Politica

Elezioni politiche suppletive e amministrative del 3 e 4 ottobre 2021

Dove si vota, quando si vota, come si vota

Roma, 28 settembre 2021 – Il 3 e 4 ottobre 2021, si svolgeranno le elezioni suppletive per la Camera dei Deputati, Rinnovo del Consiglio Regionale in Calabria e le amministrative per le elezioni del sindaco e del consiglio comunale in oltre 1.100 comuni e interesseranno circa 12 milioni di elettori.

Particolarmente attenzionati, saranno Roma, Milano, Bologna e Napoli.

L’esito delle amministrative, indirettamente, influenzerà le politiche nazionali dei partiti.

Nella stessa data, si svolgeranno anche le elezioni suppletive alla Camera dei Deputati nei collegi di Siena (Toscana 12) e Roma (Primavalle) nonché si voterà il rinnovo del consiglio Regionale di Calabria, a seguito del decesso per malattia della Presidente di Centro Destra Jole Santanelli, che sul web è stata oggetto di frasi oltraggiose, a dimostrazione della mancanza di rispetto e democrazia.

QUANDO E ORARIO DELLE VOTAZIONE
Di massima, il giorno 3 ottobre, i seggi saranno aperto dalle 07,00 alle 23,00 e il giorno 4 ottobre, dalle 07,00 alle 15,00, consentendo così di esprimere nel seggio elettorale di iscrizione, la propria preferenza.

BALLOTTAGGIO
Nei Comuni che superano i 15mila abitanti, il ballottaggio è previsto domenica 17 ottobre e lunedì 18.

Nei Comuni con meno di 15mila abitanti, invece, non è previsto il ballottaggio.

NELLE REGIONI A STATUTO SPECIALE, LE DATE CAMBIANO: nei Comuni siciliani e in quelli sardi si vota il 10 e l’11 ottobre, mentre l’eventuale ballottaggio è previsto il 24 ottobre; in quelli del Trentino Alto-Adige il primo turno è solo nella giornata del 10 ottobre mentre il ballottaggio si svolgerà il 24 ottobre.

Documenti indispensabili per essere ammessi a votare

Età necessaria per votare, 18 anni di età, presentandosi nel proprio seggio elettorale del Comune di residenza, muniti di documento di identità valido e della tessera elettorale.

Le Forze dell’Ordine, che possono votare nel Comune dove si trovano per servizio.

Gli aventi diritto al voto, ricoverati in ospedale o in una casa di cura, lo comunicano alla direzione e potranno votare nella struttura di ricovero.

Chi avesse smarrito la propria tessera potrà chiederne il duplicato agli uffici comunali che, a tal fine rimarranno aperti per tutta la durata delle operazioni di voto di domenica e lunedì.

Le schede elettorali avranno colorazione diversa.

DIFFERENZA DI MODALITÀ DI VOTAZIONE

COMUNI AL DI SOTTO DI 15.000 ABITANTI
Nei comuni al di sotto dei 15mila abitanti, attraverso il sistema maggioritario, si vota in un unico turno, escludendo il ballottaggio e vince il candidato che ha una maggioranza di voti relativa.
A ogni sindaco corrisponde un’unica lista con un numero di candidati al Consiglio comunale che non supera il numero dei seggi. Quindi i cittadini che votano per un sindaco esprimono una preferenza anche per la sua lista.

COMUNI CON ABITANTI SUPERIORI AI 15.000 ABITANTI
Nei Comuni sopra i 15mila abitanti, è operante il sistema maggioritario con soglia di sbarramento al 3%.
Qualora nessuno dei candidati raggiunge il quorum, si andrà al ballottaggio fra i due candidati che hanno raggiunto il maggior numero di voti.
I cittadini possono esercitare il voto disgiunto cioè esprimere la preferenza per il candidato sindaco e al contempo votare per una lista di schieramento diverso.
Gli elettori possono esprimere la doppia preferenza, purché tra due candidati di genere diverso e della stessa lista.
Qualora il criterio di genere non viene rispettato, la scheda viene annullata.

Elezioni suppletive
Il 3 e 4 ottobre si vota anche per le elezioni suppletive in due collegi della Camera dei deputati a Siena (collegio Toscana 12) e a Roma, Primavalle.

Regionali
Domenica 3 e lunedì 4 ottobre, infine, si voterà in Calabria anche per il rinnovo della carica del presidente e del Consiglio regionale.

PROTOCOLLO ANTICOVID
Per votare, sarà necessario solo indossare la mascherina, da abbassare solo al momento del riconoscimento con il documento di identità e mantenere la distanza di un metro tra una persona e l’altra.
Non sarà necessario presentare il green pass.
Sarà cura dei Comuni e dei presidenti dei seggi, far si che i locali siano sanificati, che sia garantito il ricambio dell’aria nelle aule e che vengano allestiti percorsi differenziati di entrata e uscita per evitare assembramenti.

IMPORTANTISSIMO
Per assicurare la segretezza dell’espressione del diritto di voto, è assolutamente vietato introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.

Il presidente dell’ufficio elettorale di sezione, all’atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale da parte dell’elettore, inviterà l’elettore stesso a depositare le apparecchiature indicate di cui è al momento in possesso.

Le apparecchiature depositate dall’elettore, prese in consegna dal presidente dell’ufficio elettorale di sezione unitamente al documento di identificazione e alla tessera elettorale, saranno restituite dopo l’espressione del voto.

Chiunque violi tale divieto è passibile di denuncia alla competente autorità giudiziaria con conseguenti sanzioni detentive e pecuniarie.

Ulteriori chiarimenti, si potranno ottenere sul sito: https://www.interno.gov.it/it/speciali/elezioni-2021

 

Back to top button