglie al valore (coniate in oro naturalmente) presso la sala del Quirinale alla presenza di tutti i mangioni, papponi e dei corazzieri a vigilare(vi è un Reggimento che noi paghiamo)!
Infatti, proprio come quando si acquista una mercanzia in svendita/saldo, se l’acquirente ritorna dal venditore reclamando un vizio o un danno dell’oggetto comprato, si sente dire: “Ma lei sapeva benissimo di aver acquistato un oggetto sottocosto e, pertanto, potenzialmente difettato”.
Così ormai succede da noi: se reclamiamo che abbiamo un governo “difettato” ci sentiamo dire che questo Stato è in periodo di svendita/saldo e, pertanto, dobbiamo accontentarci.
Ma accontentarci di che cosa? Almeno ai saldi c’è la possibilità di risparmiare, cosa che non sta succedendo con questo Governo che sta tassando tutto e tutti finanche terreni agricoli incolti e abbandonati senza alcun reddito per il proprietario che, quasi sempre, è un anziano pensionato che a sua volta ha ereditato un pezzo di terreno dal suo avo.
Ma è ormai una moda il  ritenere cosa giusta far pagare sempre ai poveri e ai pensionati, tanto anch’essi sono ritenuti persone in  svendita/saldo, mentre i nostri politici sono come l’asso piglia tutto: mai in saldo, ma sempre persone griffate e di moda. E, quando vanno in pensione-vitalizio, anche questa deve essere lauta e generosa, mica saldo!
Écrasez l’Infâme! (schiacciate l’infame).

Back to top button