Politica

I FASCISTI DI COLORE ROSSO A TORINO

Torino. 1° maggio: festa dei lavoratori.
bandiere in fiamme

 

Nel corteo a Torino, che vedeva sfilare i cittadini tutti uniti in un unico corteo sotto le bandiere delle tre confederazioni  sindacali Cgil, Cisl E Uil, un gruppo di circa 200 giovani antagonisti apparentemente appartenenti al gruppo Askatasuna, hanno iniziato la contestazione strappando dalle mani  dei rappresentanti sindacali 2 bandiere della Cisl ed una della Uil, quindi, esponendo striscioni con la scritta “Crisi-nucleare-guerra e politici schifosi. Cacciamoli tutti” con le immagini di Silvio Berlusconi, Raffaele Bonanni e Sergio Marchionne salivano sul palco bruciando le bandiere, “bottino di guerra”, mentre un altro teneva in mano una ghigliottina in gommapiuma con la scritta Bertone sulla lama e Fiat new company nel manico, dando così la netta sensazione che tale gruppi violenti si identificano solo nella sigla Cgil!
Le forze dell’ordine, per evitare ulteriori complicazioni, li hanno lasciati fare.
 
Questa ormai, è la democrazia italiana: una rumorosa minoranza di nemmeno 200 persone, si può permettere di zittire decine di migliaia di persone che manifestano pacificamente i loro diritti.
Se fatto da altri, si sarebbe gridato “al fascismo” mentre il sindaco del PD Chiamparino, li ha descritti come “soliti provocatori”.
Noi, però, abbiamo l’impressione che questi signori siano i veri fascisti, sotto l’egida delle bandiere rosse, che non accettano la democrazia maggioritaria!

 
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button