Politica

DOPO LO SCHIAFFO DALL’INDIA, L’UMILIAZIONE INGLESE! E UN MORTO ITALIANO

Certo che Berlusconi aveva fatto perdere credibilità ed autorevolezza all’Italia! Quelle immagini di due giullari che ridono di lui, hanno fatto il giro del mondo, facendo dimenticare i grandi risultati ottenuti e le amichevoli pacche sulle spalle con tutti i Capi di Stato esteri. Per riacquistare il nostro prestigio e contare nel mondo c’è una sola soluzione: un Governo tecnico.


E con il forte impegno del Presidente della Repubblica, così fu!

Nigeria. Il 12 maggio 2011, l’italiano Franco Molinara, di 47 anni, ingegnere proveniente da Gattinara, in provincia di Vercelli,  ed in Nigeria per lavoro da circa dieci anni, lavora per laStabilini Visinoni Limited, società italiana che opera in Nigeria. Viene rapito unitamente ad un altro ingegnere inglese, Cristopher Mc Manus, mentre un terzo ingegnere, tedesco, riesce a fuggire seppure ferito da un colpo d’arma da fuoco.

Solita trafila: impegno della Farnesina e servizi segreti, indagini, tentativi di contatti, trattative segrete, silenzio stampa, stallo in attesa di sbloccare la situazione.

 

9 marzo 2012. Serbia. Aeroporto di Belgrado. Mentre il Presidente del Consiglio Mario Monti è a bordo dell’aereo di Stato, pronto per il decollo, per il rientro in Italia da impegni di Governo, accompagnato dai Ministri Cancellieri, Di Paola, Terzi, Passera, Clini, Moavero, nonché tutta una schiera di funzionari di Palazzo Chigi. Giunge una telefonata dal premier inglese Cameron. L’aereo rimane bloccato a terra.

Cameron annuncia che è in corso un’azione coordinata tra le teste di cuoio nigeriane con  il supporto  di quelle britanniche, tesa a liberare i due ostaggi in mano ai terroristi.

Nel corso della sparatoria conseguente all’intervento,  si sono avute due sole vittime: peccato, gli ostaggi!

I terroristi, però, sono stati catturati.

Cameron dichiara di aver autorizzato lui l’intervento, in quanto non c’erano altre soluzioni.

Le procedure internazionali che vogliono che i Paesi interessati concordino l’intervento, a che servono se vedono parte in causa una nazione che ormai non conta più nulla sullo scacchiere internazionale?

E poi, gli italiani sono stati informati. Si, dopo, quando hanno dovuto dare notizia dell’assassinio  di un loro cittadino.

Certo, abbiamo riacquistato autorevolezza!

D’altronde, dopo essere stati oggetto di sequestro di due nostri Militari da parte dell’India senza avere il coraggio di dire una parola, vorremmo osare rivolgerci alla prestigiosa Inghilterra?

Ancor più, dobbiamo vergognarci per come stiamo consentendo di trattarci!

Fuori dall’Europa, dove serviamo solo per buttare soldi e farci criticare!

{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Close